• 500 gr di ottimo burro
  • 100 gr di zucchero a velo
  • due bicchierini di ouzo
  • 1 bustina di lievito vanigliato in polvere
  • 3 tuorli d’uovo
  • 800 gr di farina per dolci
  • 150 gr di granella di mandorlePer la copertura:
  • acqua di rose per dolci
  • 200 gr di zucchero al velo

Per un centinaio di piccole mezzelune… ebbene si, perchè li abbiamo preparati per una festa interculturale 🙂
Se ve ne servono meno, dimezzate le dosi.

Preparate la granella di mandorla, tostandola in forno a 150 gradi per qualche minuto. La granella dovrà diventare dorata, senza scurirsi. Lasciatela raffreddare.

Lasciate ammorbidire il burro a temperatura ambiente, quindi sbattetelo con una frusta fino a renderlo cremoso, con 100 gr di zucchero a velo e l’ouzo. Indugiate una mezz’ora in questa operazione: dovrà risultare un composto cremoso come il gelato.

Continuando a sbattere, aggiungete poco per volta i tuorli, poi la farina, precedentemente mescolata al lievito, infine la granella.

Impastate con le mani sino ad ottenere una sfera di frolla, liscia e compatta.

Formate delle mezzelune e mettetele in una teglia lasciando tra l’una e l’altra lo spazio necessario per il loro rigonfiamento.

Fate cuocere i Kourabiedes in forno a 170° per circa 20 minuti, finchè non daranno dorati.

Togliete i biscotti dal forno, spruzzateli con l’acqua di rose mentre sono ancora caldi e cospargeteli con abbondante zucchero a velo. Ma proprio abbondante!

Dovranno avere una consistenza molto molto fragrante, quasi da sciogliersi in bocca. Sono così delicati che vanno maneggiati con cura!

Conservate i Kourabiedes in una scatola in cui avrete adagiato sotto della carta forno, come un cestino, per non disperdere lo zucchero a velo: i kourabiedes sono ottimi dopo un paio di giorni di attesa… se resistete!

Con lo zucchero rimanente, quando avrete finito i biscotti, potete dolcificare anche il caffè, l’aroma sarà unico!

Se non trovate l’acqua di rose, potete prepararla facendo appena bollire, per circa un’oretta, un pò di petali di rosa molto profumata, non trattata, con semplice acqua minerale.
Lasciate raffreddare, filtrate, mettete in una bottiglietta e conservate in frigo per massimo un mese.