Rocca Grimalda, dal 15 al 17 giugno (AL)

Si tratta di un percorso trekking che ricalca il tracciato del culto di Santa Limbania da Genova al Basso Piemonte. Si parte da Genova Voltri e percorrendo l’antica carrareccia dei Giovi si giunge a forte Geremia. Si attraversano strade e sentieri, toccando paesi ricchi di storia e di artigianato: dalla filigrana di Campo Ligure al suggestivo centro storico di Rossiglione, passando per Ovada, per arrivare a Rocca Grimalda dove ci sarà un mercatino di prodotti tipici.

In occasione della conclusione della Prima Tappa del Cammino di Santa Limbania verrà allestito, domenica 17 giugno dalle ore 11.00 alle ore 19.00 davanti all’ingresso del Museo della Maschera, all’interno degli spazi del giardino botanico, un mercatino di prodotti tipici, dove troveranno spazio i prodotti locali e le specialità di Rocca Grimalda come il vino, ma anche la particolare produzione casearia delle Valli del Latte, il miele di Voltaggio e tutte la produzione agroalimentare del basso Piemonte e della Liguria. Il progetto vuole contribuire non solo all’educazione alimentare dei giovani e degli appassionati di prodotti biologici, ma anche alla conoscenza delle specificità alimentari a noi vicine.

L’edizione 2007 è realizzata in due tappe, la prima a giugno, 15, 160, 17 del mese, la seconda un week end nella seconda metà del mese di settembre.

In occasione proprio della conclusione della Prima Tappa del percorso verrà allestito, davanti all’ingresso del Museo della Maschera, all’interno degli spazi del giardino botanico, un mercatino di prodotti tipici, dove troveranno spazio i prodotti locali e le specialità di Rocca Grimalda come il vino, ma anche la particolare produzione casearia delle Valli del Latte, il miele di Voltaggio e tutte la produzione agroalimentare del basso Piemonte e della Liguria. Il progetto vuole contribuire non solo all’educazione alimentare dei giovani e degli appassionati di prodotti biologici, ma anche alla conoscenza delle specificità alimentari a noi vicine.

Il Cammino di Santa Limbania è un percorso trekking che ricalca il tracciato del culto di Santa Limbania da Genova al Basso Piemonte, parte integrante del ciclo di iniziative “Santa Limbania, ovvero i destini del viaggio”: un progetto culturale avviato nell’ambito di Genova 2004 capitale della cultura e che vede la collaborazione delle province di Genova e Alessandria.

Santa Limbania è la protettrice dei viaggiatori perché proprio nel suo viaggio da Cipro alla Liguria si rivelò la volontà di Dio che guidò la nave nei pressi del porto di Voltri. La sua fama si diffuse nella città dove sorse una chiesa. Grazie anche alle strade del sale e dei mercanti che attraversavano l’Appennino il culto della Santa diede luogo ad una serie di cappelle in tutto quello che allora era il genovesato.

A Rocca Grimalda troviamo una bella chiesa dedicata a Santa Limbania, il paese (noto anche per il Museo della Maschera e per la Lachera che si balla a Carnevale) è stato il promotore dell’iniziativa culturale ed enogastronomia insieme all’Assessorato alla Natura della Provincia di Genova.

Un cammino di fede, ma anche una scoperta di uno dei territori più ricchi di tradizione e storia. Proprio da una ricerca storica avviata dal Laboratorio Etnoantropologico di Rocca Grimalda è scaturita l’idea del cammino di Santa Limbania, sperimentato con successo nel 2004 in occasione dell’anno in cui Genova è stata capitale della cultura.

Il percorso parte da Genova Voltri, dalla piazza intitolata alla Santa, dove sorge la chiesetta dedicata a Santa Limbania e percorrendo l’antica carrareccia dei Giovi, superata la Cannellona, si giunge a forte Geremia. Nel corso dei tre giorni si punta verso Rocca Grimalda passando per Ovada, ma ancor prima attraverso strade e sentieri e pascoli, toccando paesi ricchi di storia e di artigianato: dalla filigrana di Campo Ligure al suggestivo centro storico di Rossiglione. Nel corso di questa tappa si percorre un ampio tratto dell’Alta via dei monti Liguri che porta alla Colletta di Tiglieto, località dove è situata la prima Badia cistercense edificata in Italia.
Rocca Grimalda come meta della prima parte del cammino e fulcro delle attività di ricerca storica e di tradizione popolare che ha consentito di far nascere e crescere l’idea del percorso.

La seconda parte del cammino, quella in programma in un fine settimana di settembre ha, invece come meta Voltaggio.

I comuni interessati sono quelli di Ovada, Rocca Grimalda, Rossiglione, Tiglieto, Masone, Silvano d’Orba, Castelletto d’Orba, Gavi, Voltaggio.

Per informazioni: www.comuneroccagrimalda.it

15 Giugno 2007