HomePage
 
SCNews Itinerari Cucina Mediateca Souk Eventi Biblioteca Iscriviti alla nostra newsletter!
 
Itinerari in Europa  Italia  Europa  Mondo  Parchi  Musei curiosi  Nowboarding  Risorse  DisneylandNews
 
Copenaghen in due giorni
La Piazza del Municipio, centro della città e congiunzione delle principali strade, è un buon punto di partenza

Copenaghen è una città dalle dimensioni modeste, con un ottimo sistema di trasporti pubblici. Così, anche se non si ha molto tempo a disposizione, è facile visitare i suoi tanti monumenti, calarsi nella sua atmosfera, visitare i musei e fare shopping. Ecco alcuni consigli per riuscire a fare un po’ di tutto questo. Scegli quel che ti piace e componi un programma secondo i tuoi desideri, i tuoi interessi e, naturalmente, il tempo a disposizione.

La Piazza del Municipio (Rådhuspladsen), centro della città e punto di congiunzione delle principali arterie stradali, è un buon punto di partenza per una passeggiata a Copenaghen. È possibile visitare alcuni dei gradevoli saloni del Municipio e salire fino in cima alla torre, da dove nei giorni limpidi si può vedere tutta la città.

Strøget – da Rådhuspladsen a Kongens Nytorv

Strøget, la famosa strada pedonale di Copenaghen, è composta da una serie di vie: Frederiksberggade, Nygade, Vimmelskaftet, Amagertorv e Østergade. È una strada sempre piena di vita, colma di negozi. E alcuni dei principali monumenti cittadini si trovano proprio a breve distanza da qui.

Fra Frederiksberggade e Nygade si trova Nytorv, con il duomo di Copenaghen, e Gammel Torv, con la fontana Caritas. Una deviazione a sinistra su per Nørregade porta al duomo, il cui interno è decorato da statue di Thorvaldsen. La chiesa ha ospitato il matrimonio fra il principe ereditario Frederik e la principessa Mary nel 2004. Dall’altra parte della strada c’è l’Università di Copenaghen.
Si può tornare su Strøget da Fiolstræde e attraverso il Jorks Passage – una delle scorciatoie della città – oppure proseguire a sinistra su Skindergade fino alla piazza Gråbrødretorv, intorno alla quale si aprono numerosi caffè e ristoranti. La Chiesa dello Spirito Santo (Helligåndskirke) si incontra poco prima della vivace piazza Amagertorv, luogo ideale per fermarsi a bere un caffè o mangiare qualcosa.

Su Amagertorv e Østergade si trovano numerosi, esclusivi negozi, in cui è possibile acquistare prodotti di note marche danesi e internazionali. Anche i grandi magazzini si trovano in questa estremità dello Strøget, poco prima di raggiungere la piazza più grande ed elegante della città, Kongens Nytorv. Qui prospettano diversi, splendidi palazzi e edifici, quali il Teatro Reale, Charlottenborg, Palazzo Tott (Ambasciata di Francia) e il famoso Hotel d’Angleterre.

Deviazioni dallo Strøget

A sud dello Strøget si trova una gradevole strada pedonale, Strædet, composta da Læderstræde e Kompagnistræde. Qui le caffetterie si alternano a negozi chic, antiquari e a piccole gallerie. Lille Kirkestræde conduce alla piazza Nikolaj Plads, dove il Nikolaj Kirkebygning ospita uno spazio espositivo dedicato all’arte contemporanea.

A nord dello Strøget c’è la Købmagergade, con la Torre Rotonda (Rundetårn) e nelle strade laterali – ad esempio la Kronprinsensgade, Pilestræde, Grønnegade e Ny Østergade – si aprono alcuni fra i negozi più trendy e caffè più alla moda di Copenaghen.

Gammel Strand e Slotsholmen

Da Amagertorv, attraversando la piazza Højbro Plads ove campeggia la statua del vescovo Absalon, il fondatore di Copenaghen, si raggiunge Gammel Strand. Si può fare una passeggiata lungo il canale, dove un tempo si trovava il mercato cittadino del pesce – e oggi è rimasta una sola pescivendola - oppure lasciarsi tentare da un’escursione in battello lungo i canali e la zona portuale, per vedere la città da una prospettiva del tutto diversa.

Il castello di Christiansborg a Slotsholmen è sede del Parlamento danese, Folketinget, e ospita i locali di rappresentanza della casa reale. A fianco del castello si eleva il Palazzo della Borsa (Børsen), con la sua singolare guglia composta da code intrecciate di draghi, e, poco lontano, il Museo Thorvaldsen.

Dalla Tøjhusgade si accede a una delle piccole oasi verdi della città, il giardino della Biblioteca Reale. Qui si sosta per una pausa piacevole prima di proseguire alla volta di Christians Brygge dove si trova il nuovo edificio della Biblioteca Reale, il cosiddetto Diamante Nero. Il suo prospetto si innalza sul mare e fronteggia il punto di balneazione di Islands Brygge.

Passando per il maneggio e il ponte Marmorbro si raggiunge il Museo Nazionale, che merita una visita. Lo stesso può dirsi del vicino museo d’arte e archeologia Ny Carlsberg Glyptotek sulla H. C. Andersen Boulevard.

