Le sette pietre della saggezza” così era chiamato questo antico rompicapo cinese, il tangram. Si tratta di un quadrato suddiviso in 7 figure geometriche: 5 triangoli (2 grandi, 1 medio, 2 piccoli), 1 quadrato, 1 parallelogramma.

Il gioco consiste nel creare figure, usando tutti e 7 i pezzi, senza mai sovrapporli: e in effetti le combinazioni possibili sono davvero infinite! Clicca e stampa il tangram:

Tangram

La leggenda vuole che un monaco regalò ad un discepolo un quadrato di porcellana e un pennello, dicendogli di viaggiare e dipingere sulla porcellana le bellezze che avrebbe incontrato nel suo cammino. Il discepolo, emozionato, lasciò cadere il quadrato, che si ruppe in sette pezzi. Nel tentativo di ricomporre il quadrato, formò delle figure: comprese che non aveva più bisogno di viaggiare, perché poteva rappresentare le bellezze del mondo con quei sette pezzi.

Un esempio di quante figure è possibile creare con il tangram:

Prendete un cartoncino, una matita bianca e una forbice e preparate i vostri pezzi del tangram: che il gioco abbia inizio!
Come varianti, stampate il quadrato su un foglio bianco e fate colorare ai bimbi i vari pezzi, per un tangram arcobaleno; ancora, realizzate tangram di gomma crepla o di altri materiali, stimolerà la fantasia e la creatività, insegnando anche la geometria.

E a merenda pane e Nutella… tangram naturalmente!

Per continuare a divertirsi:

Facciamo tangram!Facciamo tangram!
Paolino, il protagonista delle storie, va in vacanza dai nonni e conosce tanti animali. Questi stessi animali vengono rappresentati con i pezzi del tangram e i bambini, utilizzando la base magnetica alla fine del libro e le varie parti del tangram fornite a parte, magnetiche anch’esse, potranno divertirsi a ricostruire i diversi soggetti. Un ottimo strumento per esercitare lo sviluppo del pensiero logico.