Diciottesimo appuntamento con la prima e più grande mostra di florovivaismo per giardini, orti e terrazzi, a cura della Accademia Piemontese del Giardino di Paolo Pejrone. Passeggiate in carrozza per visitare il labirinto di carpini con trampolieri e giocolieri e l’Allea grande, al termine dei restauri. Media Partner VilleGiardini.

Appuntamento al parco del Castello di Masino a Caravino (To), da giovedì 30 aprile (dalle 14 alle 18) a domenica 3 maggio 2009 dalle 10 alle 18, con la diciottesima edizione della “Tre giorni per il giardino”, la prima e più importante manifestazione floro-vivaistica nazionale per giardini e terrazzi, organizzata dal FAI – Fondo Ambiente Italiano sotto l’accurata regia dell’architetto Paolo Pejrone, fondatore e Presidente dell’Accademia Piemontese del Giardino.
Un “ponte” fiorito che – vista l’alta affluenza di pubblico registrata nel 2008 – anche quest’anno durerà ben quattro giorni, durante i quali oltre 130 vivaisti italiani e stranieri accuratamente selezionati metteranno in mostra le loro collezioni e novità.

Molte le categorie rappresentate, in particolare: piante annuali, biennali e perenni fiorite; piante aromatiche; piante da frutto e da orto; piante erbacee perenni; piante esotiche; piante alpine e da roccaglia; piante mediterranee; piante per fiori recisi; piante rampicanti e acquatiche; alberi e arbusti ornamentali e da bacca; piante cactacee e succulente; agrumi e piccoli frutti; sementi rare. Dalle rose rampicanti e coprisuolo alle rose antiche e moderne; dalle graminacee ornamentali ai rododendri e alle azalee; dagli ellebori agli iris ed emerocallidi; dai tuberi e rizomi alle più pregiate varietà di orchidee; dai rosmarini e salvie alle camelie; dalle passiflore alle tillandsie; dalle magnolie alle ortensie; dai glicini ai lillà; dal bambù alle felci e a bulbi di tutti i tipi. Saranno anche in vendita prodotti dell’orto di primavera, quali asparagi, insalatine, rapanelli, fragoline di bosco, fragoline di bosco e ciliegie precoci e tutti i sapori e i profumi dell’orto, ottima testimonianza di un utilizzo razionale della terra.

Tra le nuove proposte in mostra quest’anno: collezioni di gelsomini, di oleandri, di lecci e di clematidi, piante di olivi da freddo, fuchsie resistenti al freddo, piante tropicali da fiore, collezioni di rosa gallica, violette, mughetti e non ti scordar di me, nuove varietà di peonie, gerani e lavande. In più: segnavento, cesteria e intrecciati, piscine naturali, sculture in legno provenienti dall’abbattimento di vecchi alberi, terracotte toscane, vasi decorati, serre, arredi e tende, editoria specializzata abbigliamento storico da giardino.

Inoltre, la visita alla “Tre giorni per il Giardino” sarà occasione per vedere dal vivo – a tre anni dalla messa a dimora – l’incantevole fioritura del cosiddetto “Giardino delle Nuvole”, composto da circa 7.000 piante di candide Spireae Van Houttey, donate al FAI dalla Fondazione Zegna e sistemate nel parco del Castello di Masino su progetto di Paolo Pejrone. Questa specie floreale, il cui nome deriva dalla forma a spirale dei suoi minuscoli e numerosi fiori, è stata scelta non solo per la sua bellezza, ma anche perché necessita di pochissima irrigazione, creando così un giardino “sostenibile” che non prevede spreco d’acqua.
Novità di quest’anno: possibilità per il pubblico di effettuare pic-nic che non prevedano l’accensione di fuochi in zone attrezzate con tavoli e panche situate all’interno del parco.

Nel corso della manifestazione verranno organizzati numerosi incontri e conferenze sul tema dei giardini e degli orti, secondo il seguente calendario:

– Giovedì 30 aprile
Ore 15.00: “Gli orti felici”, mezz’ora con Paolo Pejrone.

– Venerdì 1 maggio
Ore 10.30: Guido Piacenza, presidente del Parco Burcina, e Francesco Merlo, Dipartimento di Agronomia dell’Università di Torino, presentano “I rododendri ibridi del Parco Burcina”.
Ore 15.00: Pia Pera e Paolo Pejrone presentano “L’insalata era nell’orto” (Edizione Salani) di Nadia Nicoletti. Sarà presente l’Autrice.

– Sabato 2 maggio
Ore 11.00: Julius Höh, amministratore delegato di Stihl, parla di “mulching, compostaggio e carburanti ecologici”.
Ore 15.00: “La coltivazione delle orchidee in casa”, a cura di Giancarlo Pozzi.

– Domenica 3 maggio
Ore 11.00: “La coltivazione delle orchidee in casa”, a cura di Giancarlo Pozzi.
Ore 15.00: Julius Höh, amministratore delegato di Stihl, parla di “mulching, compostaggio e carburanti ecologici”.

Inoltre, in occasione della Tre Giorni per il Giardino, nell’Antico Municipio del Borgo di Masino, al primo piano, presentazione dell’offerta culturale e turistica dell’Anfiteatro Morenico di Ivrea a cura dell’Ecomuseo AMI; al piano terreno apertura del primo Emporio dell’Anfiteatro Morenico.

30 Aprile 2009