Se si deve affrontare un lungo viaggio in auto, che potrebbe durare svariate ore, si rende indispensabile riuscire a trovare modi diversi e stimolanti per intrattenersi nel tempo passato insieme, almeno nelle ore in cui non si dorme. Fino a che si parla di un’auto con dentro solo adulti ci si può arrangiare in vari modi, il problema subentra quando si ha a che fare con i bambini, come in un viaggio familiare. In questo caso trovare qualcosa da fare potrebbe risultare più complicato. Esistono però delle soluzioni: si possono usare simpatici giochi appositamente studiati per i più piccoli, raccontare barzellette divertenti per bambini e via di questo passo.

Di seguito alcuni preziosi suggerimenti.

Indovina cosa sto guardando

Questo gioco è molto classico e funziona in questo modo: un giocatore sceglie un oggetto che si trova nel campo visivo di tutti gli altri, questi ultimi hanno il compito di scoprire di cosa si tratta, e devono farlo ponendo il minor numero di domande possibile, a cui il primo giocatore dovrà rispondere solo sì o no. Il giocatore che indovina avrà vinto il giro e toccherà a lui condurre il giro successivo. Una variante consiste nell’indovinare un oggetto che il giocatore sta pensando, non guardando. Un’altra ancora consiste nell’indovinare una persona o un animale, solitamente con un numero massimo di domande che si possono porre. Di tanto in tanto il giocatore di turno può dare dei suggerimenti per aiutare gli altri giocatori che si trovano in una fase di stallo.

Fai ridere un passeggero in un’altra auto e “chi ride prima”

Questi giochi sono particolarmente adatti ai più piccoli. Lo scopo del primo è far ridere le persone presenti in altre autovetture (possibilmente non il guidatore) attraverso smorfie, boccacce o balletti di qualsivoglia genere. Un’altra persona tiene conto del numero di persone per ciascun giocatore e alla fine del tempo o dei tentativi, chi ne ha fatte ridere di più vince. Chi ride prima è invece un gioco in cui, come si può ben intuire, due giocatori si mettono uno di fronte all’altro e con smorfie, gesti, o soltanto fissandosi a oltranza, bisogna far ridere l’altro. Il primo che ride o che solo fa un accenno palese di risata perde.

I suggerimenti di testo

Questo gioco è fattibile solo se si possiede uno smartphone, cosa molto probabile al giorno d’oggi. Come prima cosa bisogna aprire una app di messaggistica istantanea. Dopodiché un giocatore dovrà scrivere un messaggio senza completarlo e inviarlo all’altro (un esempio potrebbe essere: “Domani mattina andrò…”). Il secondo giocatore dovrà riscrivere la stessa frase e aggiungere la seconda parola che verrà proposta tra i suggerimenti di testo e inviare il messaggio al primo giocatore. Arrivati a questo punto, il primo giocatore dovrà fare la stessa cosa, riscriverà la frase che gli è arrivata e aggiungerà la seconda parola suggerita e così via. L’effetto finale sarà quello di aver ottenuto un periodo con parole piuttosto casuali, che potrebbero anche non avere un senso e risultare molto divertenti.