La rappresentazione dei mesi dell’anno, che scorrono in corteo come il tempo che passa, nell’immaginario del Carnevale italiano è un topos ricorrente e ricco di significati.
Il Carnevale di Bagnoli del Trigno, vede una straordinaria partecipazione della popolazione, che sente ‘suo’ l’evento e contribuisce alla sua realizzazione e promozione.
Francische il giullare, un Pulcinella locale che sembra coincidere con il carnevale vero e proprio, chiama a raccolta i Mesi, che riproducono le dodici tappe dell’anno viste attraverso la prospettiva contadina, quindi dei cicli della vita rurale.
Recentemente sono stati recuperati dei canti della tradizione popolare molisana, tra i quali uno che si intitola ‘Sanghe de Serinella’, che parla appunto di Francische lu giullere, il mattatore del Carnevale.

24 Febbraio 2009