HomePage
 
SCNews Itinerari Cucina Mediateca Souk Eventi Biblioteca Iscriviti alla nostra newsletter!
 
Itinerari in Europa  Italia  Europa  Mondo  Parchi  Musei curiosi  Nowboarding  Risorse  DisneylandNews
 
Fuerteventura 2007... in viaggio con i bambini
Vogliamo condividere con voi questo bellissimo viaggio a Fuerteventura che ci ha davvero entusiasmato!
Siamo partiti da verona coi nostri bimbi di 2 e 4 anni, avevamo già deciso che non sarebbe stata la classica vacanza "statica" ma avevamo tutte le intenzioni di noleggiare una macchina sul posto e girare l'isola, ogni giorno in un posto diverso.

Per questo abbiamo prenotato presso un hotel a Corralejo, a mezza pensione. Questa scelta ci ha consentito di risparmiare parecchio sul costo del viaggio, ed è inoltre una formula più adatta alla vacanza "dinamica" che avevamo scelto... infatti dopo una sostanziosa colazione si partiva, si mangiava fuori al sacco (in tutta l'isola ci sono molti modi per pranzare senza spendere troppo, ristorantini, supermercati, Mc Donald's, chioschi) e si ritornava giusto in tempo per la ricca cena a buffet. In questa struttura (più simile a un residence che a un hotel) la cucina è davvero ottima, le stanze ampie, l'animazione è molto blanda, cose che hanno incontrato i nostri gusti e reso ancora più piacevole il nostro soggiorno.

Inoltre Corralejo è una cittadina ben servita, con ospedali, farmacie, benzinai, locali, negozietti ecc. Da tener conto che da Corralejo partono i traghetti per Lanzarote, e un giorno vale la pena dedicarlo anche all'esplorazione di quest'altra fantastica isola.
Oltretutto vicino a Corralejo (una mezz'oretta a piedi) c'è il parco naturale delle dune che secondo noi è il posto più suggestivo dell'isola.

Il primo giorno l'abbiamo dedicato all'ambientamento in Corralejo e alla scelta di un'auto a noleggio.... con il noleggiatore locale ci siamo trovati benissimo e abbiamo speso poco, circa 110 euro per 5 giorni.

Il giorno successivo abbiamo visitato la parte sud dell'isola, verso Jandia... le strade di Fuerte sono bellissime e non c'è traffico, quindi si percorre l'isola da nord a sud in circa 1 ora e mezza e in modo scorrevole e panoramico!

A Sotavento il mare è una meraviglia con una lingua di sabbia che corre parallela alla spiaggia e il mare in mezzo come una piscina... l'unica nota dolente è che le strade per raggiungere tutte queste meravigliose spiagge del sud (specie Cofete che è dalla parte opposta), sono sterrate e impegnative, quindi più adatte a una coppia avventurosa senza bimbi piccoli che in auto si annoiano.

Dato che oltretutto quel giorno c'era un vento fortissimo, abbiamo preferito visitare il faro di Jandia, con una spiaggia bianca bellissima e gli scoiattolini che vengono a mangiare dalle mani, i bimbi sono impazziti!

Il terzo giorno l'abbiamo dedicato alla spiaggia nel parco delle dune... si parcheggia l'auto lungo la strada e ci si avventura a piedi tra le dune bianche, con la netta sensazione di trovarsi in mezzo al deserto... per poi raggiungere un mare che nei giorni poco ventosi quando è calmo è assolutamente caraibico...

E' affascinante il fenomeno delle maree molto intenso che fa cambiare completamente la spiaggia e i suoi colori nel giro di poche ore.

Il quarto giorno abbiamo viaggiato attraverso l'entroterra che con i suoi vulcani spenti e i colori rossastri è ovunque incantevole, a momenti pare di stare su un altro pianeta... Bellissimi i paesini bianchi tra i cactus, le enormi piante di aloe e le gigantesche palme...

Per prima cosa abbiamo intrapreso l'unica lunga strada sterrata per vedere il relitto dell'American Star (arenata nei pressi di Ajuy sulla costa occidentale), purtoppo ormai quasi completamente sommerso dalle acque rispetto alle foto che trovate in rete, ha perso parte del suo fascino. E' stata ad ogni modo una bella avventura, e playa de garcey coi suoi sassi blu e la sabbia nera vulcanica tra le rocce scoscese era comunque affascinante.

Siamo passati per la zona montagnosa per raggiungere la vecchia capitale Betancuria, assolutamente incredibile il paesaggio sulla strada che costeggia la montagna brulla, con i cabritos selvatici che si arrampicano tra le rocce....

Il quinto giorno abbiamo preso il sole vicino a Corralejo, alla Flag Beach, la spiaggia dei surfisti, un mare spettacolare con il suggestivo isolotto di Los Lobos di fronte... nelle giornate limpide si vede bene anche Lanzarote. Il pomeriggio l'abbiamo passato al Cotillo, stupenda la visuale delle scogliere dall'alto. Nei pressi del ristorante azzurra ci sono delle spiagge molto carine, adatte ai bambini, con delle piscine naturali vicino alle rocce vulcaniche. La parte Nord dell'isola è molto brulla, con delle onde molto alte... abbiamo visitato il faro mente il tempo era nuvoloso e ciò ha reso lo spettacolo ancora più suggestivo.

