HomePage
 
SCNews Itinerari Cucina Mediateca Souk Eventi Biblioteca Iscriviti alla nostra newsletter!
 
Itinerari nel Mondo  Italia  Europa  Mondo  Parchi  Musei curiosi  Nowboarding  Risorse  DisneylandNews
 
Barbados: un'isola, un sogno
Non solo mare nell'isola più popolare dei caraibi orientali, ma anche cultura, tradizioni e natura

Isola corallina a nord-est del Venezuela, posta nell’area delle Piccole Antille, ai confini tra l’Oceano Atlantico e i Caraibi, Barbados vanta spiagge dalla bellezza inimmaginabile e un mare mozzafiato, tanto da essere la meta più popolare dei Caraibi Orientali.

Paynes Bay e Mullins Bay sono tra le spiagge più famose e incantevoli della costa occidentale, con la loro sabbia bianca e acque cristalline in cui godere momenti di assoluto relax.

Ideale per coppie alla ricerca di atmosfere romantiche diverse dal solito, perfetta per tranquilli soggiorni in famiglia o per più frizzanti vacanze tra amici, Barbados è una destinazione sofisticata, ricca di sfaccettature tutte da scoprire.

L’isola, infatti, ha alle sue spalle un ricco patrimonio storico e culturale a cui si aggiungono le infinite bellezze naturalistiche del luogo, che vanta rigogliose foreste e lussureggianti giardini tropicali, tra cui gli spettacolari Andromeda Botanic Gardens, dove è possibile ammirare rarissime specie di piante e animali. Suggestive anche le piantagioni di cotone, canna da zucchero e tabacco che rendono ancora più variegato e particolare il paesaggio del luogo.

Dichiarata territorio inglese nel 1625 e raggiunta poi l’indipendenza nel 1996, Barbados oggi fa parte del Commonwealth e per quanto legata ad una cultura tipicamente Bajan con influssi afro-caraibici, ha conservato molto della vita inglese sotto tutti gli aspetti.
La maggioranza della popolazione si professa anglicana anche se non va sottovalutata la presenza di una nutrita e ben integrata comunità sia di musulmani sia di ebrei.

Bridgetown, capitale di Barbados, è l’unica città dell’isola e sorge per altro sul suo unico porto naturale. Negozi duty-free di gioielli, abiti e sandali, tipici ristoranti con vista mare, coatte house e rum shop rendono Bridgetown un luogo delizioso in cui trascorrere piacevolmente del tempo libero, da soli o in compagnia.

Immersi in una piacevole atmosfera esotica, dove si rincorrono i colori delle vivaci abitazioni del luogo in stile coloniale, le gradevoli note della musica calypso e i profumi della cucina locale a base di frutto dell’albero del pane e dei rinomati panini di pesce volante – piatto più popolare dell’isola, Barbados insomma non è solo il paradiso dei golfisti, oltre che dei surfisti più intrepidi e degli appassionati di cricket - sport nazionale, di polo e corse dei cavalli, ma è anche la patria indiscussa del rum con i suoi 1600 pittoreschi rum shop.

Altra grande risorsa naturale dell’isola è la popolazione locale, sempre pronta ad accogliere con un sorriso e a travolgere con la sua naturale simpatia e il suo gusto per la vita.

Ogni visita a Barbados, che si tratti di un soggiorno di piacere o di un viaggio di affari, è un´avventura e ritornare sull’isola è un piacere che restituisce ogni volta nuove emozioni e scoperte.

Informazioni: www.visitbarbados.org

 






 

Biblioteca di viaggio

Caraibi
La guida illustra tutte le isole da Aruba a Tobago, comprese le Bahamas e fornisce informazioni e suggerimenti per gli spostamenti tra isola e isola.

Caraibi. Le Piccole Antille. Da Grenada alle Isole Vergini. Navigazione e turismo
Considerata la "Bibbia dei Caraibi" dai navigatori francesi che da oltre vent'anni usufruiscono dall'eccezionale esperienza di questo autore

La cucina della filibusta. Il vero tesoro dei pirati caraibici
Il libro che l'autrice propone con la collaborazione di suo padre Michel, il più noto storico francese della pirateria, è un mélange di arte culinaria e storia, in cui le ricette si alternano alla narrazione in un'armonica composizione di sapori e vicende. Un centinaio di ricette e altrettanti aneddoti ci fanno rivivere insieme le gesta della filibusta caraibica e la sua misconosciuta epopea "gourmande". I "Fratelli della Costa", infatti, oltre che pirateggiare amavano anche bere e mangiare. Molto e bene. Creatori di una cucina creola, essi portarono ai più alti livelli l'arte delle spezie, "inventarono" la grigliata, scoprirono un gran numero di cocktail. E furono precursori di una cucina multiculturale che oggi si chiama moderna.

Questo itinerario è stato proposto dallo Staff
HomePage