HomePage
 
SCNews Itinerari Cucina Mediateca Souk Eventi Biblioteca Iscriviti alla nostra newsletter!
 
Itinerari nel Mondo  Italia  Europa  Mondo  Parchi  Musei curiosi  Nowboarding  Risorse  DisneylandNews
 
Egitto e Sharm El Sheik
Ricordi di un "pacchetto" formato da una crociera sul Nilo e una settimana a Sharm El Sheik

3/17 Aprile 2000, Prezzo indicativo per persona € 1.291,14
Sono stata in questo incredibile paese quasi due anni fa, ma non ho ancora dimenticato quant'è meraviglioso. La crociera è qualcosa di unico ed è la sola in grado di avere un'idea dell'Egitto antico con una spesa limitata, infatti fare le escursioni facoltative da Hurgada o Sharm è massacrante e costosissimo. Purtroppo il mio "pacchetto" non prevedeva IL CAIRO, ma mi sono ripromessa di tornare e nell'occasione visiterò anche la capitale. Fra le innumerevoli escursioni, non potrò mai dimenticare IL TEMPIO DI KARNAK con le sue enormi colonne alte più di 20 metri, le statue immense dei faraoni, ed il classici giri intorno allo scarabeo gigante che, dicono, porti fortuna; IL TEMPIO DI LUXOR anticamente collegato a quello di KARNAK da un viale lungo 2 km costeggiato da grandiose statue raffiguranti sfingi a testa umana, ancora parzialmente visibile.

IL TEMPIO DI HORUS ad Edfu, ancora ben conservato nonostante siano passati dei millenni; IL TEMPIO DI KOM OMBO dedicato a Sobek-il Dio coccodrillo e Haroeri-il Dio falco; LA FAMOSA DIGA DI ASWAN, importantissima per l'economia del paese. Nella città abbiamo fatto visita anche alla cava del granito con l'obelisco incompiuto. E' stato incredibile sapere come tutti gli obelischi venivano ricavati in un blocco unico dal marmo. Poi, una volta ultimati era necessario alzarli e fissarli con delle tecniche e delle abilità...che sembra impossibile che venissero impiegate migliaia di anni fa…l'antico popolo egizio era davvero eccezionale!

L'ISOLA DI PHILAE ora ricostruita in una posizione diversa da quella originaria, per sottrarre i suoi monumenti dalle acque del lago Nasser che altrimenti l'avrebbero inghiottita dopo la costruzione della grande diga di Aswan. LA VALLE DEI RE E DELLE REGINE, nei muri delle tombe si vedono ancora i colori degli affreschi…sono passati migliaia di anni!!!
Ma la visita sicuramente più affascinante, da non perdere assolutamente è IL TEMPIO DI ABU SIMBEL, che spesso non è compreso nel "pacchetto". La maestosità delle 4 statue di Ramses II scavate nella roccia e le enormi pareti interne piene di graffiti lo rendono davvero unico e affascinante. Ovviamente non è da meno il tempio più piccolo dedicato alla moglie Nefertari, poco distante dal primo. Anche questi templi sono stati sottratti dalle acque del lago Nasser negli anni '60. Ancora adesso, ricordando quei colossi e dopo aver letto molte cose a riguardo, non riesco a capire come possa essere possibile spostare a blocchi una montagna. Eppure andava fatto, altrimenti nessuno poteva più vedere simili meraviglie.

La nostra guida, ci aveva anche informati che esisteva un altro tipo di crociera che visitava solo la zona a sud di Aswan e tutti i templi e statue spostati per evitare che venissero coperti dall'acqua del lago. Ma quanti monumenti ci sono?????
L'Egitto è troppo affascinante per non essere visitato almeno una volta. Per chi è intenzionato ad andarci, consiglio di portarsi da casa penne a scatto e caramelle. Le prime sono richiestissime anche dai negozianti (che ti fanno un ulteriore sconto) e possono essere usate come "mancia", le seconde ti tolgono di mezzo i bambini. Consiglio di fare questi regalini qualche secondo prima di ripartire (altrimenti vi ritrovate in mezzo ad una folla!). La contrattazione ai mercatini va sempre fatta.

La seconda settimana l'ho passata a Sharm. La barriera corallina è fantastica (indispensabili le pinne, la maschera e la macchina fotografica impermeabile), mentre il centro di Naama Bay è troppo turistico... Da non perdere la cammellata nel deserto con cena beduina sotto le tende e miliardi di stelle. I bambini beduini, dopo averti fatto scendere dal cammello, ti chiedono qualsiasi cosa: caramelle, cappellini, nastri per capelli, spillette, smalti per unghie e soldi. Quindi il mio consiglio è quello di attrezzarsi a dovere. Accettano tutto, e non vogliono rimanere a mani vuote.

