Dopo il successo registrato durante la scorsa edizione della kermesse, l’Amministrazione Capitolina si è dimostrata ben lieta di concedere nuovamente all’associazione in alternativa alla storica strada, sede negli anni passati delle numerose esposizioni dell’Associazione, l’elegante isola pedonale della Capitale. A tagliare il nastro della manifestazione – che rimarrà aperta tutti i giorni dalle 10. 00 alle 21. 00 con ingresso gratuito – dovrebbe essere Silvio Di Francia. L’assessore capitolino alle politiche Culturali, nei giorni scorsi, ha manifestato la propria disponibilità e si è complimentato con i vertici dell’associazione per il contributo che, con questa manifestazione, gli artisti riescono a dare alla città. Apprezzamento è stato dimostrato di nuovo anche da parte del primo cittadino che, come già fatto in passato, ha espresso ad Alberto Vespaziani, in quanto Presidente dell’Associazione, parole di profonda e sincera stima per quanto trasmesso da ciascun artista con le opere presentate. “La nostra mostra, divenuta da tempo un irrinunciabile appuntamento per appassionati d’arte, romani e stranieri, è del resto – ha risposto il Presidente dell’Associazione – il piccolo contributo che siamo lieti di dare a Roma così da rendere merito a questa città di essere luogo ricco di storia ed arte. Quello che ci auguriamo per il futuro è che prosegua e si rafforzi la collaborazione con l’Amministrazione Capitolina affinché ci venga reso possibile continuare a fare di Via Margutta una colorata galleria all’aperto. ” Al plauso del Campidoglio si sono uniti anche il Consigliere Comunale Marco Marsilio, Vincenzo Vita, Assessore alle Politiche Culturali della Provincia di Roma, e Ivana Della Portella, Presidente di Zetema. Anche loro, da sempre entusiasti estimatori dell’arte dei celebri cento pennelli, hanno voluto testimoniare con la presenza all’inaugurazione dell’attuale edizione della kermesse il forte legame che ormai da anni li lega all’associazione.

Alla manifestazione – patrocinata dal Comune di Roma, dalla Provincia di Roma e dalla Regione Lazio – prenderanno parte 120 tra pittori e scultori, che trasformeranno la piazza in un immenso e colorato ambiente espositivo in cui sarà possibile ammirare oltre 3. 000 opere tra dipinti a olio, disegni, sculture e acquerelli. Tra i tanti pennelli anche Maurice Salamè, pittore libanese di nascita e australiano d’adozione, e Corinthios, di origine greca. “Sapere che anche artisti che vivono e lavorano dall’altra parte del mondo desiderano partecipare a questa rassegna e vengono appositamente in Italia per farlo – tiene a precisare Alberto Vespaziani – ci riempie d’orgoglio e ci stimola ad impegnarci affinché il successo e la fama di questa storica manifestazione continuino ad aumentare e ad ottenere spazi sempre maggiori capaci di contribuire alla crescita dell’anima artistica della nostra città”.

La mostra sarà ancora una volta interessante occasione per conoscere e analizzare linguaggi espressivi e tecniche artistiche diverse, studiare i fermenti che si sviluppano continuamente e raccogliere i diversi messaggi che ogni espositore intende “consegnare” alla collettività. Per questo gli artisti si augurano una massiccia affluenza di collezionisti ed amanti dell’arte, italiani e stranieri, che, complici le belle giornate, approfittino per passeggiare tra i cavalletti e scambiare opinioni con gli artisti.

Per l´intera durata della manifestazione il pubblico potrà unirsi ai pittori di Via Margutta nel brindisi dedicato all´arte, alla storica kermesse e alla nuova “sede” della stessa degustando il vino offerto dall´azienda Agricola Cavalieri, che da sempre è vicina ai Cento Pittori di Via Margutta.

18 Aprile 2007