HomePage
 
SCNews Itinerari Cucina Mediateca Souk Eventi Biblioteca Iscriviti alla nostra newsletter!
 
La guida per partire!  Italia  Europa  Mondo  Parchi  Musei curiosi  Nowboarding  Risorse  DisneylandNews
 
Nowboarding: la guida per partire di Sottocoperta.Net
 
Cosa mettere in valigia
Il bagaglio 'a mano'
Al mare o in appartamento
La valigia per la neve
Il bagaglio dei più piccoli
I documenti da portare
Il passaporto
In viaggio in nave
Traveller's cheque e valuta
Una farmacia portatile
Vaccinazioni
Acqua e alimenti all'estero
Cibi: Paese che vai.
Team e Modello E111
Bagaglio smarrito e danni
Overbooking e ritardo voli
Diritti nave & traghetto
Il Jet-Leg
La trombosi del viaggiatore
Proteggersi dal sole
Occhiali e sole
Guidare all'estero
Guidare negli Stati Uniti
La tua mail in viaggio
Telefonare dall'estero
Chiudere casa
Far sopravvivere le piante
Elettricità all'estero
B&B, Guesthouse, Ostelli
Un turista responsabile è...

Fare il passaporto: dove, come, quando

Il passaporto ordinario è valido per tutti i Paesi i cui governi sono riconosciuti da quello italiano, salve le limitazioni previste dalla legge, e può essere ottenuto da tutti i cittadini della Repubblica. Dal 19 maggio 2010 è in vigore il nuovo passaporto ordinario "biometrico". Sono infatti acquisite le impronte digitali dei due indici delle mani, solo presso gli uffici della Polizia di Stato anche in tempi differiti rispetto alla presentazione della domanda.

Anche il minore si deve dotare di un passaporto individuale. Pertanto non è più possibile per il genitore iscrivere il figlio minore sul proprio passaporto.

Il passaporto viene rilasciato (e rinnovato) dalle questure e, all'estero, dalle rappresentanze diplomatiche e consolari. Si può richiedere online (www.passaportonline.poliziadistato.it), ricordando che per il rilevamento delle impronte digitali bisognerà comunque recarsi presso la questura o il commissariato, anche in un secondo momento.

I tempi di attesa per ottenere il passaporto variano dai due giorni lavorativi ai 30 giorni nei mesi estivi: calcolate quindi i tempi burocratici rispetto alla data della vostra partenza.

Il passaporto ha una validità di 10 anni, ma in alcuni casi previsti dalla normativa vigente, ad esso può essere attribuito un periodo di validità inferiore.

N.B. Il passaporto, di qualunque tipo, per essere idoneo all'ingresso nella maggior parte dei Paesi, deve avere una validità di almeno 6 mesi oltre il periodo di permanenza previsto.

Il passaporto può essere rinnovato anche prima della scadenza per un periodo complessivamente non superiore a quello massimo previsto dalla legge.

 

Descrizione del nuovo passaprto biometrico

Il libretto si compone di 48 pagine; l'immagine, i dati di personalizzazione del titolare ed il numero di passaporto sono riportati a pagina 2. Il numero di serie del passaporto e' riportato in chiaro a pagina 1 in basso, al centro, sotto la parola «Passaporto», e a pagina 2 (a stampa orizzontale) in alto a destra; è composto da una sequenza alfanumerica di due lettere indicanti tipologia e serie del passaporto, seguite da sette numeri arabi. Lo stesso è ripetuto in perforazione nelle pagine del libretto a partire dalla pagina 3 e fino all'ultima di copertina.

Un film trasparente di sicurezza e' applicato a caldo a protezione dei dati personali del titolare del passaporto, che vengono stampati con tecnica digitale. Tale film contiene immagini olografiche trasparenti ed e' stampato con inchiostri speciali, riportando in perforazione il numero di serie del passaporto.

Il testo impresso nelle pagine interne è nelle lingue ufficiali dell'Unione europea secondo l'ordine alfabetico abitualmente impiegato nei testi comunitari o in tre lingue laddove specificato, mentre il testo della copertina del passaporto e' in lingua italiana.

