HomePage
 
SCNews Itinerari Cucina Mediateca Souk Eventi Biblioteca Iscriviti alla nostra newsletter!
 
Cucina  Ricette Italia  Ricette Europa  Ricette Mondo  Menu speciali  Vostre ricette  Enologia
 

Festa di mezza estate

Per gli svedesi il festeggiamento ideale della Mezza Estate si svolge all’aperto, e, se possibile, in campagna...

Si festeggia in tutta la Svezia, ma la regione con i festeggiamenti più tradizionali è la Dalecarlia a nordovest di Stoccolma dove ancora la maggior parte degli abitanti portano i loro costumi tradizionali in occasione di eventi vari.

I festeggiamenti all’aperto
Per gli svedesi il festeggiamento ideale della Mezza Estate si svolge all’aperto, e, se possibile, in campagna. Le città, piccole o grandi che siano, si spopolano letteralmente dei loro abitanti, la gente raggiunge camping e chalets, le tipiche sistemazioni per la vacanza di Mezza Estate. Molti pianificano la gita con largo anticipo e partono prestissimo la mattina per poi scoprire che la stessa idea geniale l’hanno avuta quasi tutti.

I fiori e l’albero di maggio
Raccogliere i fiori è una delle attività fondamentali che fanno parte dei festeggiamenti della Mezza Estate, dato che i fiori di campo sono usati per la composizione delle ghirlande da indossare e anche per decorare l’albero di maggio. L’albero ha il posto d’onore al centro dei festeggiamenti: viene issato a suon di musica e al ritmo delle tradizionali danze popolari. Una volta terminati i tipici balli e i giochi, hanno inizio le altre celebrazioni.

Il menù di Mezza Estate
Il menù di Mezza Estate è un classico, non cambia molto da un anno all’altro: patate novelle fresche bollite in aneto ad accompagnare un’ampia varietà di aringa e salmone serviti con panna acida, erba cipollina tritata e altri condimenti, sono solo alcune delle delizie che vengono portate in tavola in occasione di questa ricorrenza. A innaffiare il tutto lo snaps, la tipica grappa aromatica svedese e, naturalmente, fiumi di birra.

Mistero, magia e tradizione
La festa di Mezza Estate cade sempre di venerdì ed è una notte carica di mistero, magia e tradizione. Le ragazze devono raccogliere sette specie diverse di fiori e metterle sotto il cuscino durante la notte. Secondo la leggenda potranno vedere in sogno il loro futuro sposo. Per coloro che preferiscono rimanere alzati non c’è serata migliore per viversi appieno il sole di mezzanotte. La magia di questo momento così particolare sarà ancora più intenso man mano che le ore passano e il giorno più lungo dell’anno continua ad oltranza e sembra non spegnersi mai…

Tsemaye Opubor Hambraeus

Le ricette per una festa casalinga

Smörgåsbröd, ovvero le tartine svedesi

Ingredienti per un buffet:
18 fette di pancarrè, burro, 1 cucchiaino di senape, 100 g maionese, 50 g di gamberetti cotti e sgusciati, 1 uovo sodo, 100 g di salmone affumicato a fette, pepe, 100 g di roastbeef affettato, olive verdi farcite, cetriolini sott'aceto, 2 filetti di aringa affumicata, 1 cipollotto fresco, 6 punte di asparagi lessate.

Togliete la crosta alle fette di pancarrè e spalmatele con il burro ammorbidito. Amalgamate senape e maionese e spalmate questo composto sulle fette di pancarrè. Tagliate l’uovo a fettine e l’aringa a striscioline sottili. Preparate 6 tartine mettendo sul pane una fettina di salmone, i gamberetti e alcuni grani di pepe. Guarnite altre 6 fette di pancarrè con il roastbeef, una punta di asparago, qualche oliva e alcune fettine di uovo. Preparate le altre 6 tartine con alcuni pezzi di aringa, con cipollotto e cetriolini.

Köttbullar, Polpettine svedesi

Köttbullar, le polpettine svedesi, sono il piatto svedese più conosciuto ed amato sia in patria che altrove. Gli svedesi amano prepararle in casa, ma anche quelle confezionate riportano “la ricetta della mamma” sulla dicitura. Da nord a sud ci sono delle varianti nell’uso del tipo di carne, di preferenza suina al sud e bovina al nord, ma tutti sono d’accordo sul fatto che le polpette debbano essere accompagnate dalla “salsa marrone”, brunsås e dai mirtilli rossi, lingon. Il contorno ideale sono le patate lesse.

