HomePage
 
SCNews Itinerari Cucina Mediateca Souk Eventi Biblioteca Iscriviti alla nostra newsletter!
 
Itinerari in Italia  Italia  Europa  Mondo  Parchi  Musei curiosi  Nowboarding  Risorse  DisneylandNews
 
Alto Adige: pura bellezza dolomitica nel Rosengarten - Latemar
... un lago incantato e un "balcone" sulle stelle

Nel Rosengarten–Latemar, in Alto Adige, si comprende che cosa è la bellezza allo stato puro, senza se e senza ma. Siamo nelle Dolomiti più romantiche e più vere, proprio quelle da cartolina.

Un punto internazionalmente noto, forse uno dei più fotografati d’Italia, è il lago di Carezza. Le maestose conifere che si frappongono tra le rocce riflesse sulle sue acque e le guglie ‘gotiche’ del Latemar, rappresentano non solo la più famosa visione incantata delle Dolomiti, ma anche un grande classico del turismo internazionale. Un’icona delle Dolomiti, che è diventata paradigma di un paesaggio. A maggior ragione in questa estate 2006: dopo una stagione finalmente nevosa, il laghetto alpino, 1520 m di quota, 35.000 mq di superficie e una profondità da 6 a 16 metri, avrà acqua abbondante e limpida come ai bei tempi. Già negli ultimi anni, comunque, le condizioni del lago, per il quale ecologisti e alpinisti destarono numerosi e giustificati allarmi, erano migliorate.

Il Lago di Carezza si trova dopo Nova Levante, sulla destra lungo la strada che sale al passo Costalunga. Attorno alle sue rive, si sviluppa poi la foresta di Carezza (Karerwald), collegata alla foresta demaniale del Latemar (2400 ettari). Qui le piante sono alte fino a 50 metri. Le migliori si sviluppano lentamente e regolarmente, per i pochi mesi dell’estate, formando in questo modo cerchi di accrescimento perfettamente uguali e distanziati tra loro non più di 2 mm. Sono queste le piante (non più del 2%) dalle quali si ottiene il legno ´di risonanza´, ottimale per la costruzione di strumenti musicali.

La preziosa foresta è tutta da esplorare con i sentieri 18 o 11 da Carezza, che a loro volta si immettono in un famoso sentiero: il n. 20, che corre ai piedi del Latemar intorno ai 1800 m, e porta nel ´Labirinto´, affascinante zona di bizzarri massi rievocata da Agatha Christie nel suo "Poirot e i quattro".

Il Lago di Carezza, chiamato anche il “lago dell’arcobaleno” per il gioco di colori delle sue acque cangianti durante la giornata, dal verde – blu, al rossastro, dall’oro fino al grigio cupo dei temporali, ha ispirato anche romantiche leggende alpine, che ne spiegano in modo quasi convincente la peculiarità.

“Nel lago di Carezza un tempo viveva una bellissima sirena. Spesso la si vedeva seduta sulla riva, mentre si intrecciava i capelli, cantando. Lo stregone Masarè udì il suo canto e se ne innamorò, ma tutti i tentativi di conquistare la bella fallirono. Allora lo stregone pregò un’amica, la strega Langwerda, di aiutarlo; questa gli consigliò di travestirsi da mercante di gioielli e, dopo aver teso un arcobaleno dal Catinaccio al Latemar, di andare al lago di Carezza per rapirla. La bella sirena rimase affascinata dalla vista dell’arcobaleno e delle tante pietre preziose, ma quando scorse il mago, che si era scordato di travestirsi, si immerse nel lago e non comparve mai più. Nella sua infinita stizza e pena d’amore, lo stregone afferrò l’arcobaleno, lo tirò giù dal cielo e, spezzatolo, ne gettò i frantumi nel lago insieme ai gioielli”.

L’OSSERVATORIO ASTRONOMICO

E che da queste parti ci sia una magia speciale lo dimostrano anche i cieli stellati: la zona è esente da inquinamenti luminosi, ed è uno spettacolo la luce della luna che si riflette sulle rocce chiare del Catinaccio e del Latemar.

Non è forse un caso che l’Osservatorio astronomico di San Valentino sia l´unico dell´Alto Adige. Qui, infatti, il gruppo di astrofili "Max Valier" ha scelto il punto ideale per osservare i movimenti del cielo, perché non disturbato da fonti di luce.

