HomePage
 
SCNews Itinerari Cucina Mediateca Souk Eventi Biblioteca Iscriviti alla nostra newsletter!
 
La guida per partire!  Italia  Europa  Mondo  Parchi  Musei curiosi  Nowboarding  Risorse  DisneylandNews
 
Nowboarding: la guida per partire di Sottocoperta.Net
 
Cosa mettere in valigia
Il bagaglio 'a mano'
Al mare o in appartamento
La valigia per la neve
Il bagaglio dei più piccoli
I documenti da portare
Il passaporto
In viaggio in nave
Traveller's cheque e valuta
Una farmacia portatile
Vaccinazioni
Acqua e alimenti all'estero
Cibi: Paese che vai.
Team e Modello E111
Bagaglio smarrito e danni
Overbooking e ritardo voli
Diritti nave & traghetto
Il Jet-Leg
La trombosi del viaggiatore
Proteggersi dal sole
Occhiali e sole
Guidare all'estero
Guidare negli Stati Uniti
La tua mail in viaggio
Telefonare dall'estero
Chiudere casa
Far sopravvivere le piante
Elettricità all'estero
B&B, Guesthouse, Ostelli
Un turista responsabile è...

Guidare all'estero. Obblighi e consigli

Prima di un viaggio e' bene portare l'auto dal meccanico per una revisione generale, olio, acqua, freni ecc. Controllate i pneumatici, che siano alla pressione corretta e non usurati. Controllate che la ruota di scorta sia alla corretta pressione e integra. Non caricate oltremodo l'auto o la moto e fate in modo che chi guida abbia una perfetta visibilità posteriore e laterale.
Se viaggiate con la vostra auto in Europa, controllate che la vostra targa sia europea: se non avete la <I> grande di Italia, è necessario acquistare l'adesivo e apposto ben visibile.
Dovrete avere a bordo il triangolo di emergenza (in alcuni Stati, come la Spagna, ne servono due, da mettere uno davanti e uno dietro l'auto in emergenza). Se portate occhiali da vista, è obbligatorio un paio di scorta. Sono obbligatorie le luci di scorta per i fari, la cassetta per il pronto soccorso. Inoltre, è consigliabile tenere anche un set di fusibili, una bottiglia di acqua per qualsiasi evenienza, i cavi per la batteria.

Piccoli consigli: pianificate il viaggio, i km e le soste in linea di massima; tenete in auto acqua e cibo secco (biscotti ecc.) da sgranocchiare. Utilissimi gli ormai diffusi navigatori satellitari GPS.
Preparate la vostra colonna sonora per tempo, magari pensando a musica per guidare di giorno o per rimanere svegli la sera e brani musicali per brevi o per lunghi tragitti. Fermatevi 5 minuti almeno ogni 300 km, guiderete meglio e con maggior sicurezza; sostate al minimo segno di stanchezza.
Non bevete alcolici, non fate pasti abbondanti e riposate la notte.

Pedaggi
Vi sono strade a pagamento in Austria, Francia, Grecia, Irlanda, Italia, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica ceca, Slovacchia, Slovenia, Spagna e Ungheria. In alcuni paesi (Austria, Repubblica ceca, Slovacchia, Slovenia e Ungheria) occorre acquistare una “vignette”, un bollo che va incollato sul parabrezza.

Limiti di velocità e obblighi di casco in Europa

In tutti i paesi dell’UE l’uso delle cinture di sicurezza è obbligatorio in tutti i veicoli, compresi i pullman turistici e i minibus. Inoltre, i bambini devono disporre di idonei sistemi di ritenuta sulle auto, sui camion e, ove possibile, sugli altri veicoli.

L'uso dei telefoni cellulari durante la guida aumenta notevolmente il rischio di incidenti ed è vietato, esplicitamente o implicitamente, in tutti i paesi dell'UE.

Nella maggior parte dei paesi il tasso massimo autorizzato di alcool nel sangue è di 0,5 mg/ml, ma in altri va da 0,2 mg/ml a 0,8 mg/ml; alcuni paesi infine non ammettono affatto la presenza di alcool nel sangue durante la guida. La Commissione europea ha raccomandato l’adozione da parte di tutti i paesi di un tasso consentito standard non superiore a 0,5 mg/ml.

Ricordate che a Cipro, in Irlanda, a Malta e nel Regno Unito la guida è a sinistra e che in alcuni paesi - come il Belgio, la Francia, i Paesi Bassi e il Portogallo - di norma si dà la precedenza ai veicoli provenienti da destra.

Il limite di velocità sulle autostrade è generalmente di 110, 120 o 130 km/h e il limite nelle zone urbane è generalmente di 50 km/h. Accertatevi del limite esatto e di eventuali condizioni particolari. Per conoscere tutti i limiti di velocità delle strade e autostrade europee, visitate questo sito.

La carta verde
In qualsiasi paese dell'UE viaggiate, la polizza di assicurazione della vostra auto fornirà automaticamente la copertura minima richiesta dalla legge (assicurazione della responsabilità civile). Ciò vale anche per l'Islanda, il Liechtenstein e la Norvegia. Se avete una polizza casco nel vostro paese verificate che la copertura sia estesa anche agli spostamenti in altri paesi.

Benché non sia obbligatorio avere una carta verde per viaggiare nell’UE, essa serve come documento di prova, riconosciuto a livello internazionale, del possesso di una copertura assicurativa e rende più facile la liquidazione del danno in caso di incidente. Se non avete con voi la carta verde, portate almeno il certificato di assicurazione.

Il sistema della carta verde copre attualmente 44 paesi ed è gestito da un’associazione di assicuratori.

Presso le compagnie di assicurazione ci si può procurare un modulo europeo di denuncia di sinistro, documento standard che rende più semplice fare la denuncia di un sinistro sul posto, qualora questo avvenga in un altro paese.

La patente
La patente di guida in corso di validità rilasciata in un paese UE è valida in tutto il territorio dell’Unione europea. In alcuni paesi, oltre alla patente di guida valida, è necessario portare con sé il libretto d’immatricolazione del proprio veicolo.

Il permesso internazionale di guida
Se si viaggia in un Paese extracomunitario è necessario, generalmente, richiedere il Permesso internazionale di guida (cd. Patente internazionale) o produrre una traduzione giurata della propria patente nella lingua del Paese che si intende visitare.
Esistono due distinti modelli di patente internazionale: il modello "Convenzione di Ginevra 1949", che ha validità di 1 anno, e il modello "Convenzione di Vienna 1968", che ha validità di 3 anni, ma sempre nei limiti di validità della patente italiana posseduta. Alcuni paesi accettano entrambi i modelli, altri solo uno dei due. In Italia è possibile ottenere sia l'uno che l'altro modello di permesso internazionale di guida. Per conoscere con esattezza il tipo di documento di guida richiesto è sempre consigliabile contattare, prima di intraprendere un viaggio all’estero, le autorità consolari del Paese che si intende visitare. Utili informazioni al riguardo possono essere ottenute anche consultando il sito www.viaggiaresicuri.it

Autonoleggio: rent a car!

E' un'ottima e comoda soluzione, spesso molto economica.
Le maggiori compagnie di noleggio offrono anche il noleggio dei navigatori GPS (con supplemento di prezzo). Il noleggio One way indica la possibilità di riconsegnare il veicolo in un luogo diverso da quello di ritiro. Al momento del noleggio, è sempre necessaria una carta di credito. CDW è la sigla dell'assicurazione contro i danni derivanti da collisioni, in linea di massima inclusa nel noleggio. Se volete stare più sicuri, stipulate una polizza integrativa.

 








HomePage