Nyhavn, Bredgade e Amalienborg

Nyhavn, con le sue belle case antiche allineate lungo la banchina che costeggia il canale, si trova proprio a nord di Kongens Nytorv. Qui le caffetterie sono sempre piene di avventori, quasi 24 ore su 24. Bredgade ospita in quantità gallerie, mercanti d’arte e case d’asta. Sulla sinistra si innalza Frederikskirken, meglio conosciuta come Chiesa di Marmo (Marmorkirken): val la pena di entrare e dare una sguardo alla gigantesca cupola. Sulla destra, un po’ più a nord, un altro luogo da visitare: il Museo di Arti Applicate (Kunstindustrimuseum).

Il Castello di Amalienborg, residenza dei reali, si trova a pochi passi da Bredgade. Se si arriva alle 12 si può assistere al cambio della guardia effettuato ogni giorno dalle sentinelle. Se i reali sono a palazzo, i soldati sono accompagnati da una banda musicale.

Dalla piazza del castello, ornata dalla bella statua equestre di Saly, si ammira in tutto il suo splendore il nuovo edificio dell’Opera. Si può raggiungere il giardino di Amaliehave, che dà sul porto, per godersi il panorama. Non solo sull’acqua, ma anche all’indietro, oltre la fontana, sulla piazza e la Frederikskirke.

Langelinie e La Sirenetta

Percorrendo Bredgade, Amaliegade o le banchine del porto, si arriva a Grønningen. Qui si trova la monumentale fontana di Gefion, circondata da un’impalpabile nube di spruzzi d’acqua. Alle sue spalle l’accesso a Kastellet, con gli antichi bastioni e le opere difensive. Su Langelinie siede la statua della Sirenetta, e da qui si può osservare l’avamposto difensivo sull’isola Trekroner, Holmen con il nuovo edificio dell’Opera e il pittoresco quartiere di Christianshavn, sulla sponda opposta del porto.

Il bus della linea 26, che si prende all’India Kaj alle spalle di Langelinie, riporta in centro, toccando Kongens Nytorv, la piazza Rådhuspladsen e la Stazione Centrale. Se si scende a Kongens Nytorv basta fare pochi passi lungo Gothersgade per raggiungere il parco Kongens Have, uno dei più belli della città, e il castello di Rosenborg, dove sono custoditi i gioielli della corona danese.
Sull’angolo fra Østre Voldgade e Sølvgade, a nord di Kongens Have, si trova il Museo Statale d’Arte (Statens Museum for Kunst), la galleria nazionale danese, e sull’angolo opposto l’Orto Botanico con la grande serra delle palme. Siamo vicini alla Stazione di Nørreport, da dove si possono prendere treni, autobus e metro verso tutte le direzioni.

Oltre il centro

Gli antichi quartieri intorno al centro storico di Copenaghen in questi anni stanno vivendo un radicale rinnovamento. Lo sviluppo è visibile per ogni dove e Vesterbro, Nørrebro, Østerbro e Islands Brygge scoppiano di energia. Le vecchie case vengono restaurate e accanto a esse si realizzano nuovi edifici dall’architettura modernissima. La vitalità di questi quartieri è dovuta anche alla presenza di molti giovani, che li hanno eletti a residenza.

Una buona conclusione di giornata

Per concludere la giornata si può cenare piacevolmente in uno dei tanti ristoranti di Copenaghen o visitare il parco di Tivoli, durante l’estate o in occasione del delizioso mercatino natalizio che si svolge in novembre – dicembre. È anche possibile andare a teatro o all’Opera. Sul sito www.aok.dk sono presenti diversi programmi e offerte, mentre per prenotare biglietti si può andare su www.billetnet.dk

Per tutte le informazioni: www.visitdenmark.com






La vera letterina di Babbo Natale

 

Biblioteca di viaggio

Svezia
Le lunghe giornate estive illuminano le vibranti cittadine, dove storia e tradizione si sposano con un moderno fermento culturale...

Stoccolma
Una città tutta da scoprire in questo album con 6 dettagliate carte pieghevoli.

Stoccolma. Con cartina
A Stoccolma potrete incontrare: una lettura di poesie allo Street, il mercato e luogo di ritrovo più di tendenza di Sòdermalm...

Danimarca
Famoso per la sua politica progressista e per la tolleranza diffusa, questo piccolo paese offre al visitatore molto da vedere

Copenhagen. Con cartina
A Copenaghen incontrerete l'atmosfera hygge (piacevole) da vivere in compagnia; in un caffè all'aperto a lume di candela, i fuochi d'artificio del Tivoli, gli splendidi gioielli della corona nel fiabesco RosenborgSlot, ostriche e aragoste da gustare al Noma, ristorante premiato con due stelle Michelin, vedute da cartolina durante un'escursione lungo il pittoresco canale di Nyhavn, il tiepido sole del nord sulla pelle nella spiaggia dell'Amager Strandpark

Moleskine City Notebook Copenhagen
Un taccuino speciale destinato ai viaggiatori, per turismo o per lavoro, che vogliono organizzare il proprio viaggio e conservarne memoria, e ai residenti, che voglio organizzare le proprie informazioni sulla città in cui vivono.

Moleskine City Notebook Stockholm
Il taccuino, dotato di copertina cartonata con angoli ricurvi e chiusura ad elastico, è composto da 228 pagine di carta senza cloro, rilegate a punto refe, e dispone di una tasca interna a soffietto e di tre segnalibri di colori diversi.

Pippi Calzelunghe, piccola grande cuoca. Comfort food in salsa svedese
Chi, anche soltanto per una volta, non ha desiderato di essere seduto accanto a Tommy e Annika sul cassone della legna, davanti al fuoco scoppiettante, a guardare Pippi che ritaglia biscotti (almeno cinquecento!) o prepara frittelle di mele?

 

Questo itinerario è stato proposto dallo Staff
HomePage