L'ultimo giorno il tempo non era molto bello e abbiamo deciso di spendere circa 110 € per visitare Lanzarote, ci siamo imbarcati con la macchina e l'abbiamo girata un pò tutta in una giornata. Una spesa extra che consiglio a tutti perchè il paesaggio è incantevole...

Se potete andateci col brutto tempo, i colori scuri che caratterizzano l'isola si intensificano, quelli chiari risaltano... uno spettacolo, specie la zona del Parco Nazionale di Timanfaya e il suo paesaggio lunare. Andate a visitare assolutamente anche la Laguna Verde, una vera meraviglia della natura... un lago verde fluorescente su una spiaggia nera tra rocce rossastre, stupenda.

Per concludere, anche se partite coi bambini non fatevi spaventare dal forte vento che va e viene a giornate, se potete portate con voi una di quelle tende parasole da spiaggia che si montano in fretta (vanno zavorrate il più possibile coi sassi vulcanici facilmente reperibili!!!), perchè possono permettervi di godere il sole e il mare coi bimbi anche quando c'è vento.

E' stata una bellissima vacanza, la consigliamo a tutti... grandi e piccoli!

Franci e Claudio







 

Biblioteca di viaggio

Spagna settentrionale
Castiglia-León, Barcellona, Catalogna, Andorra, Aragona, Paese Basco, Navarra e La Rioja, Cantabria e Asturie, Galizia...

Spagna centrale e meridionale
La guida segnala le feste che rendono particolare il viaggio, offre dettagliati percorsi a piedi, con indicazione delle distanze e della percorrenza, orari aggiornati di musei noti e meno noti.

Barcellona
Barcellona è e non è Spagna: la seconda città spagnola dopo Madrid è anche la capitale della regione autonoma della Catalogna...

Madrid. Con cartina
Una città che "sprizza" vitalità, energia e dinamismo e che esprime la propria essenza nel movimento che anima le sue strade: da vivere forse ancor più che da vedere...

Moleskine pocket. City Notebook Madrid
Un taccuino speciale destinato ai viaggiatori, per turismo o per lavoro, che vogliono organizzare il proprio viaggio e conservarne memoria...

Storia politica di Euskadi ta Askatasuna e dei Paesi Baschi
La storia di un'organizzazione armata che dal 1959, anno della sua nascita, non ha mai cessato di sparare...

Il Cammino di Santiago. Con DVD
"Il Cammino di Santiago" racconta il viaggio del narratore Paulo lungo il sentiero dei pellegrini che conduce a Santiago di Compostela, in Spagna. Un libro del grande Paulo Coelho

La via di Santiago
Per Natalino Russo, che ha percorso il Camino de Santiago lungo tre itinerari diversi, le convinzioni iniziali si sono andate trasformando di tappa in tappa...

Andalusia
Emozionante, piena di colore e di vita, l'Andalusia rispecchia questa sua caratteristica vivacità soprattutto in quella particolare forma d'arte che è il flamenco...

Siviglia
Una città tutta da scoprire in questo album con 6 dettagliate carte pieghevoli. Di quartiere in quartiere, per tutti i gusti e tutte le tasche: una scelta di 60 luoghi da non perdere, una selezione di 150 indirizzi

Valencia
Una città tutta da scoprire in questo album con 6 dettagliate carte pieghevoli. Di quartiere in quartiere, per tutti i gusti e tutte le tasche: una scelta di 60 luoghi da non perdere, una selezione di 150 indirizzi di ristoranti, caffè, sale da tè e da concerto, bar, teatri, negozi, mercati, alberghi.

Ibiza e Formentera
Ibiza è una delle capitali del divertimento mondiale: questa fama rischia però di oscurare le bellezze naturali dell'isola, che vanta magnifiche spiagge ancora incontaminate e un entroterra ricco di boschi.

Isole Canarie
Dalle isole occidentali, meno conosciute, al Parque Nacional de Garajonay, sito dichiarato Patrimonio dell'Umanità, dal vulcano di Tenerife alla Cueva de los Verdes di Lanzarote

Tenerife
Hotel, appartamenti, ristoranti e tapa-bar illustrati nel dettaglio e con l'indicazione dei prezzi. Informazioni sulle cose da vedere, le gite, i divertimenti, lo shopping e gli sport.

Fuerteventura
Attirati dalle fiestas, dalle discoteche e dai club aperti fino a tardi, dai parchi acquatici e dai campi da golf, i turisti esplorano in ogni stagione l'esuberante Fuerteventura...

Il libro delle tapas
"Il libro delle tapas" propone un'imperdibile raccolta di semplici ricette originali di tapas, dai gambas al ajillo, i gamberi all'aglio, alla tortilla de patatas a la espanola, la tornila di patate alla spagnola. Scritto da Simone e Inés Ortega, con un'introduzione del celebre chef di tapas spagnolo José Andrés, il volume dimostra quanto le tapas siano versatili e gustose.

3000 anni di cucina spagnola
Questo libro ha l'ambizione non solo di far conoscere e provare tutto (o quasi) ciò che si gusta e si cucina in Spagna, dalla Catalogna alle Baleari, dai Paesi Baschi a Siviglia, dall'Estremadura ai Pirenei, ma di raccontarne la storia, dalle origini...

... e tutti i film sulla Spagna, cliccando qui!

 

 

 

Questo itinerario è stato proposto da Franci e Claudio, puoi contattarli:
HomePage