“Da leccarsi le dita” la manifestazione che si svolgerà al Santuario di Crea il 24 e 25 novembre, avrà uno spazio il salotto delle chiacchiere dove si alterneranno autori ed ospiti per dare vita a presentazioni librarie e dibattiti. Schematicamente, ecco gli appuntamenti nei due giorni

SABATO 24 NOVEMBRE

alle 15.30, Marina Girotto e Maria Luisa Ronco presentano il loro ultimo sforzo titolato dalle Terre del Riso – storia, ambiente, e gastronomia (Gs Editrice), un volume fantastico e accattivante, 380 pagine in cui è narrato il riso a tuttotondo, iniziando dalla sua antica storia per arrivare al modo di cucinarlo, passando però attraverso interessanti analisi socio-economiche ed ambientali, che hanno caratterizzato i secoli di “risicoltura” in pianura padana. Vi sono poi circa 200 pagine dedicate a dettagliatissime ricette che faranno gola a tutti gli appassionati di fornelli.

Alle 17.15 la dottoressa Luciana Baroni, autrice del libro decidi di stare bene (Edizioni Sonda) dialogherà con il proprio editore Antonio Monaco sul tema “per una alimentazione rispettosa dell’ambiente, della salute, degli animali”, tema che dovrebbe essere di strettissima attualità se veramente l’umanità riuscisse a comprendere che dallo stile alimentare di miliardi di uomini dipende il futuro del pianeta. La scelta vegetariana e vegan, sono una via per rimettere in carreggiata il nostro ambiente, un’opzione da conoscere, alla pari di altri stili alimentari (non vegetariani) attraverso i quali perseguire le stesse finalità. Sarà un momento di alta riflessione per comprendere che l’emissione di Co2 è una delle cause della deriva ambientale, ma non è l’unica. La manifestazione vuol contribuire con un proprio “tassello” alla riflessione sulla svolta ambientale che passa anche/soprattutto attraverso atti quotidiani dei singoli. Segue cena vegetariana “giro…vegando tra i sapori da scoprire”

DOMENICA 25 NOVEMBRE

Alle 11.15 lo scrittore torinese Mario Barbero (Pintore Editore) presenta il giallo Presunto Colpevole appena uscito per la collana “Gialli Pintore”. La trama del giallo è ambientata tra le vie di Torino, dove un giovane studente di Medicina, costretto a diventare detective suo malgrado poiché coinvolto in un omicidio. Personaggio cardine della vicenda è ancora il commissario Diego Vasari “sbirro” di vecchio stampo (una sorta di media tra Colombo e Montalbano in versione subalpina) costretto dall’indagine a viaggi nelle valli cuneesi alla caccia di un inafferrabile assassino. Di giallo in giallo, alla presentazione seguirà il pranzo letterario “a tavola con Montalbano” proponente la fusione tra la cucina siciliana e i vini del Monferrato Casalese.

Alle 16,30 la giornalista torinese Piera Genta presenta il suo ultimo libro A proposito di pane (Daniela Piazza editore) un interessante approfondimento su un mondo vasto, indispensabile (all’alimentazione umana) ma poco considerato e conosciuto qual è il pane che è millenario alimento principe per l’umanità. Per conoscere meglio il pane, unico alimento quotidiano di ciascuno di noi (lo è nella nostra inconsapevolezza) occorre leggere il libro di Piera Genta. E siccome il pane è stato ultimamente al centro di un largo dibattito, alla presentazione seguirà un talk show con la partecipazione del mugnaio Claudio Dongiovanni e del presidente dei panificatori alessandrini Roberto Actis

Alle 17.30 lo scrittore di orgine monferrina Pier Massimo Prosio presenterà il libro L’amore e l’eresia– una storia in Monferrato nel 1848 ( L’artistica editrice) un romanzo straordinario che intreccia storie individuali in un contesto storico di grandi cambiamenti qual è quello risalente alla promulgazione dello Statuto Albertino e alle prime battaglie per unificare l’Italia. Il Romanzo è ambientato a Ottiglio Monferrato e in tanti passaggi l’autore cita il Santuario di Crea, luogo in cui si svolge la manifestazione da “Leccarsi le dita”, che celebrando l’editoria di territorio, rende un omaggio imprescindibile a questo splendido libro

24 Novembre 2007