Nella pagina 2 è riservato uno spazio destinato alla stampa digitale dell'immagine del titolare del passaporto. A protezione dei dati, dopo la personalizzazione, viene applicato un film trasparente di sicurezza con elementi olografici (foil olografico). La pagine 3, invece, contiene informazioni aggiuntive dell'intestatario del passaporto nelle tre lingue (italiano, inglese e francese). La pagina 46 contiene il simbolo dell'Unione europea e, preceduto dal titolo «Art. 23 del Trattato sul funzionamento dell'Unione europea (ex art. 20 del Trattato CE)», il testo dell'art. 23 del Trattato sul funzionamento dell'Unione europea (ex art. 20 del Trattato CE) con l'indicazione del sito europeo relativo alla tutela consolare.

Nella copertina del passaporto e' inserito un microprocessore (chip) con capacita' minima di 80Kb e di durata di almeno 10 anni. Nel chip sono, memorizzate l'immagine del volto, le impronte digitali del titolare e le informazioni, gia' presenti sul supporto cartaceo, relative al passaporto ed al titolare, nonche' i codici informatici per la protezione ed inalterabilita' dei dati e le informazioni necessarie per renderne possibile la lettura agli organi di controllo. Gli elementi biometrici contenuti nel chip potranno essere utilizzati solo al fine di verificare l'autenticita' del documento e l'identita' del titolare attraverso elementi comparativi direttamente disponibili quando la legge lo prevede. I dati biometrici raccolti ai fini del rilascio del passaporto non saranno conservati in banche di dati.

 

Dove richiedere il Passaporto

Si può richiedere il passaporto compilando la domanda direttamente sul web, registrandosi sul sito Agenda passaporto: il sistema permette di scegliere il luogo (questura o commissariato), il giorno e l'ora per la consegna della documentazione e per la rilevazione delle impronte digitali necessarie per il rilascio del passaporto biometrico obbligatorio dal maggio scorso.

La domanda per il rilascio del passaporto, corredata della documentazione necessaria, può essere presentata:

  • in Italia: dal 25 giugno 2010 tutti gli Uffici emittenti in Italia e all'estero rilasciano il passaporto di ultima generazione, che prevede foto e firma digitalizzate con impronte digitali in un nuovo tipo di libretto

La domanda per il rilascio può essere presentata presso i seguenti uffici del luogo di residenza o di domicilio o di dimora:

  • la Questura
  • l'ufficio passaporti del commissariato di Pubblica Sicurezza
  • la stazione dei Carabinieri
  • Comune di residenza

NB: Le impronte digitali possono essere acquisite solo presso gli uffici della Polizia di Stato anche in tempi differiti rispetto alla presentazione dell'istanza

  • All'estero: presso le rappresentanze diplomatiche e consolari.

Raccomandiamo a coloro che stanno per partire, in particolare a chi si recherà nei nuovi paesi dell’Unione europea, di leggere attentamente le indicazioni pubblicate sul sito della Polizia di Stato.

 

Per fare il passaporto servono:

  • Il modulo stampato della richiesta passaporto
  • un documento di riconoscimento valido
  • 2 foto formato tessera identiche e recenti
  • Dal 24 Giugno 2014 è stato introdotto un contributo amministrativo di euro 73,50 (da acquistare sotto forma di contrassegno telematico in una rivendita di valori bollati prima di presentarsi con la documentazione nell'Ufficio che rilascia i passaporti) per il rilascio del passaporto ordinario, incluso il rilascio a favore di minori, oltre al costo del libretto (pari ad euro 42,50).
  • La ricevuta di pagamento di € 42.50 per il passaporto ordinario. Il versamento va effettuato esclusivamente mediante bollettino di conto corrente n. 67422808 intestato a: Ministero dell'Economia e delle Finanze - Dipartimento del tesoro.
    La causale è: "importo per il rilascio del passaporto elettronico". Vi consigliamo di utilizzare i bollettini pre-compilati distribuiti dagli uffici postali.
  • Per il rilascio di nuovo passaporto, a causa di deterioramento o scadenza di validità, con la documentazione deve essere consegnato il vecchio passaporto.
  • La stampa della ricevuta che viene inviata dal sistema dopo la registrazione al sito Agenda passaporto

 

Per chi parte per gli USA

N.B. Dal 1 aprile 2016 i passaporti validi per recarsi negli USA con il Visa Waiver Program sono solo quelli elettronici. Hanno una numerazione a 9 cifre, di cui 2 lettere e 7 numeri (i primi emessi sono della serie AA).
Informatevi sempre presso il sito della Polizia di Stato

Valigia protetta con lo speciale lucchetto! La TSA (Transportation Security Administration) è l’agenzia americana per la sicurezza dei trasporti aerei che ispeziona i bagagli registrati al check in; se vedono qualcosa di sospetto all’interno del tuo bagaglio, che tu hai chiuso con una combinazione o un normale lucchetto, la TSA romperà la valigia per poter fisicamente esaminare il contenuto; il risultato? Una valigia non più utilizzabile!

