HomePage
 
SCNews Itinerari Cucina Mediateca Souk Eventi Biblioteca Iscriviti alla nostra newsletter!
 
Itinerari in Europa  Italia  Europa  Mondo  Parchi  Musei curiosi  Nowboarding  Risorse  DisneylandNews
 
Alla scoperta delle Fiandre
Quest'estate io e la mia ragazza armati di voglia di vedere e di camminare...
Bruxelles, Grand place Bruxelles, Saint-Michel Bruxelles, Manneken-pis Anversa, Grote-markt Brugge, tramonto-sui-canali Brugge Gent, castello-dei-conti-di-fi ...ci siamo concessi una vacanza in una meta un po' poco convenzionale ....le Fiandre.

Ci siamo fatti fare un programma dalla nostra agente di viaggi di fiducia ed abbiamo ricevuto qualche dritta da una nostra amica appena tornata da 6 mesi di studio a Bruxelles.

Il primo giorno siamo partiti da ancona in aereo direzione Bruxelles, la nostra base per i primi 3 giorni, avevamo l'albergo proprio dietro la Grand place, lo scorcio più bello della città; in un pomeriggio riusciamo a visitare tutto il centro storico, compresa la cattedrale di Saint-Micheal, la galleria du roi, il palazzo reale e la fontanella di Manneken pis (il monumento più amato dai brussellesi).

La sera abbiamo cenato in un ristorante di pesce del centro (prima ed ultima volta visto i prezzi) e poi siamo andati in cerca dei pub più vecchi della città, come La beccasse, à la mort subite e il Toons che è anche museo e teatro dei burattini.

Il secondo giorno siamo andati in metro nella zona dell'Heysel a vedere l'atomium e il parco del castello reale.

Il terzo giorno siamo partiti in treno per Leuven (da non confondere con louvain la neuve) bellissima città universitaria dove si svolge tutti gli anni un importante festival rock; abbiamo visto la piazza centrale con la stupenda facciata del municipio e il beghinaggio (un piccolo villaggio medievale all'interno della città abitato dalle suore). Zuppi d'acqua siamo poi ritornati alla base.

Il quarto giorno partenza per Anversa, il primo monumento che visitiamo è subito la stazione, costruita in stile gotico, poi la mastodontica cattedrale sorretta su 7 navate, molto bella la piazza centrale, dove sopra ogni casa c'è una statua dorata che rappresenta il mestiere del padrone di casa.
La sera ci siamo goduti un romantico tramonto sul porto e poi solito giro di pubs.

Il quinto giorno abbiamo preso il treno per Brugge nostra terza tappa, abbiamo scaricato i bagagli all'hotel Adornes (vivamente consigliato) e ci siamo girati il centro storico con le bici dell'albergo, il modo migliore per spostarsi per le stradine di pavè della città.

A Brugge abbiamo passato i due giorni più belli del viaggio, mi sono innamorato di quella città, dei suoi canali, del centro medioevale ancora intatto , delle piazze, dei palazzi, dei mulini a vento, del beghinaggio e delle pedalate nella pista ciclabile fino al lago degli innamorati.
Da evitare invece una sortita verso la costa, meglio passare un giorno in più a Brugge.

Il settimo giorno siamo partiti Gent, nostra quarta tappa, una città ricca di palazzi storici e chiese di grande fascino, come il castello dei conti di Fiandra, il castello de duivsten, il belfort, la cattedrale, la chiesa di saint-nicolas e gli edifici medievali che si affacciano sul Gras-lei, la passeggiata sul canale di Gent;
ma la cosa che più ci è piaciuta della città è stato il clima che abbiamo respirato quando ci siamo ritrovati in mezzo ad una festa di quartiere multietnica, nella quale belgi ed immigrati erano seduti agli stesso tavoli a gustare piatti tipici turchi, indiani o africani, un nitido esempio di quello che dovrebbe essere l'integrazione nella società moderna.

L'ottavo giorno ritorno a bruxelles per effettuare gli ultimi acquisti, birra e cioccolata da portare a casa, ed il giorno seguento ritorno a casa.

E' stato un'affascinante viaggio che consiglio soprattutto alle coppie ed a chiunque abbia voglia di vedere tanta storia passeggiando sull'antico pavè fiammingo.







 

Biblioteca di viaggio

Belgio e Lussemburgo
Lonely Planet vi accompagna alla scoperta del Belgio e del Lussemburgo, nei posti migliori dove mangiare cozze e patatine fritte o assaggiare il cioccolato belga, in un museo d'arte surrealista, nelle Ardenne a piedi o in bicicletta.

Belgio
Paese spesso ingiustamente trascurato, il Belgio non è solo una meta d'affari a cui aggiungere un week-end nei dintorni di Bruxelles. Il suo territorio è piccolo, ma ricchissimo di siti di interesse artistico, storico e naturalistico. I suoi abitanti sono ospitali e sempre cordiali.

Bruxelles. Itinerari d'autore
La bellezza, la storia e la personalità originale di Bruxelles vengono svelate attraverso le sue incongruità architettoniche, le passioni dei suoi abitanti, le sue contraddizioni, i misteri del suo fiume sotterraneo... Con l'ausilio delle illustrazioni originali, questa guida ci proietta nell'immaginario dell'autore proponendoci un approccio nuovo e inedito alla realtà della capitale belga.

Bruxelles, Bruges, Anversa e Gand
Che cosa incontrerete a Bruxelles, Anversa e Gand? Le gite in bici o in battello lungo tranquille vie d'acqua; le squisite praline aromatizzate con tè esotici, la distesa del Mare del Nord dal finestrino di un tram litoranee; vestiti firmati dagli stilisti degli Antwerp Six; l'avanguardia della moda belga, una birra da ordinare battendo le dita della mano contro il palmo, secondo un preciso codice gestuale; i croccanti frites, gaufres fumanti e vino caldo, da gustare tra le bancarelle di un mercato cittadino.

Moleskine City Notebook Bruxelles
Un taccuino speciale destinato ai viaggiatori, per turismo o per lavoro, che vogliono organizzare il proprio viaggio e conservarne memoria, e ai residenti, che voglio organizzare le proprie informazioni sulla città in cui vivono. Il taccuino, dotato di copertina cartonata con angoli ricurvi e chiusura ad elastico, è composto da 228 pagine di carta senza cloro, rilegate a punto refe, e dispone di una tasca interna a soffietto e di tre segnalibri di colori diversi.

Pancakes e waffles
Pancakes e waffles, le specialità di Nonna Papera che fanno sognare grandi e piccini: piccoli pani dall'impasto soffice e leggermente umido, un po' spugnoso e ricco di sapore. Dolci, salati, con frutta fresca e secca, sono facili e veloci da preparare e vanno bene per colazione, pranzo e merenda.

 

Questo itinerario è stato proposto da Giovanni, puoi contattarlo:
HomePage