HomePage
 
SCNews Itinerari Cucina Mediateca Souk Eventi Biblioteca Iscriviti alla nostra newsletter!
 
Cucina  Ricette Italia  Ricette Europa  Ricette Mondo  Menu speciali  Vostre ricette  Enologia
 

La conserva di Corbezzoli

 

La conserva di CorbezzoliCorbezzoli che buona! Abbiamo assaggiato questa conserva per la prima volta in Sardegna.

Il corbezzolo è un frutto rosso che si raccoglie in autunno, quando ormai sono un ricordo i frutti estivi, dal sapore acidulo e dolciastro, utilizzato per realizzare bevande, conserve, frutta candita, aceto, decotti.

Famoso è il vino di Corbezzolo, noto volgarmente come ciliegio (o ceraso) marino, un’ottima acquavite ottenuta distillando i frutti schiacciati e macerati nell’acqua fino alla fermentazione.

 

La conserva di Corbezzoli

 

La conserva di CorbezzoliLa pianta è davvero bella e ornamentale: un arbusto dalle foglie verde scuro con i frutti rossi a contrasto e, sua particolarità, con la coesistenza di fiori, bianchi a campanella, insieme ai frutti maturi.

La fioritura avviene in autunno, tra ottobre e novembre; i fiori restano per parecchio tempo sulla pianta e contemporaneamente ci sono anche i frutti maturi dell'anno precedente.
I frutti maturano infatti dopo circa un anno.

Il corbezzolo ha origini antiche: i romani gli attribuivano poteri magici. Nell’Eneide si narra di come sulle tombe i parenti del defunto erano soliti depositare rami di corbezzolo, il cui significato è la stima.

 

La conserva di Corbezzoli

 

Marmellata di Corbezzolo

La conserva di CorbezzoliIngredienti:

  • 1 kg di corbezzoli maturi
  • 350 gr di zucchero per ogni kg di polpa
  • scorza di limone
  • acqua

Facoltativi:

  • succo di limone
  • miele di corbezzolo

 

La conserva di CorbezzoliLavate e cuocete i corbezzoli, dolcemente, per un quarto d'ora circa. Setacciate i corbezzoli con un passaverdura, in modo da eliminare i semi dalla polpa.

Amalgamate la purea ottenuta, unite lo zucchero, che dovrà essere indicativamente dalla metà all'equivalente in peso della purea, secondo i gusti (tenete presente che la purea è già di per sè dolciastra); aggiungete un bicchiere d’acqua e la scorza del limone tagliata a fettine.

  • A piacere si può aggiungere anche il succo del limone, nella dose del succo di 1 limone per kg di frutta.
  • Per una vera leccornia, usate il miele di corbezzolo al posto dello zucchero o aggiungetene un paio di cucchiai!

 

La conserva di CorbezzoliFate cuocere a fuoco dolce, mescolando spesso fino a che la conserva non si sarà addensata.

Mettete la marmellata ancora calda nei vasetti di vetro, sterilizzati e ben asciutti, poi capovolgeteli per qualche ora. Girateli nuovamente e controllate che il tappo sia ben rientrato; in alternativa utilizzate appositi vasetti sterilizzati e a chiusura ermetica.

Una volta aperta, conservate la marmellata di corbezzoli in frigorifero.

 

A cura dello Staff







HomePage