HomePage
 
SCNews Itinerari Cucina Mediateca Souk Eventi Biblioteca Iscriviti alla nostra newsletter!
 
Itinerari in Italia  Italia  Europa  Mondo  Parchi  Musei curiosi  Nowboarding  Risorse  DisneylandNews
 
Agnone, antichi suoni di campane
Agnone, 43 km da Isernia, un paesino molto speciale situato a 850 m. di altitudine presso il torrente Verrino...

La Ponteficia Fonderia di Campane Marinelli e annesso il Museo della Campana

fonderiacampane

Qui, infatti, nella fonderia pontificia di proprietà di Pasquale Marinelli, si fabbricano campane dal 1300.

L'arte della fusione delle campane in questo paese del Molise è una tradizione che risale a diversi secoli fa, ed è legata principalmente al nome della famiglia Marinelli. La sua storia inizia nel 1339, anno in cui un avo dei Marinelli, Nicodemo, incide il suo nome sulla campana della chiesa di Agnone, la notevole parrocchiale di Sant'Emidio. Da allora, i membri della famiglia Marinelli cominceranno a tramandarsi il mestiere di padre in figlio, usando le stesse tecniche adottate dal loro antenato. Il successo di queste campane è legato non solo alla secolare esperienza di chi le fabbrica, ma specialmente alla qualità dei loro suoni, tanto potenti quanto limpidi, ottenuti attraverso calcoli estremamente precisi del peso, dello spessore, del diametro e dell'altezza di ogni campana. Nella fonderia Marinelli ogni esemplare è un originale, qui si fanno campane per le più prestigiose chiese del Mondo.

Vi è annesso il "Museo Storico della Campana", le visite guidate si effettuano tutti i giorni, telefonare 0865 78235.
Attiguo alla fonderia, ripropone un viaggio nella memoria, tra oggetti di lavoro e d'arte che hanno segnato il tempo della materia e dello spirito di più civiltà.

Come nasce una campana?

La sua creazione ovviamente è suddivisa in varie fasi, momenti di un rito che ad Agnone si ripete da secoli. La lega di bronzo - costituita da 78 parti di rame e 22 di stagno - viene fusa in forni di mattoni refrattari, scaldati con ciocchi di rovere come avveniva in passato. La colata, cioè la fase in cui il bronzo esce dalla fornace a 1150 gradi, dura pochi secondi, durante i quali si recitano le litanie della Madonna.
Le campane sono fatte a mano, nel senso che è la mano dell'uomo che fabbrica i "modelli", governa il rivolo di lava nella fornace a legna sino alle "forme" interrate nella fossa di colata. Nascono cosi' quelli che sono considerati rarissimi capolavori dell'artigianato artistico.

Qui è stata preparata la campana del Giubileo, che ha un diametro di 6 metri e pesa 5 tonnellate. Per costruirla, le maestranze della Fonderia Marinelli hanno lavorato per oltre un anno, quando il normale ciclo di lavorazione di una campana solitamente dura all'incirca tre mesi. Il primo rintocco di "Jubilaeum MM", questo il nome della campana, è avvenuto sul sagrato di San Pietro a Roma e a darglielo è stato lo stesso Pontefice. La nota con cui è risuonata la grande campana era un Sol, che è stato immediatamente seguito dal suono sincronizzato delle campane di tutto il mondo, che hanno così inaugurato l'Anno Santo e salutato l'inizio del nuovo Millennio.

Qualche altro esempio: quella destinata al santuario di Lourdes in occasione del centenario dell'apparizione della Vergine, quella per il precedente Giubileo del 1975, e quella di Medjugorje, per l'anno Mariano.Per Nicolas Green, in California. Per Roma ha poi ricevuto l'incarico di forgiare 5 campane per la chiesa di Tor Tre Teste, il tempio disegnato da Richard Meyer per simboleggiare il Duemila. La fonderia ha anche vinto numerosi e prestigiosi concorsi, tra cui quello per la costruzione del complesso campanario (formato da otto campane dal peso complessivo di dieci tonnellate) collocato sul santuario di Padre Pio progettato dall'architetto italiano più famoso del mondo, Renzo Piano.

La Fonderia Marinelli il 19 marzo 1996 è stata visitata da Giovanni Polo II in occasione della sua visita nella cittadina di Agnone

...Per una visita alla città
Ad Agnone è inoltre possibile visitare: la chiesa di S. Marco, di S. Emidio con annessi il Museo e La Biblioteca Emidiana; la Chiesa di S. Antonio Abate e solo dal 1 al 31 agosto anche visite guidate alla Torre Campanaria, la Chiesa di S. Francesco, la Chiesa di S. Chiara e di S. Maria Costantinopoli, la Chiesa di S. Pietro a Maiella e la Chiesa di S. Nicola; inoltre Casa Nuonno e Casa Apollonio, nonchè le botteghe del rame e del ferro battuto.

Per maggiori informazioni:
Ufficio informazioni e accoglienza turistica Tel. 0865/77249
www.prolocoagnone.com e www.comune.agnone.is.it
Per la fonderia: www.campanemarinelli.com - Tel. 0865/78235

 

Attendere prego!





Gardaland Disneyland Paris
Leolandia Coupon

 

Biblioteca di viaggio

Molise
Il Molise offre una natura selvaggia, borghi medievali luoghi d'arte e appuntamenti musicali e culturali di rilievo. Da Campobasso lungo 12 itinerari la guida muove tra centri storici e riserve naturali scoprendo le peculiarità della regione: le aree archeologiche di Saepinum e di Pietrabbondante, le cattedrali di Termoli e di Larino; gli affreschi nella cripta dell'abbazia di S. Vincenzo al Volturno, i castelli di Civitacampomarano, di Pescolanciano e di Monteroduni. Guida: 12 itinerari di visita, 80 foto a colori, 10 tra carte e mappe e una sezione con tutti i suggerimenti e le indicazioni per organizzare al meglio il viaggio. Guida alle informazioni pratiche: oltre 500 indirizzi utili: informazioni pratiche, musei e luoghi di visita, suggerimenti per il dormire, il mangiare, il tempo libero, lo sport e il benessere, consigli per lo shopping, segnalazione di eventi imperdibili, fiere e mercatini.

Abruzzo e Molise. Il fascino discreto della tradizione
Un interessante viaggio fra le migliori ricette della cucina abruzzese e molisana. La collana, che propone ricette da tutte le regioni d'Italia, si sofferma a presentare anche i prodotti tipici, i vini e alcune notizie riguardanti la tradizione gastronomica della regione oggetto del volume.

Biblioteca di viaggio dei bambini

Abruzzo Molise
Gli ambiti geografici sono posti in evidenza attraverso gli itinerari didattici sviluppati sia in ambito urbano, che extraurbano. Aneddoti curiosi e specialità gastronomiche tipiche del luogo descritto vanno a integrare le sezioni di ogni singola provincia.

Questo itinerario è stato proposto dallo Staff
HomePage