Molto bella e suggestiva è anche l'escursione sul Sinai con la visita al monastero di Santa Caterina. Si parte nel cuore della notte con il pullman, e si arriva ai piedi del monte. Poi incomincia la camminata (in alternativa con il cammello). E' molto dura, ci si deve portare qualcosa che dia energia, comunque verso metà del cammino ci sono dei chioschi che vendono degli snack…c'entrano poco con il paesaggio così suggestivo, ma in certi casi sono stati utili. E' molto freddo, quindi è indispensabile un maglione o una felpa…c'è chi si è dovuto avvolgere nella coperta del cammello!!! Arrivati in cima…l'alba. I colori del cielo, e tutto il panorama desertico…non si possono descrivere…ho ancora i brividi nel ricordarlo.
L'Egitto è il paese che mi ha affascinata maggiormente, e sicuramente tornerò per sentire ancora quelle sensazioni che non ho dimenticato. Per la crociera è bene non andare dopo la prima settimana di Aprile, è troppo caldo e umido! Il caldo di Sharm è più sopportabile, perché ventilato, ma consiglio a tutti di non fare l'errore che fanno in tanti…dire "SONO STATO IN EGITTO: SUL MAR ROSSO"…il Mar Rosso, seppur splendido, non è Egitto!

 






 

Biblioteca di viaggio

Egitto
In questa edizione, Lonely Planet vi condurrà dalle strade polverose del Cairo alle Piramidi di Giza e ai templi di Luxor, vi accompagnerà in feluca lungo il Nilo e a esplorare i magnifici fondali del Mar Rosso.

101 misteri dell'antico Egitto che non puoi non conoscere
Quanti misteri avvolgono l'antico Egitto? Quanti nodi da sciogliere e storie da raccontare? Dai testi magici e religiosi alle narrazioni epiche, dai primi viaggiatori greci e romani agli avventurieri ottocenteschi, dalle sensazionali scoperte archeologiche alle pazienti ricostruzioni degli studiosi, il mosaico di una storia che ebbe inizio cinquemila anni fa si ricompone lentamente sotto i nostri occhi. Eppure, dopo secoli di studi, scoperte e indagini, di reperti accumulati e tesori depredati, ancora oggi sono molte le zone d'ombra. La disposizione e la reale funzione delle piramidi in rapporto alla posizione delle stelle; l'enigma muto della Sfinge o dei colossi della Valle dei Re; i significati esoterici dei geroglifici; i rituali di preparazione delle mummie; la vita e il mito dei faraoni, di Tutankhamon, di Nefertiti, di Hatshepsut: sono solo alcune delle questioni sulle quali ancora oggi dobbiamo interrogarci. Sembra quasi che l'intera civiltà egizia sia apparsa dal nulla per scomparire allo stesso modo: personaggi, epoche, città, persino intere armate svaniscono lasciando solo tracce tenuissime per chi voglia seguirle, in bilico tra storia e fantasia.

Geroglifici. 580 segni per capire l'antico Egitto
Come uno specchio, la scrittura geroglifica riflette l'ambiente, il pensiero, la società dell'antico Egitto. Del complesso e apparentemente bizzarro universo dei 750 segni usati nella fase classica della "scrittura sacra" degli egiziani, questo volume ha scelto di decodificarne quasi 600, quanto basta per comprendere appieno una cultura che a distanza di millenni conserva ancora intatto tutto il suo fascino.

Antico Egitto in 3D. Con DVD
Antico Egitto in 3D è una esplorazione virtuale delle meraviglie architettoniche costruite dai faraoni, e di altri monumenti nella Valle del Nilo. Dalla piramide a terrazze di Djoser al Faro di Alessandria dell'età tolemaica, il programma ricostruisce, in 3D e in tutta la loro policromia, gli edifici che oggi sono molto rovinati, o sono totalmente scomparsi dopo la campagna di Napoleone in Egitto alla fine del XVIII secolo.

La cucina nell'antico Egitto
Conoscere la cucina degli antichi Egizi vuol dire scoprire aspetti sconosciuti ed affascinanti della loro civiltà. Attraverso l'analisi dei testi e della produzione artistica, questo volume conduce il lettore alla scoperta dei metodi di produzione del cibo nell'antico Egitto e della sua importanza in ambito religioso e rituale. Chi vorrà potrà divertirsi a sperimentare direttamente la cucina della terra dei faraoni, cimentandosi nella preparazione di alcune antiche ricette che sono presentate nella parte finale del testo.

Sharm el Sheikh
La guida illustra le 28 migliori immersioni lunga la costa del Sinai, descrivendo le caratteristiche degli itinerari e dei fondali, senza tralasciare indicazioni pratiche d'ogni sorta. Dettagliati disegni e brevi schede biologiche del Mar Rosso.

La magia del Mar Rosso. Coralli e deserti
Il Mar Rosso è uno degli ambienti naturali più affascinanti al mondo: le sue acque sono popolate da un'incredibile varietà di pesci meravigliosi, crostacei e invertebrati, molti dei quali vivono esclusivamente in questi fondali; le sue coste offrono paesaggi di bellezza incomparabile che alternano immense distese desertiche, verdi mangrovieti, aspre catene montuose e antichi crateri vulcanici. Ma il Mar Rosso è anche ricco di storia e di tradizioni, un variegato e straordinario mosaico etnico e religioso, dove sono ancora conservate culture millenarie, preziose testimonianze di un mare che ha sempre rappresentato la principale via di commercio tra le genti africane e quelle asiatiche. Il

Questo itinerario è stato proposto da Cinzia, puoi contattarla:
HomePage