Dopo il successo del primo anno torna la convention dedicata ai fan dei cartoni animati giapponesi: due giorni di sfilate, animazione, giochi e allegria e concerti Live. Domenica 31 maggio e lunedì 1 giugno Italia in Miniatura organizza Riminicosplay, il raduno dei fan di manga e anime giapponesi che torna al parco tematico di Rimini per il secondo anno consecutivo. Quello che agli occhi di un profano potrebbe sembrare un variopinto carnevale fuori stagione con ragazzi e ragazze abbigliati come cartoni animati non è il set di un film e neppure la love-parade: è Riminicosplay, un happening di due giorni con sfilate, gag, concorsi originali che ruotano intorno all’evento principale, il contest, una sfilata-spettacolo dove si battaglia all’ultima posa per aggiudicarsi i premi in palio.

C’è spazio anche per la musica e in particolare per le cosplay band che eseguono anche le amate sigle di cartoni animati anni ’80, come Jeeg Robot, Goldrake e Daitarn da cantare tutti insieme in Piazza Italia: domenica 31 maggio da Genova arrivano gli attesi Bishoonen, la band più seguita del settore. Il concerto delle 20. 30 farà tremare la piccola Italia a ritmo di ottimo rock e dell’ironia di Grottango, il loro ultimo lavoro, mentre lunedì 1 giugno sarà la volta de La Flotta di Vega che si esibisce alle 17. 00 in costume cosplay, per la gioia di grandi e piccini perché l’obiettivo di Riminicosplay è uno: divertirsi da matti. Al termine “Cosplay” viene da “costume” e “play” e significa “recitare in costume”. E’ un’allegra mania che nasce in Giappone negli anni ’80 sull’onda del dilagante successo dei fumetti o manga (dal giapponese antico: “man”, immagine e “ga”, in movimento). Anime, invece, è la contrazione di “animation” e indica i cartoni animati di origine giapponese. Sono anime anche più amati personaggi degli anni ’80 come Goldrake, Mazinga, Heidi.

Da manga e anime i cosplayer traggono ispirazione per dare libero sfogo al loro hobby preferito, ovvero travestirsi – nel modo più somigliante possibile – ai loro eroi e poi ritrovarsi in raduni dove condividere l’otaku (passione) per la cultura del Sol Levante, pavoneggiandosi e sfidandosi a colpi di costumi sontuosi, gag e imitazioni. I cosplayer sono consumatori di videogiochi ed estimatori di film d’azione, di avventura o fantasy. Creativi, immaginifici e un po’ gelosi, pur di indossare il costume perfetto sono disposti a tutto: il frutto delle loro fatiche sarà comunque svelato solo all’ultimo minuto. Fra i personaggi più imitati figurano Dragonball, Naruto, Sailor Moon. Ci sono poi eroi da famosi videogiochi come Tomb Raider, Final Fantasy, ma anche personaggi di serie appena giunte Italia ma popolarissime in Giappone, come Death Note o Soul Eater.

La moda del cosplay nel mondo conta centinaia di migliaia di appassionati, blog, forum e associazioni, fiere e raduni sempre più frequentati. Ora un altro tipo di otaku ha travolto i Cosplayer, ed è la passione per Italia in Miniatura, che si conferma il luogo speciale dove le tribù che condividono interessi e hobby possono radunarsi e portare un po’ del loro mondo. L’evento è organizzato in collaborazione con l’associazione B. H. C. Di Cesenatico, i cui responsabili Marco Veronese e Ramona Lambusta, sono fra i più famosi cosplayer italiani e organizzatori dei raduni di maggior successo in tutta Italia. I Cosplayer in concorso godranno dell’ingresso gratuito al parco e ai loro accompagnatori verrà riconosciuto uno sconto sul biglietto di ingresso.

Il programma di Riminicosplay è anche pubblicato sul sito www.italiainminiatura.com e sulla pagina di Italia in Miniatura su Facebook. Info: 0541-736736.

Le iscrizioni si raccolgono sul forum dei b.H.C.: http://bhc.forumfree.net

31 Maggio 2009