HomePage
 
SCNews Itinerari Cucina Mediateca Souk Eventi Biblioteca Iscriviti alla nostra newsletter!
 
Itinerari  Italia  Europa  Mondo  Parchi  Musei curiosi  Nowboarding  Risorse  DisneylandNews
 
Risorse utili: piccole dritte per un'organizzazione impeccabile
     

Uffici Turistici europei
Autonoleggio
Autovelox & co.
Carta del viaggiatore
Viaggiare sicuri
Infotraffico Onda verde
Decalogo del bagnante
Acquascooter, sci nautico
Decalogo dello sciatore
Couchsurfing
Convertitore di valute
Convertitori di misure
Sos Vacanza rovinata
Classificazione alberghi
Frasario di Spagnolo
Frasario di Tedesco
Frasario di Inglese
Frasario di Francese
Frasario di Rumeno
Speciale Oktoberfest
Treni nel mondo
Fusi orari & Sunlight Map
Aree di Sosta Camper
Parchi Nazionali Italiani
Incendi Boschivi

Speciale amici animali:

Regole trasporto di animali
Durante il viaggio
Hotel & spiagge per fido
Passaporto micio & fido
La valigia di micio & fido

Viaggiare in auto: attenti ad autovelox e velocità

Negli ultimi anni, andare in vacanza in auto o in camper è diventata una scelta quasi obbligata per molti italiani, un po' per via delle stringenti situazioni economiche, e un po' anche per sentirsi liberi di muoversi alla scoperta di luoghi da visitare e talvolta concedersi anche qualche piacevole fuori programma.

Qualunque sia la motivazione che vi porta a scegliere l'auto per i vostri viaggi, uno degli spauracchi principali di ogni guidatore rimane sempre quello di incappare in un controllo stradale, un autovelox.

Sebbene sia logico e giusto pensare che i limiti esistono per essere rispettati, talvolta capita di viaggiare spensierati, o di aver fretta per non perdere un traghetto o un treno in partenza, finendo con l'oltrepassare inconsapevolmente un limite di velocità e incappando in un autovelox proprio dove meno ce lo aspettiamo!

E' qui che intervengono gli apparecchi che informano il guidatore dell'approssimarsi di una postazione di rilevamento. E si stanno diffondendo molto!

Innanzi tutto è bene precisare che questi prodotti non devono essere utilizzati come escamotage per evitare i controlli, ma piuttosto solo come allarmi che riportino alla cautela e all'attenzione il guidatore.

Basti pensare all'impiego del recente sistema "Tutor" in alcuni tratti delle autostrade italiane. La presenza delle telecamere in prossimità di ogni uscita autostradale, riporta gli automobilisti ad una maggiore attenzione sulla propria andatura; ha permesso di ridurre sensibilmente sia gli incidenti stradali dovuti alle alte velocità, che ancor più incredibilmente gli intasamenti. Sembra strano pensarlo, ma se tutti vanno alla stessa velocità in autostrada, in realtà non si crea la classica colonna a "singhiozzo": le famose code a fisarmonica, che spesso spazientiscono molto più di un completo stop.

Quindi, cosa sono questi marchingegni? Come funzionano? Sono illegali?

Questi apparecchi sono per lo più grandi quanto un comune telefono cellulare, e composti internamente di due parti fondamentali: un rilevatore di posizione GPS ed un comune trasmettitore GSM, in pratica un vero e proprio telefono cellulare. La sua semplicità ne facilita il trasporto, proprio come uno smartphone: i più diffusi sono il Coyote e il Kermes.

La prima funzione è necessaria a determinare il luogo in cui ci si trova; la seconda si occupa invece di rimanere continuamente “in contatto” con un server centrale, che ha il compito di informare il guidatore su eventuali postazioni presenti sulla strada che si sta percorrendo, e comunicare nuove segnalazioni sui controlli presenti.

Quando un possessore di questi segnalatori “vede” una postazione di rilevamento mobile o fissa, può comunicarla agli altri possessori semplicemente schiacciando un pulsante, e l'apparecchio invierà la posizione corrente al server centrale.

Così facendo, gli altri automobilisti in possesso del medesimo dispositivo che si trovino a passare dalla stessa strada, riceveranno dal proprio apparecchio un segnale di avvertimento, con lo scopo di richiamare l'attenzione sulla condotta di guida ed eventualmente contenerne la velocità.

Il suo funzionamento si basa solo sulla collettiva collaborazione, esattamente come un sistema di peer to peer permette lo scambio di file tra comuni computer; il dispositivo non va ad intralciare il normale funzionamento degli apparati di controllo utilizzati dalle forze di polizia, né tantomeno ne rilevano automaticamente la loro presenza con trucchi. Le attuali norme vigenti non ne vietano esplicitamente l'impiego, e si ottiene invece un più corretto autocontrollo alla guida, proprio come il sistema Tutor quando ci si accinge ad un'uscita autostradale.

In questo modo si è venuta a creare una fitta rete di automobilisti che si "aiutano a vicenda" e ne traggono collettivamente il beneficio di conoscere la condizione, praticamente in tempo reale, sull'intero suolo nazionale e non solo. Questi sistemi si stanno diffondendo sempre più anche a livello europeo. Nonostante al momento esistano più "reti", non è da escludere che presto diventino in qualche modo dei veri e propri standard.

Ecco due rilevatori di autovelox in commercio:

Mini Coyote rilevatore di autovelox
Legale al 100%, Coyote unisce in modo innovativo la tecnologia GPS a quella GPRS. Semplice ed affidabile, il sistema ti segnala in tempo reale la presenza di autovelox mobili, fissi e tutor. Passando accanto ad un autovelox mobile, infatti, ti basterà premere un tasto per informare l’intera community Coyote della sua presenza. Questa informazione sarà inviata a tutti gli utenti che transiteranno nella zona a rischio per le 3 ore successive alla segnalazione. Aggiornamento automatico della posizione di autovelox fissi, tutor e zone a rischio.

KERMES III PLUS anti tutor e rilevatore di autovelox
Kermes Plus III è il più completo sistema di sicurezza stradale sul mercato, permette di evitare situazioni che possano mettere in pericolo l’incolumità di chi è in auto e di evitare di incorrere in infrazioni e sanzioni. Kermes Plus III è un localizzatore di controlli automatici sanzionatori come radar, telecamere, rilevatori di velocità media, semafori eccetera, e mette a disposizione un avanzato sistema a sintesi vocale che avvisa il guidatore con chiari messaggi audio.

 

 






HomePage