HomePage
 
SCNews Itinerari Cucina Mediateca Souk Eventi Biblioteca Iscriviti alla nostra newsletter!
 
Itinerari in Italia  Italia  Europa  Mondo  Parchi  Musei curiosi  Nowboarding  Risorse  DisneylandNews
 
Pisa: itinerari da scoprire
Visitare Pisa significa entrare nel cuore della Toscana tra Medioevo e Rinascimento: un centro storico imperdibile e la famosa e suggestiva Torre Pendente

Pisa è una delle città più belle e famose della Toscana.

Visitare la città significa non perdersi innanzitutto Piazza dei Miracoli, il Duomo e la celebre Torre Pendente.

La Piazza iniziò a prendere forma a partire dal 1063 con la Basilica di Santa Maria Assunta. L’edificio, in stile romanico-pisano, è di grandi dimensioni e ha una splendida e suggestiva facciata. All’interno vi possiamo ammirare il Pulpito di Giovanni Pisano e la Lampada di Galileo Galilei. L’abside è decorata con il Mosaico del Redentore con la Madonna e S. Giovanni Evangelista, opera, quest’ultima, di Cimabue.

Dopo la Cattedrale, da visitare è il Battistero dove si trova il Fonte Battesimale e il bellissimo Pulpito di Nicola Pisano. Questo edificio è famoso per la sua acustica ed, infatti, molto spesso vi hanno sede esibizioni canore.

L’attenzione del visitatore sarà senza dubbio colpita dalla Torre campanaria. Alta 55 metri, con una pendenza di 5° verso Sud, il Campanile di Pisa suscita l’incredulità dei turisti che da sempre si divertono a trovare la posizione migliore in cui scattare la più classica delle foto ricordo mentre, in qualche modo, la sorreggono.

L’ultimo edificio da visitare nella Piazza, è il Camposanto Monumentale. Il suo interno è costituito da quattro gallerie che si affacciano sulla Terra Santa di Gerusalemme. Il Camposanto è ricco di reperti e sarcofagi di epoca romana, inoltre, in una sala si possono vedere gli affreschi trecenteschi di Buonamico Buffalmacco, tra cui “Il Trionfo della Morte”.

Ma Pisa non offre al turista soltanto Piazza del Duomo. Il Centro Storico è un piccolo gioiello tra Medioevo e Rinascimento, caratterizzato da vicoli, piazze, vecchie strade, tutte da scoprire.

Da non perdere è Piazza dei Cavalieri, antica sede politica della Repubblica Pisana, con la Chiesa di S. Stefano, il Palazzo della Canonica, il Palazzo del Consiglio, il Collegio Puteano e la Torre dell’Orologio con la nota Torre della Fame, citata da Dante Alighieri nella Divina Commedia a proposito del Conte Ugolino.

Il palazzo principale, che domina l’intera Piazza, rimane il bellissimo Palazzo della Carovana, sede della Scuola dei Cavalieri, che oggi ospita la Scuola Normale Superiore.

Altre piccole chicche sono Piazza del Mercato o delle Vettovaglie, molto vissuta dai Pisani soprattutto con l’inizio della bella stagione e Borgo Stretto, via dello shopping di eccellenza, ma anche strada trecentesca ricca di monumenti come la Chiesa di S. Michele in Borgo.

Pisa riserva belle sorprese anche attraversando l’Arno, il suo fiume. È, quindi, opportuno oltrepassare il Ponte di Mezzo da dove sarà possibile ammirare il Palazzo Comunale, del trecento, e le Logge dei Banchi.

Davvero suggestivo è passeggiare sui Lungarni ammirando i Palazzi e le Case-Torre medievali fino a giungere alla piccola e incantevole Chiesa della Spina, eretta nel XIII secolo, chiamata così in quanto custodiva una Spina della Corona di Cristo.

I Lungarni di Pisa si possono scoprire anche da un punto di vista diverso e privilegiato: in battello.

Vicino Pisa si trova Volterra. La cittadina affonda le sue radici in tremila anni di storia.

Del periodo etrusco rimangono la cinta muraria, l’imponente Porta all’Arco, la Necropoli e reperti archeologici visibili nel Museo Etrusco Guarnacci, dall’Ombra della Sera, con il suo profilo unico, alle urne cinerarie, ai gioielli. Il Teatro di Vallebona, di età augustea mostra l’importanza che Volterra ebbe in età romana.

