HomePage
 
SCNews Itinerari Cucina Mediateca Souk Eventi Biblioteca Iscriviti alla nostra newsletter!
 
Itinerari in Italia  Italia  Europa  Mondo  Parchi  Musei curiosi  Nowboarding  Risorse  DisneylandNews
 
Il Barocco Leccese
Lecce è la città che viene considerata la capitale del barocco grazie ai vari architetti che hanno abbellito di fregi e...
S.Croce in LecceFontana GrecaMasseriaMasseria ...decorazioni chiese, palazzi, corti in poco più di due secoli e mezzo. Il barocco leccese si distingue dal barocco di altri luoghi d' Italia anche per motivi storici e culturali. Il barocco della zona ionica si differenzia nell'uso dei materiali e delle tecniche (scuola ionico-neretina).
Il rococò mostra esclusivi esempi in Terra d'Otranto. L' artigianato salentino è variegato: terracotta, cartapesta, ricami, pietra leccese, legno, ferro battuto, rame, giunchi, cuoio, mosaico. Sono previste visite alle botteghe artigiane per assistere direttamente alle varie fasi di lavorazione.

A Lecce oltre al barocco, si scopriranno altre bellezze. Si inizierà da Porta Rudiae e il percorso si snoderà all'interno del centro storico visitando per primo la Chiesa del Rosario, opera del grande architetto del barocco leccese Giuseppe Zimbalo, detto "lo zingarello". Proseguendo, incontriamo le severe forme dell'Ospedale dello Spirito Santo, l'ex Convento dei Domenicani, la Chiesa di S. Anna, la Chiesa di S. Teresa. Piazza Duomo con i propilei all'entrata, il seminario, il palazzo vescovile, il campanile, ed il Duomo. Questa bellissima piazza, diviene ancor più affascinante di sera grazie ad una illuminazione studiata ad hoc per esaltare le forme e i ghirigori del Barocco. Subito dopo potremo visitare una bottega artigiana della cartapesta: un'arte che nel leccese ha tre secoli di vita; Piazza S. Oronzo con la colonna del santo, il Sedile che conserva all'interno la statua in cartapesta più grande del mondo, l'anfiteatro romano capace di 25 mila persone. Si proseguirà verso la Chiesa di S. Chiara, la Chiesa di S. Matteo e, dopo una breve visita ad una bottega che lavora la pietra leccese, si visiteranno il teatro romano, uno dei pochi esempi di quest'epoca nel Meridione, la stupenda facciata della Chiesa di S. Croce, Palazzo dei Celestini, Palazzo Adorno, per poi chiudere la visita presso l'arco di trionfo o Porta Napoli e l'obelisco innalzato in onore di Ferdinando di Borbone. Da Lecce potremo spostarci con un'agevole strada statale a 4 corsie (S.S.101) per raggiungere la perla dello Ionio: Gallipoli.

Cominceremo la visita del borgo antico (l'antica isola unita alla terraferma nel 1603 dal ponte di pietra che ancora oggi unisce le due sponde) visitando i vari palazzi Vénneri, Tafuri, Ravenna, Balsamo, D'Ospina, Pirelli, D'Acugna, Briganti, De Tomasi, Pasca-Raymondo, Zacheo, Doxi ed altri ancora. La Chiesa della Purità, la Chiesa di S. Francesco con il celebre "Malladrone" che colpì la fantasia del celebre poeta Gabriele D'Annunzio che la immortalò nell'opera "La beffa di Buccari". La Cattedrale (una vera e propria pinacoteca), la doppia scalinata in carparo di S. Angelo, il museo civico, straordinario per i suoi reperti ed i frantoi ipogei che ricordano l'importanza del porto di Gallipoli durante il periodo che va dal XVI al XIX secolo, talmente importante che si batteva il prezzo dell'olio per il resto d'Europa e molti Stati aprirono dei vice-consolati in città.

Infine, ripercorrendo il ponte, si passerà a visitare il Rivellino, che insieme alla mole del castello si specchia nelle placide acque del porticciolo. Concluderemo la nostra visita in città presso la fontana ellenica con i suoi miti e leggende. Ripercorrendo buona parte della S.S.101, uscendo all'altezza di Galatone potremo visitare la facciata barocca della Chiesa del Crocifisso, e nello stesso spiazzo il palazzo Marchesale Pinelli con l'antico mastio, la chiesa di S.Sebastiano con l'ex convento e chiostro dei Domenicani.

By Raimondo Rodia

 

Attendere prego!





Gardaland Disneyland Paris
Leolandia Coupon

 

Biblioteca di viaggio

Puglia e Basilicata
In questa edizione scoprirete due delle regioni più belle e incontaminate d'Italia: vi abbronzerete sulle spiagge del Salento, vi godrete alcuni dei piatti più golosi della penisola - i frutti di mare, le orecchiette, i salumi, i formaggi accompagnati da grandi vini come il Primitivo, il Negroamaro, l'Aglianico - vi stupirete di fronte al barocco di Lecce, alla magia dei Sassi di Matera, ai vicoli di Bari, vi arrampicherete sulle scogliere del Gargano e sulle Dolomiti Lucane, ballerete la taranta fino all'alba e, per trovare finalmente riposo, dormirete in antichi trulli e masserie.

Puglia. Passeggiate nei film
Tra il cinema e la Puglia si è instaurato un forte legame. Questa regione non solo produce numerosi film e genera talenti, ma, soprattutto, possiede una forza d'attrazione che risiede tutta nella sua storia e nella sua bellezza.

Lecce. Barocco e non solo. Con DVD
Il capoluogo del Salento, terra di sorprendente e multiforme bellezza all'estremità meridionale della penisola italiana, è una città in cui il genio e il gusto degli uomini del passato ha sempre qualcosa da comunicare al visitatore, in cui le piccole glorie di pietra rappresentano la vittoria più grande sull'incedere del tempo.

Salento. Lecce
Non esiste terra più estrema del Salento: di qui non si passa, bisogna venirci di proposito. Ma di qui son passati tutti, dagli uomini primitivi ai greci, dai romani ai bizantini e via via tutte le dominazioni che hanno segnato queste terre.

Gargano, Tremiti, Monti Dauni
Dentro la Daunia, dal nome dell'antico popolo stanziatosi nell'alta Apulia, si trova tutto il meglio della nostra penisola: dal verde della Foresta Umbra fino alle baie e alle spiagge del litorale.

Puglia ricette e sapori
Cucinare in Puglia è un'arte una poesia, una festa. Una tavola pugliese ha dentro la ricerca di specialità scelte, ad una ad una, nelle mille botteghe dei paesi, ha il profumo del pane caldo, ha la freschezza del pesce comprato nei mercati dei porti al mattino presto...

Biblioteca di viaggio dei bambini

Puglia
Aneddoti curiosi e specialità gastronomiche tipiche del luogo descritto vanno a integrare le sezioni di ogni singola provincia. Inoltre una parte dedicata all'interattività (Lavoro io) con testi e immagini su cui lavorare giocando.

Favole pugliesi
Sessanta favole per sessanta "parole" per sessanta illustrazioni. "Favole pugliesi" ripropone frammenti di sapienza popolare per lo più dimenticati o, al limite, sedimentati nel "DNA culturale" di più generazioni grazie agli insegnamenti che hanno riempito il tempo e lo spazio, dove divengono indistinti l'immaginare del bambino e il narrare dell'adulto.

Questo itinerario è stato proposto da Rairo.it
HomePage