“il Mondo nell’Alfabeto” offre una panoramica di Alfabeti, Numeri e Punteggiatura ispirati alla cultura, tradizione, arte ed industria di ogni continente.
I calligrafi che hanno ridisegnato le forme alfabetiche sono 21. Il totale degli alfabeti selezionati sono 30 e 15 le serie numeriche e punteggiatura ( in allegato i nomi degli autori e i titoli delle opere calligrafiche).
Le Aziende partecipanti al Concorso sono:
TIM, KRAFT, MINI, CITTA’ di TORINO.

La sezione del Mondo maggiormente rappresentata è il continente Asiatico ( Giappone, Cina, India, ecc. ). Le differenti culture dell’Oriente ricche di tradizioni calligrafiche ad artistiche tra le più poetiche e struggenti del pianeta, sono state rivisitate dai designer mantenendo intatta la delicatezza e l’armonia nei vari logogrammi.
Il continente Africano ( Egitto, Etiopia, fascia Equatoriale, ecc.) ha trovato risalto in diverse tavole calligrafiche con geroglifici, simboli della natura e uso dei colori tipici di questa parte del nostro pianeta.
Le Americhe ( America Latina, Usa e Canadà ) spaziano dalle antiche simbologie Nazca al PC ultima generazione, dalle architetture più avveniristiche alla suggestiva flora nordamericana.
Il Vecchio Continente, già ampiamente trattato nella precedente edizione del Concorso Internazionale Calligrafico 2008 con il tema ” Europa dall’Alfabeto mai Comune”, si riconferma il territorio di storia, cultura e tradizione più amato dai designers in concorso.
I tipi di scrittura presentati quest’anno oltre all’alfabeto Latino (dai dipinti di Fulvio Colangelo alle illustrazioni di Aldo Brovarone), troviamo l’alfabeto ebraico magistralmente interpretato dall’artista scultore Levy Gabriele e dalla calligrafa Soriani Gloria (che ha ridisegnato in stile personalissimo anche le lettere dell’alfabeto arabo, armeno, cirillico, tibetano).

I premiati della quinta edizione offrono elaborati di enorme valore artistico e calligrafico.
Premiato come Miglior Logo per Singola Nazione è il grande maestro Arnaldo Pomodoro. Con i suoi studi del logo ITALIA, egli disegna nel corpo delle lettere la freccia quale elemento grafico e archetipico simbolo di collegamento tra la preistoria e la contemporaneità. Dalle frecce del neolitico al puntatore del mouse nel computer.

Lo statunitense Gregory Hill, pluripremiato nei precedenti concorsi, anche quest’anno si aggiudica il Miglior Alfabeto Internazionale. Ogni lettera del suo Alfabeto corrisponde ad una città del Mondo, disegnato con stile inconfondibile e rara tecnica calligrafica.

Alla TIM, è stato riconosciuto il posto d’onore alle lettere e numeri illustrati nati per la campagna pubblicitaria 2008 ” Mille e una TIM”, aggiudicandosi il Miglior Lettering Pubblicitario nella competizione calligrafica riservata alle Aziende.

L’artista Piero Ferraris , per la sezione dedicata alla rielaborazione dei vari alfabeti già in concorso nelle precedenti edizioni, si è aggiudicato il primo premio come Miglior Video con lettere animate con le divertenti scritte dinamiche abbinate a supporto sonoro.

Tra le numerosissime Scuole che hanno partecipato al Concorso Calligrafico – L’Arte degli Amanuensi Wib, risultano vincitrici rispettivamente:

Istituto Tecnico Industriale delle Arti Grafiche ” Padre Monti ” di Saronno con splendidi alfabeti ispirati al mondo delle arti

Scuola secondaria inferiore I.C. ” Cesare Pavese” di S.Stefano Belbo (CN)
con numerose e belle pagine mail miniate e decorate

Tutti gli elaborati sono visibili su : www.caus.it e http://torino.unitre.net

Luogo Archivio di Stato di Torino – Via Piave, 21 (To)
Data Dal 17 aprile al 18 maggio 2009
Inaugurazione Venerdì 17 aprile 2009 – ore 17,00
Orario Dal lunedì al venerdì – 9.30/18.00 – Sabato 9.30/13.00 (chiuso festivi)
Ingresso Gratuito. La mostra è per tutti.
Info – Tel [email protected] 339.60.57.369
Visibilità www.caus.it htt://torino.unitre.net/
Organizzazione C.A.U.S. – Centro Arti Umoristiche e Satiriche
UNITRE Torino
Ideazione Raffaele Palma

Patrocinio Commissione Europea Rappresentanza in Italia
Regione Piemonte
Provincia di Torino
Città di Torino

Durante la rassegna il pubblico sarà invitato ad esprimere un giudizio sulle opere esposte, compilando una scheda di valutazione.
Al termine della mostra l’artista che risulterà più votato si aggiudicherà il premio della Giuria Popolare.
Il giorno della premiazione e del convegno, sarà comunicato in tempo utile a tutti gli addetti ai lavori.

17 Aprile 2009