Riparte il cartellone estivo di Casalecchio: il via con il “Cabaret di Fiume” alla Casa delle Acque e con l’anteprima assoluta di “Crinali” al Parco della Chiusa

Dopo alcuni anni di sospensione, torna nel 2020 “A Mente Fresca”, il cartellone estivo promosso dal Servizio Casalecchio delle Culture dell’Amministrazione comunale, con spettacoli, laboratori e itinerari all’aperto nei luoghi più suggestivi del territorio casalecchiese.

Mercoledì 1° luglio parte il ricco programma di Casa delle Acque (via Lido, 15) con il ciclo teatrale “Cabaret di fiume” affidato al Teatro delle Temperie, nell’ambito delle stagioni estive “Vivo dal vivo” che la compagnia di Calcara, con il contributo della Regione Emilia-Romagna, porta anche a Monte San Pietro e Valsamoggia. A Casalecchio il primo appuntamento è con Esaurimenti di un uomo ridicolo, scritto e interpretato da Andrea Lupo affiancato in scena da Mara Di Maio: dalla fortunata sitcom La terapia di Lupo diffusa via web, il rapporto tra un attore che ha bisogno di un certificato di temporanea infermità mentale per sfuggire a un processo e la psicologa che per firmarlo lo sottopone a un vero e proprio gioco di nervi, sviluppato in una chiave frizzante ed originale tra stereotipi della psicanalisi, nevrosi e stress ispirate al quotidiano, verso una salvifica risata catartica.

Lo spettacolo va in scena alle ore 21.30, preceduto per chi desidera dalle ore 19.30 da un aperi-picnic nel parco lungo il Reno. Il biglietto è di 10 euro, con prenotazione obbligatoria: 051.963037 – 335.1647842 (anche WhatsApp) – [email protected]

Esaurimenti di un uomo ridicolo replica mercoledì 8 luglio, mentre altri spettacoli delle Temperie andranno in scena con le medesime modalità il 22 e 29 luglio e il 19 e 26 agosto.

Nell’estate promossa da Casa delle Acque APS sono inoltre già in programma serate musicali, dibattiti e la nuova edizione della rassegna cinematografica a tema “Lo scorrere dell’acqua attraverso il cinema”.

Grande novità del 2020 è la partecipazione per la prima volta a “Crinali”, la proposta culturale e turistica ideata e coordinata da Marco Tamarri per l’Unione dei Comuni dell’Appennino Bolognese, che vedrà artisti di fama nazionale e internazionale raccontare e promuovere la montagna nei suoi luoghi più suggestivi con “apparizioni” a sorpresa lungo itinerari nel verde.

Il primo appuntamento, entro la rassegna “Infrasuoni / Eco della musica”, è per venerdì 3 luglio dalle ore 17.00 alle ore 20.00, con il percorso “In Cammino verso le Montagnole” che dal Parco di Villa Spada a Bologna condurrà al Parco della Chiusa di Casalecchio: lungo l’itinerario, da percorrere in piccoli gruppi distanziati tra loro, artiste e artisti ospiti proporranno in momenti inattesi le loro narrazioni in musica. La partecipazione è gratuita con posti limitati e prenotazione obbligatoria: 340.1841931 (da lunedì a venerdì 9.00-19.00) – [email protected] Al termine del percorso, sarà possibile recarsi a Spazio Eco (via dei Mille, 26) per un “aperitivo-cena del Pellegrino”, e per chi desidera si può pernottare presso la Montagnola di Mezzo, su prenotazione: 345.5897073 – [email protected]

Casalecchio è toccata anche dall’anteprima di “Crinali” nella mattinata di mercoledì 1° luglio, con un press tour che dal Meloncello di Bologna toccherà il Canale del Reno, la Chiusa di Casalecchio, la Via dei Bregoli e San Luca prima di tornare al Meloncello, percorrendo i tratti iniziali della Via della Lana e della Seta e della Via degli Dei, percorsi escursionistici transappenninici che attraversano il Parco della Chiusa. La partecipazione è aperta al pubblico esterno in numero limitato, su prenotazione, mentre i giornalisti saranno ospiti nella notte del 30 giugno della Montagnola di Mezzo, grazie alla disponibilità della Cooperativa Sociale La Piccola Carovana, che gestisce la casa per ferie nel cuore del Parco della Chiusa insieme al Centro Visite della Montagnola di Sopra.

“Crinali”, promossa da Destinazione turistica Bologna metropolitana, Unioni di Comuni Appennino Bolognese, Savena Idice e Reno Lavino Samoggia, Nuovo Circondario Imolese, GAL Appennino bolognese ed Ente Parchi Emilia orientale, in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura e Paesaggio della Regione Emilia-Romagna e con Gruppo Hera come main sponsor, tornerà a Casalecchio venerdì 31 luglio per un percorso tra i misteri del Parco della Chiusa, e per una terza data ancora da definire nel mese di settembre.

Il calendario di “A Mente Fresca” accompagnerà tutta l’estate fino a settembre, con appuntamenti legati a diversi ambiti espressivi: per menzionarne solo alcuni, un ricordo della strage del 2 agosto 1980 nel cortile di Casa per la Pace, i laboratori pomeridiani a tema per ragazze/i di “Art d’Eco” già partiti a Spazio Eco, le anteprime delle rassegne “Mente Locale” e “Corti, Chiese e Cortili”, il ritorno del Festival perAspera che presenterà una performance unica nel suo genere… il programma completo è online su www.comune.casalecchio.bo.it.

Dopo il lungo stop imposto dalla pandemia che ha duramente colpito eventi ed attività culturali” dichiara Simona Pinelli, assessore a Culture, Turismo e Nuove generazioni, “siamo particolarmente felici di riproporre, dopo l’ultima edizione nel 2016, un programma integrato di attività culturali estive di alta qualità da vivere ‘A Mente Fresca’. Importante è stato per noi coinvolgere tutte le realtà culturali del territorio, ognuna a proprio modo: la Casa della Conoscenza, il Teatro Laura Betti che propone laboratori per adolescenti, la Casa per la Pace, Spazio Eco, la Casa delle Acque e tante associazioni e realtà del territorio. Una menzione particolare per ‘Crinali’, che per la prima volta tocca Casalecchio, e ci fa l’onore di collocare nel Parco della Chiusa il press tour inaugurale e la prima data aperta al pubblico. Ringrazio i tanti soggetti che hanno dato il loro contributo a questo cartellone estivo, e i Servizi Casalecchio delle Culture e Comunicazione e relazioni esterne del Comune per il loro ruolo di coordinamento“.