Il 14 maggio 1997 nasceva ufficialmente l’Associazione Ecomuseo del Lago d’Orta. Dopo dieci anni il prestigio e la considerazione dell’Ecomuseo sono cresciuti di molto, tanto che dai primi pochi soci fondatori si è passati oggi a 34 di cui molti enti, Comuni e altre Associazioni. L’Ecomuseo per festeggiare questo importante traguardo, proporrà alcuni appuntamenti per il coinvolgimento della popolazione: questo infatti è uno tra i principali obbiettivi di un Ecomuseo, tra le sue attività una delle più importanti. 30 giugno, 6-7-8 e 13-14-15 luglio

Complessivamente il progetto si intitola “10+ I primi dieci anni dell’Ecomuseo” e consisterà in una serie di manifestazioni, concerti, mostre, visite guidate e spettacoli teatrali per ripercorrere i luoghi, le tappe e le attività di questi dieci anni. Gli invitati potranno così andare a ritroso nel tempo, sulle tracce di ciò che è stato fatto per recuperare, valorizzare e restituire le memorie del territorio dall’Ecomuseo, con un occhio puntato al futuro. La prima manifestazione che si svolgerà a Gignese e al Giardino Botanico Alpinia, si intitolerà Mottarone Anni ’30.

Con questa iniziativa si vogliono ricordare le opere dell’Ingegnere Igino Ambrosini, fondatore del Museo dell’Ombrello e del Parasole e del Giardino Botanico Alpinia, grande protagonista degli anni ’30 sul Mottarone. Grazie al suo lavoro moderno e all’avanguardia, che ha saputo conservare le testimonianze di un lavoro, quello degli ombrellai, oggi non più praticato a livello artigianale, che si sarebbe perso tra le pieghe del tempo, se non fossero state raccolte e conservate al Museo le testimonianze di questa professione umile ed importante al tempo stesso. In questo modo Ambrosini è stato un primo precursore degli attuali Ecomusei. Attorno a questa figura si sono preparati alcuni appuntamenti per rievocare le atmosfere frizzanti degli anni ’30, sospesi tra la frenesia dei balli e le musiche scatenate e le preoccupazioni della Grande Depressione.

Il primo appuntamento di Mottarone Anni ’30 sarà per il 30 giugno 2007. Per tutta la giornata al Museo dell’Ombrello e del Parasole, si potrà entrare gratis e ai primi cento visitatori verranno offerti i biglietti per poter entrare gratis anche al Giardino Botanico Alpinia. La sera alle ore 21 si terrà la conferenza per scoprire la vita e le opere di questo vulcanico personaggio: Vittorio Grassi dell’Associazione Amici Giardino Botanico Alpinia, racconterà “Le realizzazioni di Igino Ambrosini sul Mottarone”. La conferenza ad ingresso gratuito si terrà presso il salone dell’ex-asilo di Gignese.

Si continuerà la settimana successiva con altri due importanti appuntamenti: venerdì 6 luglio 2007 in piazza Marconi alle ore 21 la Riverside Dixieland Band si esibirà in concerto proponendo musiche degli anni ’30 e successivi, riportandoci alle atmosfere frizzanti e allegre di quegli anni. In caso di pioggia il concerto si terrà presso il campo sportivo a Vezzo. Venerdì 6, sabato 7 e domenica 8 luglio, si potranno ammirare le ceramiche, i ricami e i decori della “Famiglia Alzese” e del gruppo “I fili dell’ago”, nella mostra “Viaggio nell’arte al femminile: ricami, pizzi e decori tra passato e futuro”, un tenero omaggio alle donne di ogni tempo. La mostra sarà visitabile presso il salone dell’ex asilo di Gignese dalle 15 alle 22.

La mostra si sposterà poi il 13, 14 e 15 luglio presso il comune di Pella nell’edificio dell’ex Scuola Elementare. La manifestazione Mottarone anni ’30 è realizzata in collaborazione con Pro Loco di Gignese, Comune di Gignese (VB), Associazione Amici Giardino Botanico Alpinia, Associazione Famiglia Alzese, Museo dell’Ombrello, Giardino Botanico Alpinia. Tutti gli appuntamenti sono ad ingresso gratuito.

Per informazioni: Ecomuseo del lago d’Orta e Mottarone, tel. 0323/89622, [email protected]odorta.net