La Fiera di Sant’Orso è per prima cosa una grande manifestazione popolare, un inno alla creatività e all’industriosità delle genti di montagna. Ogni anno un migliaio di espositori, tra artisti ed artigiani valdostani, presentano con orgoglio e legittima soddisfazione i frutti del loro lavoro, svolto come hobby o come vera e propria attività produttiva, sempre però di stampo prettamente artigianale.

Sono presenti tutte le attività tradizionali: scultura ed intaglio su legno, lavorazione della pietra ollare, del ferro battuto e del cuoio, tessitura del “drap”, stoffa in lana lavorata su antichi telai in legno, e poi merletti, vimini, oggetti per la casa, scale in legno, botti …

La fiera si svolge nel centro storico di Aosta, lungo un percorso che in vari tratti costeggia l’antica cinta muraria

Oltre all’esposizione di oggetti di produzione artigianale di sapore più antico e dell’artigianato moderno si può trovare:

in Piazza Chanoux, centro della città

– “Atelier des Métiers”: mostra mercato riservata alle imprese artigiane che hanno fatto della produzione artistica la loro
professione

– Esposizione dei lavori degli allievi dei corsi di scultura, intaglio, tornitura, drap, ferro battuto, falegnameria, “vannerie”
(intreccio in vimini) voluti e seguiti dalla Regione

In Piazza Plouves, presso apposito padiglione:

– Degustazione della migliore produzione enogastronomica valdostana.
– Esposizione della produzione artigianale degli ospiti istituzionali della Fiera di Sant’Orso.
– Una riproduzione della moneta denominata “Cavallotto” di Carlo Emanuele I (1580-1630) che venne battuta nella
zecca di Aosta nel 1587, realizzata in edizione speciale dalla verres Spa, verrà proposta al pubblico in edizione limitata
in occasione della 1006ima Fiera di Sant’Orso
– Presso apposito sportello gestito dalle Poste Italiane si potrà usufruire dell’annullo speciale “S.Orso”.

Oltre la fiera:

Il 29 Gennaio
– ore 21.00 concerto di apertura presso la collegiata di Sant’Orso del coro omonimo.

Il 30 Gennaio
– ore 18.00 messa dedicata agli artigiani presso la chiesa di Sant’Orso.
– dalle 19.00 in poi tradizionale “veillà” una grande festa popolare all’ombra dell’antica Porta Praetoria, con la partecipazione di gruppi folkloristici. Distribuzione gratuita di brodo e “vin brulé” (vino caldo)

Il 31 Gennaio
– ore 21.00 Spettacolo di musica tradizionale alpina dei Trouveur Valdotèn presso il cinema Teatro Giacosa.

Padiglione eno-gastronomico – Piazza Plouves 28 al 31 Gennaio

Informazioni: www.fieradisantorso.it

30 Gennaio 2007