HomePage
 
SCNews Itinerari Cucina Mediateca Souk Eventi Biblioteca Iscriviti alla nostra newsletter!
 
Cucina  Ricette Italia  Ricette Europa  Ricette Mondo  Menu speciali  Vostre ricette  Enologia
 
Gravlax
Ingredienti per 8 persone:

500 gr di salmone fresco
2 cucchiai di pepe nero e pepe bianco in grani
2 cucchiai di sale grosso
mezzo cucchiaio di zucchero
aneto

Dividete il salmone in due pezzi, eliminate la coda e la lisca. Pestate in un mortaio i granelli di pepe bianco e nero, il sale e lo zucchero. Spalmatene metà su uno dei due filetti di pesce e adagiatelo, con la pelle rivolta in giù, in una pirofila a bordi bassi.

Ricoprite il salmone con abbondante aneto tritato, unite il resto della mistura di sale, pepe e zucchero e infine adagiatevi sopra il secondo filetto di pesce, ora con la pelle rivolta verso l'alto. Avvolgete il salmone in un foglio di alluminio e coprite la pirofila con un foglio di pellicola trasparente. Sistemate sulla pirofila un'assicella di marmo o di legno e su questa mettete alcuni pesi. Mettete in frigorifero per 12 ore, poi rivoltate il pesce e bagnatelo con il sugo che si sarà formato sul fondo della pirofila.

Riavvolgete il tutto ancora con l'alluminio e la pellicola, e rimettete in frigorifero per due o tre giorni, rigirando il pesce due volte al giorno. Trascorso questo periodo, togliete i due filetti dalla pirofila, con un coltello raschiateli della marinata e asciugateli con carta assorbente. Tagliateli quindi a fettine molto sottili e serviteli con fette di limone. A parte servite una salsa allo yogurt o della maionese corretta con un po' di senape.

 






 

Biblioteca di viaggio

Islanda
Con questa edizione Lonely Planet scoprirete la bellezza suprema della Penisola di Snaefellsnes, scambierete due chiacchiere con la gente del posto immersi nelle vasche geotermali di Myvatn, passeggerete su campi di lava e sfiorerete i ghiacciai nel percorso da Landmannalaugar a pórsmòrk, poi vi abbandonerete ai piaceri della cucina tipica nei migliori ristoranti di Reykjavik.

Islanda. Terra, acqua, aria, fuoco
Difficile da credere, ma è possibile fuggire "into the wild" senza uscire dalla vecchia Europa. Basta far rotta verso l'Islanda, una terra lontana solo poche ore di volo dal caos delle nostre città, ma ancora selvaggia, un luogo estremo e spopolato dove la natura è madre e matrigna, creatrice e distruttrice.

Siamo state a Kirkjubæjarklaustur. Viaggio in Islanda
Due ragazze partono per l'Islanda, meta sognata nelle serate romane arroventate dallo scirocco, alla ricerca di un luogo di purezza incantata...

 

 
HomePage