L´osservatorio è dotato di un nuovo telescopio con diametro di 80 cm. Sono possibili visite guidate tutti i giovedì (prenotazione: Associazione turistica di Collepietra, tel. 0471. 376574; ingresso 5 euro).

L’Osservatorio si può raggiungere percorrendo un suggestivo sentiero denominato “la via dei pianeti”: durante il giorno non si vedranno le stelle, ma il panorama da lassù è davvero spettacolare. L´edificio inoltre si trova accanto all´agriturismo Unteregger, dove gli appassionati delle stelle potranno anche assaporare la. Stellare cucina casalinga della signora Gummerer, specialista in canederli.

Per informazioni:
Consorzio Agrituristico Rosengaerten-Latemar
tel. 0471. 610310 - www.rosengarten-latemar.com

 

Attendere prego!





Gardaland Disneyland Paris
Leolandia Coupon

 

Biblioteca di viaggio

Alto Adige Südtirol. Bolzano, Merano, le Dolomiti, le valli, la natura, le escursioni. Con guida alle informazioni pratiche
Da sempre terra d'incontro tra mondo latino e germanico, l'Alto Adige-Südtirol è sia luogo di sintesi della cultura italiana, ladina e tedesca, sia uno dei cuori dell'Europa moderna: 6 capitoli, 11 percorsi di visita fra valli e parchi, alla scoperta di antiche città e piccoli paesi, suggestivi castelli e splendide chiese medievali.

I rifugi delle Dolomiti, Trentino Alto Adige
361 rifugi, malghe e bivacchi presenti sulle Dolomiti trentine e altoatesine a uso dei camminatori, escursionisti, alpinisti e appassionati di natura.

Alto Adige Südtirol
Cittadine, e borghi di rara armonia architettonica, valli incontaminate, le strade del vino e i castelli fortificati: 5 itinerari per vacanze indimenticabili in un territorio con la più alta concentrazione di stelle di Michelin.

La buona cucina delle Dolomiti. Le ricette del bosco
Il bosco regala erbe selvatiche, cesti di finferli, porcini e cantarelli e tanti frutti rossi. Ma come prepararli? Nel piccolo libro un po' retrò, 90 ricette di primi piatti, carni e selvaggina, dolci, conserve, sciroppi e grappe della tradizione più autentica.

Incantevoli Dolomiti. Escursioni, nordic walking. Itinerari per tutti da percorrere in compagniaIncantevoli Dolomiti. Escursioni, nordic walking. Itinerari per tutti da percorrere in compagnia
Percorsi semplici, ognuno con una caratteristica peculiare: laghi, tradizioni, geologia, piante e erbe, architettura rurale. Sentieri e strade di montagna adatte a tutti, bambini compresi. I percorsi sono stati interamente tracciati con gps e di ognuno vengono proposte numerose immagini fotografiche. Il libro ha il patrocinio della Fondazione Dolomiti Unesco.

Biblioteca di viaggio dei bambini

Alto Adige per piccoli esploratori. Escursioni a misura di bambiniAlto Adige per piccoli esploratori. Escursioni a misura di bambini
Si può provare un percorso avventura, visitare un museo multimediale, un castello o una miniera, passeggiare in un biotopo o salire su una nave. Tra un’indicazione e l’altra, l’autore racconta inoltre storie che susciteranno il sorriso o lo stupore dei vostri piccoli accompagnatori. Programmare una gita sarà facilissimo, grazie alle informazioni pratiche che segnalano orari, prezzi di ingresso, indirizzi di punti di ristoro adeguati ai bambini oltre a indicazioni su come raggiungere la meta prescelta e su cosa portare con sé.

Fiabe e leggende delle Dolomiti
Tra principesse e cavalieri, specchi magici e torri irraggiungibili, nelle leggende e nelle fiabe raccolte da Pina Ballario la protagonista è la magica natura delle Dolomiti, che da sempre incanta per la sua bellezza.

Le Dolomiti. Ecco come sono nate!
In questo libro i protagonisti sono Dò, gattino dolomitico molto curioso, e Leopold, uomo di scienza e collezionista di minerali. Insieme scoprono la genesi delle Dolomiti, le montagne più belle del mondo.

Questo itinerario è stato proposto dallo Staff
HomePage