www.Sottocoperta.Net - Speciale Pasqua
 
 
VIAGGI & TRADIZIONI
TAVOLA & PIC-NIC
LAVORETTI E DECORAZIONI
LIBRI & SHOPPING

Preparare il barbecue... Tutto quello che avresti voluto sapere e non hai mai osato chiedere!

E' ormai arrivata la bella stagione e con lei la voglia di stare all'aria aperta. Perché non approfittarne per un bel barbecue con gli amici? Per una grigliata perfetta è però necessario seguire alcune regole… cliccando qui potrai invece sapere come e quali alimenti cuocere per una grigliata da leccarsi i baffi!

Le attrezzature....
Fuoco subito! Accendere un bel fuoco per il barbecue o per il camino non è cosa da poco: vedere subito delle belle fiamme vive… è roba da film! Fortuna che D-Mail pensa a rendere semplice a tutti questa operazione, con il kit PRONTOFUOCO! Per il camino o la grigliata tra amici, una scatola in grado di produrre brace ecologica inodore dalla combustione di legna presenti al suo interno, della specie: carpine nero, roverella, leccio, corbezzolo, ramaglie di ulivo Per 2-3 ore consecutive avrete così un ottimo fuoco e, una volta spento, ne raccoglierete i resti nel pratico sacchetto di carta riciclabile, incluso. Nella confezione anche uno zoccoletto ecologico (acceso, farà partire la combustione)

I vantaggi di una cottura alla griglia
Questo tipo di cottura non necessita di grassi aggiunti, con il vantaggio di ottenere dei cibi più leggeri, dietetici e maggiormente digeribili. I cibi posti sulla griglia cuociono infatti per convezione dell'aria calda che rimane imprigionata nella crosticina esterna che si forma in superficie. Vitamine e sali minerali si mantengono più che con una cottura tradizionale e non si hanno perdite di sostanze preziose, fatta eccezione per i grassi, cosa che ci fa solo piacere! Inoltre, quel profumino che si diffonde nell'aria e che non si perde nella cottura, stimola la produzione dei succhi gastrici, preparandoci ad accogliere meglio gli alimenti.

Attenti a non bruciare i cibi
L'unico pericolo del barbecue è l'eccessiva cottura di carne e pesce: se vengono troppo abbrustoliti o 'carbonizzati', i grassi in essi contenuti danno luogo alla 'pirolisi', una reazione chimica che porta alla formazione di sostanze nocive per le cellule, davvero da evitare. Ottima la scelta del carbon lavico in quanto assorbe i grassi evitando questo rischio. Il sale va aggiunto sempre e solo a fine cottura.

La brace: come sceglierla?
Il perfetto maestro della griglia sa scegliere la brace più adatta ai cibi: chi vuol produrla da sé scelga ceppi di essenze come frassino e quercia per le carni, pero o ciliegio per il pesce, in entrambi i casi serve almeno un'ora per avere la carbonella. Non usate il legno di pino perchè troppo resinoso. Chi compra carbonella già pronta scelga di preferenza il 'carbone di legna' esente da addittivi chimici; la classica carbonella in commercio viene invece addizionata di segature, leganti e sostanze che favoriscono la fiammata. Il 'carbone di mesquite' è un particolare combustibile che genera un fumo molto denso e aromatico, adatto alle carni: attenzione perché raggiunge temperature molto alte.

Accendiamo il fuoco!
Sconsigliato l'uso dell' alcol per l'accensione: genera aromi sgradevoli ed è molto pericoloso; si, invece, ai fogli di giornale accartocciata sotto la brace, pezzetti di legno, aghi e pigne di pino, erbe profumate e aromi (alloro, rosmarino, salvia…). Per il pesce in modo particolare è un tocco d'arte mettere anche scorze di limone e agrumi in genere e alghe secche. Le scorze di agrumi si prestano anche anche alle carni rosse.
La brace da collocare deve essere il volume doppio dei cibi da cuocere; la temperatura va calibrata secondo l'alimento. In genere la carbonella è pronta dopo circa mezz'ora. La griglia va sollevata a 5 cm per arrostire, a 10 cm per cottura normale e a 15-20 per cotture lente.

Gli strumenti del perfetto maestro della griglia
Proprio per non intaccare quella crosticina di superficie prima citata, i cibi sulla griglia vanno maneggiati con pinze varie, senza bucarli o romperli. Gli spiedini meglio sceglierli di acciaio inox, così come le griglie; se avete spiedini di legno bagnateli per evitare che su brucino. Munitevi di un ventaglio e di presine. Le griglie vanno scelte a libro per cibi che potrebbero rompersi, come ad esempio pesci, semplici per tutti gli altri alimenti; non devono essere troppo fitte per favorire il passaggio dell'aria calda. Un bel pennello servirà per ungere i cibi a termine cottura, in alternativa usate i rametti di aromi come pennello. Per riparare eventuali imprevisti fornitevi di un pacco di sale grosso e un bel po' di sabbia antifiammata. Per spegnere a termine cotture non gettate acqua, potreste arrugginire il tutto: usate la sabbia o aspettate che si spegni da sè. Ultimo consiglio ma più importante: sistemate il barbecue al riparo da venti e correnti d'aria.

Libri per diventare maghi del Barbecue

BBQ. 100 ricette per il barbeque
L'uso di braci ardenti, griglie e spiedi è uno dei sistemi di cottura più antichi usati dall'uomo. Eppure il barbeque - BBQ per gli americani, indiscussi maestri della cottura alla griglia - si presta a una serie straordinaria di moderne interpretazioni, ben lontane dalla solita bistecca. Tantissime le ricette presentate ma anche mille informazioni pratiche sull'attrezzatura necessaria e i materiali da utilizzare, l'accensione, i diversi metodi e i tempi di cottura, la manutenzione e la pulizia del barbeque.

A legna e carbone. Ricette di Sergio Mei-With wood and charcoal. Sergio Mei's recipes
Sergio Mei, rinomato chef del Four Seasons Hotel Milano, presenta in questo volume inusuali ricette "a legna e carbone"; realizzate cioè con l'impiego di svariati legni - ricchi di sentori aromatici - di carbone ardente, ma anche di vecchi mattoni appoggiati sulla brace. Pagina dopo pagina emergono cosi una perizia e una creatività sorprendenti, legate anche all'esperienza familiare che Mei ha assorbito in gioventù. È Nicola Lecca, a raccontare nella prima parte del libro la giovinezza e le tappe più importanti della carriera di Mei, svelando i segreti del suo prestigio internazionale, che possono essere riassunti in tre parole: istinto, professionalità, umanità.

Barbecue
Il barbecue è un tipo di cottura semplice e antica, simile alla prima praticata dall'uomo, direttamente sul fuoco. Questa modalità si è enormemente evoluta nel corso del tempo fino ad arrivare ai moderni barbecue dotati di tutti gli "optional" per preparare piatti appetitosi senza fatica: i classici di carne e pesce rivisitati con salsine e marinate ma anche verdura, formaggi e, perché no, frutta. Anche oggi il barbecue mantiene immutato il suo fascino, anzi è sempre più di moda.

 

 







Gardaland Disneyland Paris