Gira ormai a pieno regime la macchina organizzativa della sesta edizione della manifestazione “Bosco e Territorio”, evento biennale promosso dalla Provincia di Torino e riservato ai tecnici ed ai professionisti delle filiere del legno. Anche nel 2012 “Bosco e Territorio” sarà abbinato a “Boster”, la più grande fiera italiana dedicata alla valorizzazione della risorsa legno e alla gestione sostenibile dell’ambiente boschivo.

L’appuntamento per i tecnici – ma anche per il grande pubblico che partecipa sempre numeroso alla fiera – è dal 14 al 16 settembre a Beaulard di Oulx, in Alta Valsusa, sito che nell’edizione 2010 ha dimostrato di essere la “location” ideale per presentare nel loro ambiente naturale le filiere corte bosco–legna, sia per l’utilizzo energetico che per quello edilizio. “Nell’edizione 2010 la fiera ha contato oltre 7000 visitatori, rivolgendosi all’utenza tecnica, professionale e hobbistica ma anche ai comuni cittadini e alle famiglie che vogliono saperne di più sul bosco e sui suoi prodotti. – spiega Marco Balagna, Assessore all’Agricoltura e Montagna della Provincia di Torino – La fiera si svilupperà lungo un percorso di visita di oltre 2 km, attraverso un’ampia radura di circa 4 ettari a quota 1200 metri. Il pianoro di Beaulard è al centro di un vasto comprensorio di boschi gestiti dal Consorzio Forestale Alta Valle Susa secondo i rigorosi criteri della gestione forestale sostenibile Pefc”.

Il luogo scelto per la manifestazione consentirà anche quest’anno di allestire veri e propri cantieri dimostrativi di utilizzazione forestale e di mettere in funzione nel loro contesto operativo abituale macchine ed attrezzature per la prima lavorazione del legno. Verranno inoltre presentati prodotti e servizi delle filiere di trasformazione. Ad esempio, per quanto riguarda la filiera corta del legno per utilizzo energetico, il percorso espositivo mostrerà come dal bosco si recuperano e lavorano la legna a pezzi, il cippato ed il pellet che alimentano caldaie, stufe, camini e termo-camini, dimostrandosi una risorsa rinnovabile, economica e a portata di mano. Il legname prodotto dai cantieri dimostrativi verrà impiegato direttamente in fiera per le dimostrazioni delle macchine per la lavorazione di legna e cippato, delle macchine polivalenti per la piccola industria boschiva e di quelle specializzate per la selvicoltura su scala industriale. Il programma prevede visite giornaliere tematiche guidate, organizzate con la collaborazione scientifica del professor Raffaele Spinelli, ricercatore del Cnr-ivalsa di Firenze. Per quanto riguarda la filiera del legno da costruzione e l´uso del legno nella bioedilizia la fiera di Beaulard proporrà un’ampia esposizione delle migliori realtà dell’artigianato e delle imprese del legno nazionali e delle valli piemontesi, grazie al sostegno della Camera di commercio di Torino e dei G.a.l. (Gruppi d´Azione Locale). Nei giorni della fiera è in programma la presentazione del nuovo marchio “Legno della Provincia di Torino”.

Le aziende di utilizzazione forestale, di prima e di seconda lavorazione che aderiscono al marchio saranno presenti con i loro prodotti e con dimostrazioni pratiche. Qualche esempio: la casa in legno di 90 metri quadrati allestita dalle aziende delle Valli di Lanzo, una serie di dimostrazioni di abbattimento, esbosco ed allestimento dei tronchi, l’esposizione di diverse tipologie di case in legno e delle loro parti strutturali. Le costruzioni in legno saranno al centro anche dei convegni, degli incontri tra professionisti del settore e delle visite guidate a cantieri e strutture già realizzate in Valsusa. Il Politecnico e la Provincia di Torino proporranno il convegno nazionale “Costruire sul costruito“, con una rassegna di casi di studio presentati dai progettisti e con la presentazione di due nuovi strumenti dedicati ai progettisti ed alle aziende di costruzioni: le Linee Guida per la progettazione delle costruzioni in legno e l´Atlante delle professionalità della filiera legno-edilizia della provincia di Torino. E’ anche in programma un incontro dedicato al tema delle filiere territoriali certificate legno-edilizia. Alle imprese di prima lavorazione del legno è inoltre dedicato un workshop teorico-pratico sulla classificazione dei segati in legno massiccio, sia con il metodo a vista sia con l´ausilio delle più moderne strumentazioni automatiche. Il seminario è reso possibile dalla collaborazione tra il Dipartimento Agroselviter dell´Università di Torino, il Cnr Ivalsa, l’Assolegno, la Conferenza Transfrontaliera Alte Valli e Provincia di Torino-progetto Bois Lab.

Tutte le informazioni sul programma e le iniziative collaterali di Bosco e Territorio e Boster sono disponibili sui siti Internet www.Fieraboster.it e www.Boscoterritorio.it

14 Settembre 2012