HomePage
 
SCNews Itinerari Cucina Mediateca Souk Eventi Biblioteca Iscriviti alla nostra newsletter!
 
Itinerari in Italia  Italia  Europa  Mondo  Parchi  Musei curiosi  Nowboarding  Risorse  DisneylandNews
 

Il Castello di Andraz: fascino e mistero delle Dolomiti Unesco

Il Castello di Andraz, a Livinallongo del Col di Lana, nelle Dolomiti bellunesi - Patrimonio Unesco - riapre al pubblico, dopo gli importanti interventi di restauro

Castello di Andraz

Castello di Andraz

Castello di Andraz

Castello di Andraz

Castello di Andraz

Castello di Andraz

Castello di Andraz

Castello di Andraz

Sarà possibile visitare il maniero, vero e proprio Museo a cielo aperto, crocevia di culture eterogenee in cui il ceppo ladino si affianca alla cultura carnica ed al Land Tirol.

La sacralità del luogo, la bellezza del paesaggio e la straordinaria conservazione dell'ambiente naturale ne fanno uno dei simboli di maggior fascino dell'area alpina orientale, raro esempio di architettura difensiva medievale rimasto.

Gli ultimi due anni di restauro hanno restituito il castello agli estimatori di storia passata e visitarlo è come compiere un rewind nel tempo di ben mille anni, circondati da uno dei panorami più belli del mondo: le Dolomiti patrimonio Unesco.

"L Ciastel", come viene definito nella lingua ladina il Castello di Andraz, fu sede sia amministrativa che militare e raggiunse il suo massimo splendore sotto la guida dei principi-vescovi di Bressanone.

Costituiva un punto strategico per il controllo del traffico di merci e della viabilità: da Bressanone attraverso il Passo delle Erbe, la Val Badia e la Valparola si poteva raggiungere l'Alto Agordino, Belluno, Venezia. Ed era collegato con Laste, Rocca Pietore, Avoscan, Alleghe tramite fuochi di segnalazione. Fu inoltre baluardo contro le mire espansionistiche di Venezia: le Dolomiti erano infatti molto appetibili sia per il legname che per l'attività estrattiva.

Al primo e al secondo livello della rocca erano situate delle stanze di servizio, mentre il terzo e quarto livello erano utilizzati come spazi abitativi, rispettivamente per il capitano e la sua famiglia e per la servitù. Il quinto livello di sottotetto era invece adibito per la custodia delle polveri e a deposito. La copertura originaria doveva essere molto complessa e realizzata interamente in legno di abete e larice, anche nel manto.

L'Andraz Museum è stato concepito per promuovere la conoscenza del castello come espressione del patrimonio culturale dell'area ladina in cui sorge, l'aspra valle fodoma di Livinallongo del Col di Lana, situata ai piedi del Sella, lembo estremo verso nord della Val Cordevole in provincia di Belluno.

Il maniero si erge infatti nel mezzo di uno straordinario percorso storico che unisce le due più importanti realtà culturali presenti nell'area dolomitica, costituite dal Museo "Vittorino Cazzetta" di Selva di Cadore, in cui sono conservate le spoglie dell'Uomo di Mondeval ed il suo corredo funebre, risalente all'epoca Cro-Magnon (7.500 anni fa), ed il Museo ladino "Ciastel de Tor" a San Martino in Badia.

La spiritualità diffusa e la bellezza incontaminata del paesaggio, fanno del Castello di Andraz uno dei simboli di fascino misterioso delle Dolomiti orientali: un assunto di ciò che ha portato al riconoscimento delle Dolomiti quale "Patrimonio dell'Umanità" da parte dell'U.N.E.S.C.O.

Il Castello di Andraz nelle Dolomiti Unesco, con il nuovo calendario di eventi dell’estate 2012, diventa protagonista di musica e cultura. Il programma spazierà tra musica, letture e dimostrazioni di arte medioevale, dando degna cornice culturale alle sale museali recentemente ristrutturate e riportate allo splendore di un tempo.

INFORMAZIONI: www.castellodiandraz.it

 

Attendere prego!





Gardaland Disneyland Paris
Leolandia Coupon

 

Biblioteca di viaggio

Alto Adige Südtirol. Bolzano, Merano, le Dolomiti, le valli, la natura, le escursioni. Con guida alle informazioni pratiche
Da sempre terra d'incontro tra mondo latino e germanico, l'Alto Adige-Südtirol è sia luogo di sintesi della cultura italiana, ladina e tedesca, sia uno dei cuori dell'Europa moderna: 6 capitoli, 11 percorsi di visita fra valli e parchi, alla scoperta di antiche città e piccoli paesi, suggestivi castelli e splendide chiese medievali.

I rifugi delle Dolomiti, Trentino Alto Adige
361 rifugi, malghe e bivacchi presenti sulle Dolomiti trentine e altoatesine a uso dei camminatori, escursionisti, alpinisti e appassionati di natura.

Alto Adige Südtirol
Cittadine, e borghi di rara armonia architettonica, valli incontaminate, le strade del vino e i castelli fortificati: 5 itinerari per vacanze indimenticabili in un territorio con la più alta concentrazione di stelle di Michelin.

La buona cucina delle Dolomiti. Le ricette del bosco
Il bosco regala erbe selvatiche, cesti di finferli, porcini e cantarelli e tanti frutti rossi. Ma come prepararli? Nel piccolo libro un po' retrò, 90 ricette di primi piatti, carni e selvaggina, dolci, conserve, sciroppi e grappe della tradizione più autentica.

Incantevoli Dolomiti. Escursioni, nordic walking. Itinerari per tutti da percorrere in compagniaIncantevoli Dolomiti. Escursioni, nordic walking. Itinerari per tutti da percorrere in compagnia
Percorsi semplici, ognuno con una caratteristica peculiare: laghi, tradizioni, geologia, piante e erbe, architettura rurale. Sentieri e strade di montagna adatte a tutti, bambini compresi. I percorsi sono stati interamente tracciati con gps e di ognuno vengono proposte numerose immagini fotografiche. Il libro ha il patrocinio della Fondazione Dolomiti Unesco.

Biblioteca di viaggio dei bambini

Alto Adige per piccoli esploratori. Escursioni a misura di bambiniAlto Adige per piccoli esploratori. Escursioni a misura di bambini
Si può provare un percorso avventura, visitare un museo multimediale, un castello o una miniera, passeggiare in un biotopo o salire su una nave. Tra un’indicazione e l’altra, l’autore racconta inoltre storie che susciteranno il sorriso o lo stupore dei vostri piccoli accompagnatori. Programmare una gita sarà facilissimo, grazie alle informazioni pratiche che segnalano orari, prezzi di ingresso, indirizzi di punti di ristoro adeguati ai bambini oltre a indicazioni su come raggiungere la meta prescelta e su cosa portare con sé.

Fiabe e leggende delle Dolomiti
Tra principesse e cavalieri, specchi magici e torri irraggiungibili, nelle leggende e nelle fiabe raccolte da Pina Ballario la protagonista è la magica natura delle Dolomiti, che da sempre incanta per la sua bellezza.

Le Dolomiti. Ecco come sono nate!
In questo libro i protagonisti sono Dò, gattino dolomitico molto curioso, e Leopold, uomo di scienza e collezionista di minerali. Insieme scoprono la genesi delle Dolomiti, le montagne più belle del mondo.

Questo itinerario è stato proposto dallo Staff
HomePage