Gli appuntamenti con il mondo cavallo sono ormai diventati di gran tradizione in Alta Badia. La vallata nel cuore dell’Alto Adige/ e delle Dolomiti ha da sempre una vocazione agricolo-rurale molto forte, legata alle ferree leggi del maso chiuso, che non permettono di frastagliare le proprietà agricole, garantendo quindi anche alle generazioni future un paesaggio culturale tutelato e protetto.

Anche al giorno d’oggi sono ancora molti i contadini attivi in valle. Molti gli allevamenti di cavalli, in gran parte di razza avelignese e norica, che preparano e addestrano gli animali all’impiego agricolo e ad essere utilizzati per il tempo libero e per le passeggiate.

Vi facciamo rivivere le nozze contadine ladine – 26.02.09

Lo sapete, che molti anni fa, se un giovane girava la domenica con un garofano sul cappello, significava un pegno d’amore? Oppure se ritornava a casa con dodici uova pasquali colorate presentate in una scatola di vetro dipinta a mano, la sua lei lo avrebbe sposato entro l’anno? E che pochi giorni prima del sì la mamma della sposa invitava lo sposo e i gli amici comuni a mangiare “les fortaies” (pastella fritta a forma di spirale condita con marmellata di miritilli rossi)? Inoltre che in Alta Badia ci si sposava in costume tradizionale e che per raggiungere la chiesa si incontravano diversi impedimenti divertenti, oppure che i fratelli e le sorelle più vecchi ancora da sposare dovevano acquistare una capra tra le risate di tutti? Scene contadine di un tempo, da ammirare durante la bellissima serata del 26 febbraio 2009 nel centro storico di Badia, che accoglierà il corteo nuziale, tra slitte antiche e costumi tradizionali.

È di scena la slittada da paur, quella sana gita contadina, tra costumi ladini e gioielli artigianali – 22.02.09

La slittada da paur (trad. Slittata dei contadini) è nata qualche anno fa per gioco. Trattasi di una gita dei contadini della Val Badia, che si radunano per trascorrere una giornata in allegria, percorrendo con i loro amici cavalli un tragitto tra malghe e boschi secolari. Il mezzo usato è la slitta, un vero e proprio capolavoro artigianale, tramandato gelosamente di padre in figlio. È intagliato e dipinto a mano e raffigura le peculiarità e l’importanza della fattoria posseduta. Le slitte si usavano un tempo per andare alla messa solenne della domenica e per sfoggiare i coloratissimi costumi ladini. Gli uomini indossavano pantaloni di cuoio o di panno abbinati a diversi tipi di giacche, le donne pesanti sottane di lana e allegri copricapo a forma di cipolla. Il lungo corteo si diparte dal paese di Pedraces per raggiungere il centro di La Villa, dove il pubblico ha la possibilità di ammirare da vicino le slitte, i costumi tradizionali dai mille colori e le particolari bardature dei cavalli. Nel pomeriggio assisteremo presso il campo sportivo di La Villa alla gara sociale di cavalli con slitta e skikjöring, Appuntamento: 22 febbraio 2009.

Gite in slitta e passeggiate a cavallo per tutti – Agli ospiti viene data la possibilità di conoscere più da vicino il mondo cavallo dell’Alta Badia attraverso le escursioni in slitta, trainate da una pariglia di cavalli. Da ogni paese è possibile raggiungere gli angoli più segreti della valle, addentrandosi nelle abetaie innevate e passando lungo gli assolati pendii. Una gita costa a partire da Euro 16,00 a persona – informazioni presso le Associazioni Turistiche Tel. 0471/847037-836176 – www.altabadia.org .

Agli amanti della sella segnaliamo i trekking sulla neve proposti dai maneggi Teresa – Tel. 339/3913677, Col dala Vara – Tel. 333/2368082 oppure Sitting Bull Ranch – Tel. 0474/590160

26 Febbraio 2009