Alla nuova edizione della manifestazione dedicata alle contaminazioni della tavola, il meglio della tradizione culinaria italiana ed europea Venerdì 25, sabato 26 e domenica 27 settembre 2009 “Gusti di frontiera” rappresenta un’occasione unica per conoscere i vini e la gastronomia della “frontiera che non c’è più”.

Tre giorni di festa nelle vie e nelle piazze dove si incontrano contaminazioni, storie, culture, influenze e ricordi stratificati nei secoli che riemergono attraverso antiche ricette, vini, prodotti tradizionali e sapori delle tante genti di quello che fu un impero e che oggi è l’Europa dei popoli. Un riscontro e un consenso unici in termini di pubblico gradimento hanno spinto anche quest’anno Gorizia a trasformarsi in un ponte tra le culture culinarie europee, tra il meglio della produzione italiana e le ricette friulane, austriache e slovene in tutta la loro straordinaria varietà con influssi tedeschi, ungheresi e croati.

Da venerdì 25 a domenica 27 settembre la città si inebria di profumi e colori: ancora una volta ci saranno vini, bevande e cibi tradizionali provenienti da tutte le regioni italiane e da tutta Europa. Una grande festa che svelerà ai visitatori il piacere del gusto della cucina di tanti Paesi, le cui tradizioni spesso si intrecciano fino a confondersi.

Gorizia sarà ancora una volta, un collage di culture e di costumi gastronomici internazionali, ‘cedendo in dono’ ad ogni area geografica ospitata i luoghi più suggestivi della città, capaci così di catapultare il visitatore, tra profumi e allestimenti tipici, in mondi culinari e universi del gusto lontani e inimmaginabili.

25 Settembre 2009