Proteggila quindi con lo speciale lucchetto TSA: l’agenzia americana potrà infatti aprirlo con una specifica chiave passpartout (che solo lei ha), controllarne il contenuto, e richiuderlo al termine dell’ispezione. Dotato di combinazione e meccanismo che segnala l'eventuale controllo avvenuto.

 

Nuova procedura per l’accesso negli Stati Uniti d’America
ESTA a pagamento dall’8 Settembre 2010

A seguito infatti dal Travel Promotion Act (TPA) firmato dal Presidente Obama a marzo 2010 si prevede una quota d’ingresso negli USA quale parte integrante del programma Visa Waiver, al momento della registrazione per l’obbligatoria ESTA (Electronic System for Travel Authorization) dello U.S. Department and Homeland Security.

  • L’ESTA è un sistema automatizzato che assiste nel determinare l’eleggibilità a viaggiare negli USA per tutti i paesi che rientrano nel programma Visa Waiver -, dei quali l’Italia ne fa parte unitamente ad altri 35 – e se nel caso codesto viaggio richieda misure legali oppure ponga dei rischi. L’ESTA è un’autorizzazione elettronica di viaggio che tutti i paesi facenti parte del Visa Waiver Program debbono ottenere prima di viaggiare in aereo o in nave negli USA.
    Una volta completata la registrazione ESTA nel sito internet, il viaggiatore viene infatti informato immediatamente circa il consenso al suo viaggio negli USA.
  • L’ESTA non si deve confondere con un visto.
  • Anche i minori e gli infanti debbono fare richiesta dell’ESTA, che siano accompagnati o non accompagnati durante il viaggio negli USA, indipendentemente dall’età. In tal caso il genitore oppure l’agente di viaggio può procedere alla richiesta dell’ESTA per il minore.
  • L’ESTA controbilancia la vulnerabilità inerenti ai viaggi che non richiedono un visto ed aggiunge un margine di sicurezza grazie al sistema di scrutinio anticipato.
  • L’ESTA deve essere richiesta anche solo per un transito negli USA, benché la destinazione finale non siano gli Stati Uniti: in tal caso nella richiesta ESTA si inserirà la nota apposita “In Transit” e la destinazione finale del viaggio, nello spazio predisposto all’indirizzo temporaneo durante il soggiorno negli USA.
  • I viaggiatori che non abbiamo fatto richiesta dell’ESTA ed intendano viaggiare negli USA possono incorrere in complicazioni quali accesso negato a bordo dell’aereo o della nave, procedure ritardate o accesso negato in qualsivoglia punto d’entrata negli USA.
  • Benché sia consigliato a tutti i viaggiatori di richiedere l’ESTA almeno 72 ore prima del viaggio, l’ESTA si può richiedere in qualsivoglia momento, prima di compiere un viaggio negli USA ed è valida per almeno due anni o fino alla scadenza del passaporto. La risposta alla registrazione ESTE è immediata, nel giro do pochi secondi e si opera direttamente in-linea, nel sito internet apposito.

Il sito https://esta.cbp.dhs.gov è gestito dal Governo degli Stati Uniti d’America.

A seguito della richiesta dell’ESTA si possono ottenere in-linea, nel giro di pochi secondi, solo tre risposte possibili:
1) Autorizzazione Approvata
2) Autorizzazione in attesa; il viaggiatore contatterà nell’arco delle successive 72 ore il sito internet per l’eventuale aggiornamento.
3) Viaggio non approvato; il viaggiatore dovrà consultare il sito www.travel.state.gov per informarsi sulla richiesta del visto per viaggiare negli USA.

L’ESTA è a pagamento a partire dall’8 Settembre 2010. L’ammontare della quota da pagare è di 14 US$, ripartita in 4 US$ per la pratica e 10 US$ per l’autorizzazione al viaggio. Nel caso l’autorizzazione venisse negata si pagherebbero solo 4 US$ per la pratica.

Ogni pagamento è effettuato con carta di credito: MasterCard, VISA, American Express e Discover. Ovviamente il pagamento via internet è sicuro e protetto durante la transazione.

