Vandali rompono il vetro della porta al Centro Giovanile, su cui era stato affisso un manifesto “W la Resistenza”

Parte nel pomeriggio di venerdì 21 maggio, e prosegue fino alla serata di domenica 23 maggio, Liberi di (R)esistere, prima edizione della Festa della sezione ANPI “Marino Serenari” di Casalecchio di Reno. La festa si svolge presso il Centro Giovanile Blogos (Via dei Mille 26, Casalecchio di Reno), con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale.
Tre giorni ricchi di dibattiti e iniziative culturali incentrate sul senso dell’essere partigiani oggi, collegando gli ideali della Resistenza e della Costituzione ai problemi di oggi nel mondo della scuola, del lavoro e alla lotta contro la criminalità organizzata. Un fine settimana, quindi, importante e che coinvolge in prima persona i più giovani, direttamente coinvolti nell’organizzazione degli eventi e a cui si rivolge l’intento, sotteso alle iniziative, di rafforzare la memoria storica della lotta per la Liberazione.

Dobbiamo purtroppo segnalare che a incrinare questa aspettativa di festa è intervenuto il grave atto vandalico rilevato nella mattinata di ieri, mercoledì 19 maggio: la rottura, con ogni probabilità premeditata, del vetro della porta di accesso al Centro Giovanile Blogos su cui era stato affisso un manifesto “W la Resistenza”. Questo danneggiamento, dall’inquietante valore simbolico, è stato prontamente denunciato alle autorità di Pubblica Sicurezza, e non impedirà comunque il regolare svolgimento della tre giorni di festa, evidenziandone anzi in modo ancor più nitido il valore di attualità.

Dichiarazione del Sindaco di Casalecchio Simone Gamberini:
“L’Amministrazione Comunale ha concesso il proprio patrocinio all’iniziativa, nella naturale collaborazione con il Centro Giovanile Blogos e Casalecchio delle Culture, perché ne condivide le ragioni, che si collegano ai temi della quotidianità e del dibattito pubblico e si innestano nella commemorazione di Falcone e Borsellino presso il cippo posto all’entrata del Blogos.
Abbiamo notato una “attenzione” anche da parte di chi ha rotto il vetro all’ingresso del Blogos su cui era affisso il manifesto “W la Resistenza”. Non voglio drammatizzare o ingigantire questo segnale, che però rimane preoccupante, e questa tre giorni è un’occasione per ricostruire una memoria storica che il revisionismo purtroppo attacca.
Da parte delle opposizioni, e mi riferisco in particolare all’articolo del gruppo consiliare PdL comparso sull’ultima uscita della rivista del Comune Casalecchio Notizie, abbiamo rilevato un atteggiamento negazionista, che chiede la cancellazione del 25 aprile come festa nazionale, e che rende ancor più necessaria questa opportunità di dibattito e di confronto.
Aggiungo che nel pomeriggio di venerdì 21, con William Michelini, valuteremo le posizioni da prendere a Casalecchio sul Decreto Legge 63 del 28 aprile scorso, che sospende le richieste di risarcimento al governo tedesco per le stragi nazi-fasciste e, tra l’altro, blocca il processo di appello per l’eccidio del Cavalcavia previsto per il prossimo 11 giugno. Una novità approvata subito dopo il 25 aprile e passata sotto silenzio, ma che ha già provocato la mobilitazione di diverse comunità colpite dagli eccidi nazi-fascisti, e contro cui durante la festa saranno raccolte firme”.

Dichiarazione di Michele Zanoni, Comitato Direttivo ANPI:
“L’ANPI è stata fondata da chi si è battuto per i principi attualissimi della Costituzione, alla cui promozione partecipano oggi tanti che raccolgono il testimone partigiano: nel 2009 a Bologna l’ANPI ha avuto più di 600 nuovi iscritti, tanto che oggi entro l’associazione c’è un rapporto 25% partigiani – 75% antifascisti di generazioni successive, e Casalecchio è una delle sezioni più giovani della provincia di Bologna per iscrizioni e attività. Quindi, Liberi di Resistere all’assottigliarsi dei valori costituzionali e al revisionismo storico sulla lotta di Liberazione.
Gli incontri toccano i temi del lavoro, della cittadinanza e della legalità; in particolare, nella giornata di domenica il lavoro nero sarà al centro delle iniziative della mattina e, nella forma dello sfruttamento che ne operano le mafie, di quella del pomeriggio, insieme a Libera e ricordando l’anniversario della strage di Capaci”.

Dichiarazione di Daniele Festi, Coordinatore Centro Giovanile Blogos:
“Siamo molto soddisfatti di questa collaborazione con ANPI, che nasce dai concerti in piazza e al Blogos per il 25 aprile e oggi si amplia, consentendo di trattare con i giovani in particolare i temi della memoria dell’antifascismo e della relazione tra le diverse generazioni, che si sono già confrontate positivamente in questi giorni di montaggio delle strutture per la festa. Questa intergenerazionalità animerà anche Per le vie di Casa, la caccia al tesoro a squadre che partirà e arriverà al Blogos nel pomeriggio di sabato 22”.

Per informazioni: ANPI Casalecchio di Reno
Tel. 328.8754032 – E-mail [email protected]om – www.myspace.com/anpicasalecchio