La struttura della città odierna risale al Medioevo: la cinta muraria, il tracciato urbano, i palazzi, le case-torri, le chiese come la Cattedrale ed il Battistero.

Il Rinascimento interessa Volterra, ma senza alterarne l’atmosfera medievale. Di questo periodo, ad esempio, sono i palazzi Minucci Solaini, Incontri-Viti, Inghirami, inseriti comunque nel contesto urbano medievale e l’imponente Fortezza Medicea.

Visitando Volterra sarà imperdibile un'occhiata all'artigianato in alabastro, con capolavori degni dei migliori artisti. E' possibile visitare numerose esposizioni e botteghe artigiane sparse in tutta la città.

Nei dintorni da non perdere sono anche la Basilica di San Piero a Grado, di impronta medievale, e la Certosa, rinascimentale di Calci, borgo noto in età romana per la fabbricazione dei "coturni", i calzari in cuoio dei legionari, i calcis, da cui prese il nome: lo stemma della comunità presenta infatti tre coturni in campo azzurro.

 

Attendere prego!





Gardaland Disneyland Paris
Leolandia Coupon

 

Biblioteca di viaggio

Toscana e Umbria
Che il vostro obiettivo sia una cascina isolata, un piatto di tagliatelle al tartufo bianco di San Miniato o il panorama che si gode dall'alto di uno sperduto villaggio in cima a una collina, questa guida è il miglior compagno di viaggio per chi vuole conoscere due regioni di grande ricchezza culturale.

Firenze e la Toscana
Visite guidate a musei e gallerie. Itinerari ed escursioni. Quattro giorni a Firenze e in Toscana. Nuova mappa estraibile con tappe principali, stradario e informazioni esseziali sui mezzi di trasporto.

Firenze 2054
27 ottobre 1954 - Venti oggetti volanti non identificati solcano il cielo di Firenze e per quindici minuti volano sopra i monumenti più famosi della città. Mentre tutti stanno con il naso all’insù non si accorgono di quello che effettivamente gli alieni stanno facendo: cercano qualcosa, arrivato sulla terra molti anni prima. Di che cosa si tratta? Cosa si nasconde nella capitale del Rinascimento?

Siena. Con cartina
Il volume, che presenta i monumenti e le opere più importanti della città e dei dintorni, contiene una mappa estraibile della città, un breve profilo storico e culturale, gli eventi, la cucina e i prodotti tipici e l'elenco dei ristoranti e degli alberghi.

Toscana. Guida per il tuo bambino
Questa guida è rivolta agli adulti che vogliano trascorrere in Toscana ore di svago, relax o divertimento - anche istruttivo e costruttivo - con bambini e ragazzi dai 5 ai 14 anni.

Toscana a tavola. Guida alla cucina per turisti golosi
Il volume è diviso in 11 sezioni: da un iniziale capitolo introduttivo e storico sull'origine della tradizione culinaria toscana, si viaggia poi attraverso le sue 10 province avendo a disposizione un pratico glossario con più di 300 piatti tradizionali e facili da provare nei menù dei ristoranti e trattorie della regione.

Biblioteca di viaggio dei bambini

I bambini alla scoperta di Firenze
Città di grandi poeti e scrittori, pittori e scultori, Firenze è alla portata di tutti i bambini curiosi e intraprendenti, che amano divertirsi con lo zaino in spalla, alla ricerca di angoli e luoghi sempre nuovi da svelare.

Filastrocche, ninne nanne, stornelli, rispetti e canzoni di Toscana
In Toscana, e specialmente nelle campagne, si cantava: sulle aie, nei campi, nelle fiere di paese, all'osteria, a 'veglia'. Si cantava per passatempo, per attenuare la fatica, per comunicare fra innamorati, per corteggiare la 'bella' o il 'bello', la 'dama' o il 'damo'.

Le macchine di Leonardo da Vinci
Il testo, le illustrazioni e i modellini funzionanti tridimensionali sono tratti dalle sue note e dai suoi schizzi.

Un quadro e i suoi perché! Dagli Uffizi alla città impariamo a leggere le immagini. Un quaderno operativo con gli stickers dei capolavori degli Uffizi!
Una guida per rispondere ai perché dell'arte, imparando a "leggere" le immagini. Non un libro di storia dell'arte, ma un quaderno operativo per imparare a guardare le cose che ci circondano. Utili indicazioni per "saper vedere" un'opera d'arte e scoprirne i segreti.

Questo itinerario è stato proposto dallo Staff
HomePage