Spettacoli teatrali e incanti vari 31 Agosto e 1-2 Settembre 2007 Corso del Popolo – Chioggia

Quando le foglie iniziano ad imbrunire, l’erba si fa meno brillante e il sole è più basso sull’orizzonte, fa capolino LA CITTÀ DEI RAGAZZI, un progetto di Arteven realizzato grazie all’Amministrazione Comunale, con il sostegno dell’Assessorato alla Cultura della Provincia di Venezia e dell’Asp Azienda Servizi Pubblici Spa – Gruppo Veritas e con il contributo della Regione del Veneto.

Dal 31 agosto al 2 settembre, a Chioggia riprende vita una tre giorni dedicata ai cittadini ‘under 13’ ma aperta e godibile naturalmente da tutti gli altri, nel corso della quale la sera si potranno gustare spettacoli di circo teatro, anticipati da una pacifica invasione degli spazi urbani del centro storico. Infatti, a partire dal tardo pomeriggio, lungo il Corso del Popolo si avvicenderanno artisti di strada, burattinai, clown e imbonitori dalle più originali capacità. Artisti provenienti da ogni luogo si incontreranno con associazioni e gruppi artistici locali che porteranno ognuno il proprio contributo creativo. E non mancheranno le sorprese!

Così, accompagnati da un’allegra carovana di asinelli – tra allestimenti di teatro di figura e d’attore popolati da burattini, marionette, pupazzi, ombre e pupi che narrano di storie bizzarre condite da fantastiche avventure – si può incappare in laboratori creativo-manuali dove ci si può cimentare con carta riciclata, stoffa, lana e cartoncini… è la creatività la protagonista di questa edizione colma di colore e musica, in cui ognuno dei presenti sarà caldamente invitato a dare il meglio di sé!
E ancora irrefrenabili clown, acrobati, giocolieri, trapezisti ma anche animazione musicale, performance di danza, una parata di animali, particolari monaci shaolin, un ventriloquo scatenato…

La Città dei Ragazzi è una variopinta festa che, vista dall’alto, riprende le linee in gesso del vecchio ma mai antiquato “campanon”, emblema scelto come simbolo della manifestazione, quest’anno alla sua seconda edizione. E proprio come un campanon questa iniziativa va intrapresa: lanciando un sassolino e allungandosi con il corpo verso il cuore della Città, lungo il corso principale con occhi curiosi e bramosi di sorprese. Invitiamo tutti, quindi, nel tardo pomeriggio a individuare i numerosi spazi urbani, comunemente non deputati ad ospitare spettacoli dal vivo, rivisitati in circostanze dall’indubbio carattere suggestivo.

Ingresso libero
PER ULTERIORI INFORMAZIONI: 392 3651546

2 Settembre 2007