HomePage
 
SCNews Itinerari Cucina Mediateca Souk Eventi Biblioteca Iscriviti alla nostra newsletter!
 
Itinerari in Europa  Italia  Europa  Mondo  Parchi  Musei curiosi  Nowboarding  Risorse  DisneylandNews
 
Danimarca: le città "verdi" danesi
Copenaghen capitale mondiale dell'ambiente nel 2009

Copenaghen ospiterà il Summit ONU sul Clima nel dicembre 2009, un evento per il quale sono attesi oltre 10mila partecipanti da 170 paesi del mondo. Si tratta di un’occasione unica che darà alla Danimarca la possibilità di influire significativamente sull’agenda internazionale nell’ambito dell’ambiente nei prossimi anni. Il grande obiettivo, secondo il ministro dell’ambiente del governo danese, Connie Hedegaard, è quella di arrivare a un nuovo accordo globale riguardante le riduzioni di CO2 dopo il 2012, quando il protocollo di Kyoto scadrà.
Per informazioni sul Summit ONU sul Clima 2009: www.copenhagenclimatecouncil.com.

La Danimarca è un paese che da sempre attribuisce grande importanza all´ambiente, non solo a parole, ma anche con i fatti. I danesi proteggono con cura la natura che li circonda e la loro consapevolezza ambientale è nota in tutto il mondo. Il 75% della popolazione possiede una bicicletta e almeno la metà la usa regolarmente: la casalinga per fare la spesa, il postino per le sue consegne, il dirigente d’azienda in giacca e cravatta e lo studente. Nei centri urbani solo il 30% della popolazione guida, il resto cammina, va in bici, prende il treno o i mezzi di trasporto pubblici.

Il paesaggio danese non è stato guastato dall’invadenza delle stazioni nucleari e i piloni dell’alta tensione si vedono raramente. In compenso, altissimi mulini a vento sono diventati negli ultimi anni una componente naturale del paesaggio rurale, come i tipici campi gialli di colza e le acque blu delle insenature. E grazie ai miglioramenti della tecnologia delle turbine, l’energia eolica soddisfa ormai circa il 20% del fabbisogno energetico nazionale e nel 2015 potrebbe arrivare al 35%. Molte sono le turbine poste nelle profonde acque danesi, per esempio a Middlegrunden all’entrata del porto di Copenaghen e a Horns Rev, nello Jutland occidentale, la più imponente centrale eolica off-shore del paese (80 turbine).

La Danimarca è all’avanguardia anche per quanto riguarda l’energia solare: sulla splendida isola di Ærø a sud della Fionia, è stato creato il più grande sistema di pannelli solari del mondo. Le tecnologie che sfruttano l’energia solare, si sono diffuse soprattutto nelle abitazioni private. Se si visita uno degli eco-villaggi danesi, si può constatare che l’energia solare è una delle più comuni risorse per avere l’acqua calda al mattino. Le case sono state costruite usando chiodi, legno e mattoni riciclati e alcune sono costruite interamente con paglia e l’acqua piovana è conservata, riciclata e usata per tutto, tranne che per essere bevuta.

Ma in Danimarca l’attenzione per la sostenibilità e la tutela dell’ambiente non si limita al fenomeno degli eco-villaggi: in soli 10 anni il consumo d’acqua è calato del 40%, i coltivatori usano sempre meno diserbanti e pesticidi, le industrie hanno adottato delle politiche ambientali consapevoli e la quantità di prodotti con etichetta ecologica disponibili sul mercato è in aumento anno dopo anno. L’ecologia è diventata parte integrante della vita quotidiana.

TURISMO SOSTENIBILE - Nel 1997 è nata l’organizzazione Destinazione 21, per la promozione del turismo sostenibile in una determinata destinazione. Una località che si è guadagnata la definizione “Destinazione 21” è un luogo ecocompatibile, dove si presta particolare attenzione all´ambiente e alla sua fruizione da parte dei turisti, si garantiscono piacevoli opportunità di tipo culturale, e si risparmia il più possibile nel consumo di acqua, energia e sostanze chimiche. Sono sempre più numerosi gli alberghi, i villaggi vacanze, i campeggi, le locande e gli ostelli danesi che possono fregiarsi di questo marchio di qualità "La Chiave Verde”, che certifica che un albergo, un villaggio vacanze o un ostello rispetta ben 55 misure ambientali.

Anche la vacanza in fattoria è una forma di vacanza verde: in molte località del paese è possibile visitare fattorie che praticano sistemi di allevamento e coltivazione biologici e magari assaggiare i prodotti venduti nel mercatino vicino.