Attualmente, secondo le nuove normative, chi è già in possesso di ESTA non ha necessità di pagare la quota richiesta al momento dell’aggiornamento dell’ESTA per un nuovo viaggio negli USA. Ad esempio: se si necessita correggere un indirizzo e-mail sbagliato, oppure aggiornare il numero del volo e l’indirizzo dell’alloggio negli USA nell’ESTA già richiesta, non si pagheranno quote per questi aggiornamenti.

In caso invece si richieda l’ESTA per la prima volta e si faccia un errore nel trasmettere un dato quale ad esempio numero e data emissione o validità del passaporto, si potrà certamente correggere il dato sbagliato richiedendo una nuova registrazione ESTA, ma per qualsivoglia nuova registrazione si pagherà, annullando comunque la precedente errata.

Per i viaggiatori cittadini di un paese facente parte del Visa Waiver program (Italia) non c’è più la necessità di riempire il modulo I-94W prima di entrare negli USA e che usualmente si compila a bordo dell’aereo e della nave(il cartoncino di colore verde).

Dettagli disponibili anche nel sito visitusaita.org

 

Per i minorenni

Fuori dalla Unione Europea serve il passaporto per i minori.

L'iscrizione del minore sul passaporto del genitore era valida fino al 26.06.2012. Infatti da questa data il minore può viaggiare in Europa e all'estero solo con un documento di viaggio individuale. Al contempo i passaporti dei genitori con iscrizioni di figli minori rimangono validi per il solo titolare fino alla naturale scadenza del documento stesso.

Per poter garantire una maggiore individualità e sicurezza ai minori la normativa prevede che sia i passaporti per minori che le carte d'identità per i minori abbiano due diverse tipologie di validità, al fine di garantire l'aggiornamento della fotografia e la identificazione del minore ai controlli di frontiera

Minore da 0 a 3 anni: validità 3 anni
Minore dai 3 ai 18 anni: validità 5 anni

Il sistema online non permette la registrazione da parte di un minore pertanto per ottenerne il passaporto un genitore deve registrarsi a proprio nome, o di quello dell'altro genitore, e prendere l'appuntamento che utilizzerà per il figlio/a. Tutto il resto deve essere a nome del minore (domanda per il passaporto e bollettino postale).

N.B. Per la legalizzazione delle foto (passaporto, lasciapassare) il richiedente deve essere presente (anche se minore), altrimenti l'Ufficiale non può procedere poiché deve verificare al momento che la foto ritragga la persona che lo richiede.

Per richiedere il passaporto per il figlio minore è necessario l'assenso di entrambi i genitori (coniugati,conviventi, separati, divorziati o genitori naturali.) e che il minore sia cittadino italiano.

Questi devono firmare l'assenso davanti al Pubblico Ufficiale (che autentica la firma) presso l'ufficio in cui si presenta la documentazione. In mancanza dell'assenso si deve essere in possesso del nulla osta del Giudice tutelare.
Se uno dei due genitori è impossibilitato a presentarsi per la dichiarazione, il richiedente può allegare una fotocopia del documento del genitore assente firmato in originale (il documento deve essere firmato per il confronto delle firme) con una dichiarazione scritta di assenso all'espatrio firmata in originale (ai sensi del DPR 445 del 2000 legge Bassanini). Questa procedura è estesa ai cittadini comunitari. Il genitore extracomunitario che si trova in Italia ma in una città diversa da quella dove sarà rilasciato il passaporto del minore potrà recarsi nel commissariato a lui più vicino per rilasciare l'assenso davanti ad un pubblico ufficiale.

Se uno dei due genitori è extracomunitario e non è presente in Italia, quindi non può recarsi presso una Questura per l'assenso, allora si deve recare presso l'Ambasciata italiana nel Paese estero dove si trova e firmare l'assenso che in questo modo è legalizzato e spedito poi in Italia dall'Ufficio diplomatico.

Gli importi da versare per il rilascio del passaporto per un minore sono gli stessi dei maggiorenni (bollettino di C/C e contrassegno telematico).

Trovate tutta la procedura aggiornata e i moduli necessari sul sito della Polizia di Stato.

 

Il passaporto europeo per cani, gatti e furetti

Dal primo ottobre 2005 è obbligatorio il passaporto europeo per cani, gatti e furetti al seguito.
Le nuove norme si riferiscono ai movimenti degli animali da compagnia tra gli Stati europei o in entrata da Paesi terzi. Sul sito della Polizia di Stato le norme a riguardo.
Qui le regole per i documenti ufficiali da portare in viaggio
Leggi qui i consigli su tutto quello che c'è da sapere.

 






HomePage