Una manifestazione riscoperta una quindicina d’anni fa ma di antiche origini che risalgono addirittura all’ Ottocento quanto Casalnoceto, il 21 marzo 2010, terra di confine tra Alessandria e Pavia, tra il Piemonte e la Lombardia, era particolarmente ricca di alberi di mele.

Gli agricoltori di allora per conservare i frutti ed evitare che le mele si deteriorassero inventarono il metodo della messa a “moj”: si lavano le mele, sane e senza difetti, e si pongono in una damigiana a collo largo per circa 40 giorni con una mistura di vinello di 6-7 gradi e aceto. Le mele verso la fine di marzo erano pronte e venivano esposte ed assaggiate nella tradizionale fiera di primavera. Anche quest’ anno le mele saranno pronte e la fiera che verrà allestita, inizierà alle ore 9,30 e continuerà per tutta la giornata, un momento di gioia ed un’ occasione sia per assaggiare le mele, dal gradevolissimo sapore agro-dolce, una vera specialità da riscoprire soprattutto da parte di chi ama gli antichi sapori, sia per scoprire Casalnoceto, che per domenica 21 marzo 2010 “mette i vestiti della festa”.

PROGRAMMA:

Bancarelle di prodotti tipici locali, artigianato e merci varie
Stand gastronomico Pro Loco – distribuzione delle mele a bagno e delle frittelle
Nel pomeriggio esibizione gruppo VAL SESIA
Area intrattenimento per bambini con animazione
Visite guidate al Museo “La memoria del Passato”
Alla Chiesa Parrocchiale San Giovanni Battista e
All’ Oratorio di San Rocco.

21 Marzo 2010