E che dire della limpidezza delle acque danesi? Nel 2006, ben 211 spiagge e 77 porticcioli turistici hanno potuto innalzare la Bandiera Blu, attribuita per la pulizia dell’acqua e l’alta qualità dei servizi e delle strutture. L´acqua comunque è pulita anche dove non c´è la bandiera blu: appena 8 km di costa, infatti, risultano non balneabili. In quale altra città europea l’acqua del porto è talmente pulita che è addirittura possibile nuotarvi? A Copenaghen, vicino alla via dello shopping Fisketorvet si trova il Copencabana, uno dei bagni del porto, aperti dalla prima settimana di giugno fino alla prima di settembre. Un altro si trova a Islands Brygge, a 115 metri dal ponte Langebro, composto da una piscina per adulti, una per bambini e una per fare immersioni, capaci di accogliere fino a 600 bagnanti. Inoltre, a dieci chilometri dalla piazza del municipio si trova il Køge Bugt Strandpark, sette chilometri di spiaggia pubblica composta da dune di sabbia, lagune protette dal mare aperto e piste ciclabili. Un’altra spiaggia artificiale, ancora più vicina al centro cittadino è Strandpark Amager, dove è possibile affittare una canoa, fare un picnic o una grigliata in tutta libertà.

La palma di città “verde” non spetta solo a Copenaghen: Aalborg nello Jutland settentrionale è una città in rapida crescita, ma i temi dell’ambiente e della sostenibilità restano i fattori chiave del suo progresso. La Carta di Aalborg, stilata nel 1994 nell’ambito della campagna delle città europee sostenibili, è considerata una brillante iniziativa in tutta Europa. La città ha tutte le carte in regola per offrire un soggiorno gradevole: un delizioso centro storico con pittoresche stradine e case antiche, interessanti musei come il museo d’arte moderna e contemporanea Nordjyllands Kunstmuseum e attrazioni, ottimi ristoranti ed eccellenti opportunità di shopping.

Ad appena mezz’ora di macchina dal centro cittadino si staglia la natura selvaggia di Lille Vildmose, ovvero la “piccola palude selvaggia” dove è possibile avvistare daini rossi, aquile reali, cinghiali selvaggi, e cuccioli di volpe.

E come non ricordare Århus, per importanza la seconda città della Danimarca. Qui nel 1998 è stata firmata dalla Comunità europea e dai suoi Stati membri una convenzione che prende il suo nome, sulla disponibilità delle informazioni, la partecipazione dei cittadini e l´accesso alla giustizia in materia ambientale, intesa a sensibilizzare e coinvolgere la popolazione nelle questioni ambientali, nonché a migliorare l´applicazione della legislazione sull´ambiente.

Muovendosi appena verso sud si possono ammirare, parallele alla costa, le foreste di Marselisborg, dove di trova l’omonimo pittoresco castello. Suggestiva anche l’area che costeggia il lago Brabrand, situato ad ovest di Århus, costituita da boschi di salici e da canneti e caratterizzata da una ricca colonia di uccelli, un posto ideale per gli amanti del bird watching.

Le attente e lungimiranti politiche ambientali e la sensibilità dei danesi in materia, fanno della Danimarca la meta ideale per chi ama una natura intatta, ispiratrice di benessere e tranquillità interiore.

Per tutte le informazioni: www.visitdenmark.com

 






La vera letterina di Babbo Natale

 

Biblioteca di viaggio

Svezia
Le lunghe giornate estive illuminano le vibranti cittadine, dove storia e tradizione si sposano con un moderno fermento culturale...

Stoccolma
Una città tutta da scoprire in questo album con 6 dettagliate carte pieghevoli.

Stoccolma. Con cartina
A Stoccolma potrete incontrare: una lettura di poesie allo Street, il mercato e luogo di ritrovo più di tendenza di Sòdermalm...

Danimarca
Famoso per la sua politica progressista e per la tolleranza diffusa, questo piccolo paese offre al visitatore molto da vedere

Copenhagen. Con cartina
A Copenaghen incontrerete l'atmosfera hygge (piacevole) da vivere in compagnia; in un caffè all'aperto a lume di candela, i fuochi d'artificio del Tivoli, gli splendidi gioielli della corona nel fiabesco RosenborgSlot, ostriche e aragoste da gustare al Noma, ristorante premiato con due stelle Michelin, vedute da cartolina durante un'escursione lungo il pittoresco canale di Nyhavn, il tiepido sole del nord sulla pelle nella spiaggia dell'Amager Strandpark

Moleskine City Notebook Copenhagen
Un taccuino speciale destinato ai viaggiatori, per turismo o per lavoro, che vogliono organizzare il proprio viaggio e conservarne memoria, e ai residenti, che voglio organizzare le proprie informazioni sulla città in cui vivono.

Moleskine City Notebook Stockholm
Il taccuino, dotato di copertina cartonata con angoli ricurvi e chiusura ad elastico, è composto da 228 pagine di carta senza cloro, rilegate a punto refe, e dispone di una tasca interna a soffietto e di tre segnalibri di colori diversi.

Pippi Calzelunghe, piccola grande cuoca. Comfort food in salsa svedese
Chi, anche soltanto per una volta, non ha desiderato di essere seduto accanto a Tommy e Annika sul cassone della legna, davanti al fuoco scoppiettante, a guardare Pippi che ritaglia biscotti (almeno cinquecento!) o prepara frittelle di mele?

 

Questo itinerario è stato proposto dallo Staff
HomePage