Home Page

SCNewsCURIOSITA' DAL MONDO DEI VIAGGI, DELL' ENOGASTRONOMIA E DINTORNI...

NEWS PIÙ RECENTI

GIROVAGANDO
febbraio 2018
gennaio 2018
dicembre 2017
novembre 2017
ottobre 2017
settembre 2017
luglio 2017
giugno 2017
maggio 2017
aprile 2017
dicembre 2016
settembre 2016
agosto 2016
luglio 2016
giugno 2016
maggio 2016
marzo 2016
febbraio 2016
dicembre 2015
luglio 2015
maggio 2015
aprile 2015
marzo 2015
febbraio 2015
gennaio 2015
dicembre 2014
ottobre 2014
settembre 2014
giugno 2014
maggio 2014
marzo 2014
febbraio 2014
gennaio 2014
dicembre 2013
ottobre 2013
settembre 2013
agosto 2013
luglio 2013
giugno 2013
maggio 2013
aprile 2013
marzo 2013
febbraio 2013
novembre 2012
ottobre 2012
settembre 2012
agosto 2012
luglio 2012
giugno 2012
maggio 2012
aprile 2012
marzo 2012
febbraio 2012
gennaio 2012
dicembre 2011
novembre 2011
ottobre 2011
settembre 2011
agosto 2011
luglio 2011
giugno 2011
maggio 2011
aprile 2011
marzo 2011
febbraio 2011
gennaio 2011
dicembre 2010
novembre 2010
ottobre 2010
settembre 2010
agosto 2010
luglio 2010
giugno 2010
maggio 2010
aprile 2010
marzo 2010
febbraio 2010
gennaio 2010
dicembre 2009
novembre 2009
ottobre 2009
settembre 2009
agosto 2009
luglio 2009
giugno 2009
maggio 2009
aprile 2009
marzo 2009
febbraio 2009
gennaio 2009
dicembre 2008
novembre 2008
ottobre 2008
settembre 2008
agosto 2008
luglio 2008
giugno 2008
maggio 2008
aprile 2008
marzo 2008
febbraio 2008
gennaio 2008
dicembre 2007
novembre 2007
ottobre 2007
settembre 2007
agosto 2007
luglio 2007
giugno 2007
maggio 2007
aprile 2007
marzo 2007
febbraio 2007
gennaio 2007
dicembre 2006
novembre 2006
ottobre 2006
settembre 2006
agosto 2006
luglio 2006
giugno 2006
maggio 2006
NEWS DAI MUSEI
C'E' DI NUOVO IN CUCINA
DALLE CANTINE
PERSONAGGI CON GUSTO
CONSIGLI DELLA NONNA
STRANO MA WEB
PAGINA DOPO PAGINA
RICEVUTI & PUBBLICATI
EXPO





Gardaland Disneyland Paris
GIROVAGANDO 12/06/2007
Guida ai percorsi per la mountain bike in provincia di Vicenza

Il territorio della provincia di Vicenza è probabilmente uno dei più ricchi di strade in assoluto.

E’ l’eredità della guerra del ’15/’18 che, per le necessità logistico-organizzative di disporre di una vasta rete di viabilità di collegamento con tutte le zone del fronte, vide il grande impegno dei militari italiani a costruire nuove strade aggiungendo di anno in anno collegamenti prima inesistenti. Se tutto questo ha influito ovviamente sulla ricchezza delle strade più importanti ha avuto però lo stesso effetto su tutto quel vastissimo sistema minore che utilizza ancora oggi, specie nel mondo agricolo e dell’allevamento, non solo i collegamenti più diretti tra i centri maggiori, ma anche i boschi, gli argini dei fiumi e tutto il sistema montano.

Una guida ai percorsi per la mountain bike tiene conto proprio delle caratteristiche del territorio vicentino, identificando 26 itinerari di particolare significato, li descrive minutamente, quasi metro per metro, lungo strade e stradine comunali, vicinali, soprattutto sterrate, ripercorrendo e toccando punti di riferimento anche paesaggistici oltre che storici ormai quasi dimenticati. Ne ricordiamo due per tutti: la traccia della vecchia ferrovia da Arsiero a Piovene Rocchette e l’altra traccia, pure ancora visibile, della linea Cogollo del Cengio-Asiago.

Il numero altissimo delle possibilità di scelta e descrizione dei percorsi effettivamente esistenti e praticabili ha indotto, nella realizzazione di questa guida, a un’opzione diversificata per zona nelle varie fasce della provincia. La guida è divisa in particolare in quattro sezioni che pescano in una gamma immensa e si dedicano a un numero relativamente ridotto di itinerari andandoli a descrivere in pianura e lungo i fiumi, lungo i Colli Berici, nella zona pedemontana e infine in quella montana, dell’Altopiano. Ogni percorso è descritto con riferimenti certi; salvo avviso, riferimenti non suscettibili di mutamenti sostanziali nel tempo.

Per ciascun percorso c’è la descrizione particolareggiata dei luoghi, della difficoltà anche tecnica e perciò dell’impegno richiesto, e viene offerto, con ‘cose da vedere’, anche un sintetico panorama storico-artistico dentro cui ci si muove ‘oltre’ la bicicletta. Ci sono anche consigli utili su come affrontare, ove si presentano, quelle difficoltà che un medio praticante di questa attività sportiva si trova davanti nelle situazioni più complicate.

La precisione della descrizione del percorso è tale che risulta sufficiente seguire anche il più semplice dei consigli: scendete di sella e camminate per qualche decina di metri, per ottenere il risultato migliore e cioè quello di seguire fedelmente il percorso senza inconvenienti e senza stress eccessivi per il fisico.

La guida è stata redatta dal giornalista Giulio Ardinghi, appassionato ciclista e conoscitore attento del territorio e realizzata dal Consorzio di promozione turistica ‘Vicenza È’.

Per informazioni: tel. 0444. 994770, [email protected]

 







HomePage