Ingredienti per le polpette:
500 gr di carne macinata (bovina, suina o mista a piacere), 50 gr di pangrattato, 150 gr di latte, 1,5 cucchiaino di sale, 1 uovo, 2 cucchiai di cipolla finemente tritata (gialla o rossa a piacere), un pizzico di pepe nero macinato, 25 gr di burro per rosolare

Ingredienti per la salsa “brunsås”:
10 gr di farina, 50 gr di panna per cucinare, 1 litro di latte, 250 grammi di sugo (acqua unita al sugo di cottura delle polpette), 1 dado di carne, 1 cucchiaino di soya

Unite il pangrattato al latte i un contenitore e lascia macerare per 10 minuti. Aggiungete il sale e la carne amalgamando bene il tutto. Aggiungete il pepe, l’uovo e la cipolla al composto amalgamandolo fino a che non diventi perfettamente omogeneo. Prendete un vassoio dove porre il composto di carne e cominciate a comporre le poplettine, della grandezza di una noce.
Rosolate le polpettine nel burro in una padella stando attenti a non lasciare che il burro si scurisca troppo e stando attenti a non rosolarne troppe alla volta, devono avere spazio per girare nella padella.
Quando le polpettine si sono imbrunite tutte intorno, lasciatele finire di cucinare a fuoco basso e senza coperchio (circa 3 o 5 minuti dipendemente dalla grandezza delle polpettine).
Ponete le polpettine in un vassoio e cominciate a preparare la salsa. In una casseruola mescolate la farina, la panna e una parte del latte. Quando il composto si comincia ad amalagamare aggiungete il resto del latte mescolando bene.
Aggiungete 250 grammi di acqua calda alla quale avete aggiunto il sugo che si è formato dalla rosolatura delle polpette. Aggiungete ora anche il dado e la soia e mescolate bene. Lasciate bollire il tutto per un paio di minuti, poi abbassate il fuoco e mescolate per altri 3 minuti circa.
Servite la salsa sopra o accanto le polpettine, accompagnate doverosamente da patate lesse e mirtilli rossi.

Terrina di salmone

I piatti a base di salmone sono i protagonisti delle tavole imbandite nelle feste tradizionali svedesi. Come antipasto viene servito affumicato a fette, come piatto unico può essere servito in terrina come la ricetta che segue.

Ingredienti per 15 persone:
600 gr di salmone affumicato a freddo, 2 kg di patate, 1 porro, 6 uova, 600 gr di latte, 1 cucchiaino di pepe bianco, 1 dl di aneto, burro per inburrare la terrina, burro fuso per spennellare

Sfilettate il salmone. Pelate le patate e fatele a fettine sottili così come il porro. Tagliuzzate l’aneto. Imburrate la terrina, poi mettete gli ingredienti sopra preparati a strati. Mettete da parte uno strato di patate per dopo.
Montate le uova con il latte e il pepe (se il salmone è ben salato non occorre aggiungere il sale). Versate le uova così montate nella terrina stando attenti che si distribuiscano uniformamente tra gli strati. Ora ponete alla fine lo strato di patate che avevi messo da parte. Spennellate l’ultimo strato con del burro.
Mettete la terrina nel fondo del forno a 225 gradi per circa 50 minuti o non appena lo sformato si sia solidificato. Quando lo sformato è tiepido, fatelo a fette e servitelo caldo o freddo a piacere.
Buon appetito!

Gravad lax, Salmone Marinato

Ingredienti: 1 kg salmone preferibilmente dalla parte centrale del pesce, 4 cucchiai di zucchero, 4 cucchiai di sale, 2 cucchiai di pepe bianco in grani, grossolanamente pestati, 1 mazzo di aneto

Pulite il salmone, asciugatelo bene e tagliatelo in 2 filetti, lasciando la pelle. Mischiate lo zucchero, il pepe e il sale e massaggiate questo composto nelle carni del salmone per farlo penetrare. Fate combaciare i due filetti, inframezzandoli con l'aneto (la parte spessa deve combaciare con la parte più fine del filetto). Collocate il salmone in una busta di plastica per alimenti e mettete in frigo per almeno 36 ore, rivoltando almeno una volta (in alternativa, disponete il salmone in carta argentata, refrigerate, collocando un peso sopra). Tagliate a fettine sottile e servite con pane di segala e la salsa Gravlax.

Salsa Gravlax

2 cucchiai di senape svedese, 1 cucchiaino senape Digione (in mancanza di senape svedese, utilizzare in totale 3 cucchiai di senape di Digione), 1-2 cucchiai di zucchero (iniziare con 1 cucchiaino scarso di zucchero), 100 ml olio vegetale, 1-2 cucchiai di aceto, 3 cucchiai di aneto tritato, sale e pepe q.b.

Mischiate la senape con lo zucchero e l'aceto. Aggiungete l'olio a filo. Condite con sale, pepe e l'aneto

 

a cura dello Staff





HomePage