Indovinello:
Vivo con tanti fratellini,
rotondetti e zuccherini:
mi chiaman nera, mi chiaman bianca
per indovinar… nulla ti manca!

Cos’è? Ma l’uva settembrina! Se avete la possibilità, non mancate di visitare insieme ai bambini una vigna durante la vendemmia, sono molte le possibilità offerte da vari viticoltori.
Fate portare loro un blocco e le matite colorate, così potranno disegnare i vari momenti e ricordarli con gioia nelle stagioni seguenti, oppure lasciateli fotografare con una piccola digitale. Ed è molto divertente raccogliere un grappolo d’uva direttamente dalla vite sentendone profumi ed aromi!

Per prepararli alla gita o continuare a far vivere loro la magia di questo mese, caratterizzato dalla vandemmia e dai primi colori dell’autunno, ecco una serie di lavoretti, ricette sfiziose e fiabe.

Un grappolo d’uva da colorare e uno da incorniciare

Per i più piccoli un bellissimo disegno da colorare, raffigurante fogli di vite e bei grappoli d’uva. I più grandicelli invece potranno realizzare un quadretto. Come? Stampate questo disegno, incollatelo su un cartoncino e fate preparare ai bimbi tante piccole palline di carta crespa colorata.

Una volta pronte, dovranno incollare palline vicine vicine (ottima la colla tipo vinavil stesa a pennelllo), fino a riempire i vari spazi del disegno: otterranno così un bellissimo quadretto tridimensionale! Lungo la cornice possono incollare piccoli tralci di vite per un effetto davvero reale!

Un vassoio a mosaico… d’uva

Un altro lavoretto che potrete far realizzare ai più grandicelli è un vassoio a mosaico, raffigurante l’uva. Cosa serve?

Prendete un vassoio di legno grezzo, come quelli usati per il decoupage, oppure un vecchio vassoio.

Fate stendere ai bimbi del das con un mattarello, che andrà poi rigato in orizzontale e verticale, per ricavarne tante tessere irregolari di piccola dimensione (intorno al centimetro di misura).

Lasciate asciugare e seccare bene, quindi staccate le varie tessere e immergetele per pochi secondi in ciotoline con tempere diluite con acqua, per preparare le varie tesserine colorate. Lasciate asciugare nuovamente su un foglio di carta assorbente.

Ora sarete pronti per realizzare il mosaico sul vassoio: incollate con colla tipo vinavil le varie tesserine, componendo il disegno dell’uva. Al termine lasciate asciugare ed infine passate una mano di vernice trasparente che servirà a proteggere il vassoio da umidità e sporco.

Lavoretti con i tappi di sughero

Sottopentole

Questa attività richiede colla e tappi. Si può realizzare un sottopentola semplicemente incollando tappo a tappo. Per creare sottopentola di forme personalizzate, preparate invece dei cilindretti di sughero alti 1 cm, tagliando i vari tappi.

Potete incollarli uno vicino all’altro, oppure i ragazzi possono anche cucirli tra loro, usando un ago ben robusto e del filo di corda.
I sottopentola sono regalini faidate perfetti anche per Natale!

Sculture con i tappi

Materiale occorrente: tanti tappi, colla e… fantasia! Potete far realizzare ai bambini robot, burattini, portapenne, ghirlande davvero originali e tutto quanto la fantasia suggerisce!

Col cartoncino si possono realizzare le basi su cui incollare i tappi o le decorazioni varie.

Per altri lavoretti con i tappi i di sughero consigliamo:

Tappi di sughero. Con cartamodelli e spiegazioni Tappi di sughero. Con cartamodelli e spiegazioni
Tante idee originali realizzate con semplici tappi di sughero.

Date libero sfogo alla creatività dei vostri bambini. Seguite i suggerimenti e utilizzate i cartamodelli… tutto sembrerà semplice e divertente.

Lavori con i tappi di sughero Lavori con i tappi di sughero
Per i più piccoli ecco simpatici oggetti creati semplicemente con i tappi di sughero!

I “giochi poveri” che rendevano felici i nostri nonni sapranno divertire anche i bambini di oggi.

Uva a merenda

Tra un’opera d’arte e l’altra, due semplici idee per spuntini e merende naturali.

Crostini di uva bianca

Tagliate gli acini di uva bianca a rondelline, privandola dei semi interni. Tostate piccole fette di pane e spalate sopra del formaggio dolce (tipo Fiorello) amalgamato con lo zucchero. Posate sopra le rondelle di uva e… buon appetito!

Pane e composta di uva nera

Tagliate in due gli acini di uva nera, provatela dei semi e ponete in un pentolino antiaderente con lo zucchero. Mescolate continuamente con un cucchiaio di legno affinchè non si attacchi. Quando avrete ottenuto una buona composta d’uva, spegnete e lasciate raffreddare.
Usatela come una marmellata su fettine di pane.

Muffins all’uva

Ingredienti per circa 12 muffins:

  • 250 gr. di farina 00
  • 2 uova intere
  • 100 gr. di zucchero
  • 100 gr. di olio di semi
  • 1 vasetto di yogurt naturale o meglio ancora, 1 vasetto di yogurt cremoso bianco con zucchero d’uva
  • 10 cl. di latte
  • 1 pizzico di sale
  • mezza bustina di lievito per dolci
  • 1 tazza di acini d’uva dolce, tagliati in due e privati dei semi

Mischiate separatamente gli ingredienti secchi da quelli liquidi, mettete tutto insieme senza lavorare tanto, dividete negli stampi in silicone o nei pirottini di carta e infornate a 180°C per 15-20 minuti.

Qui trovate tanti libri per muffins & cupcakes, con in regalo gli stampi in silicone di svariate formine.

Favole antiche e moderne

La volpe e l’uva
Roberto Piumini riscrive il grande classico attribuito a Esopo. La volpe affamata cerca con grandi balzi di prendere un succulento grappolo d’uva, ma ogni sforzo è vano. Resasi conto dell’impossibilità di ottenere ciò che desidera, ma non volendo ammettere la propria incapacità, non le resta che esclamare : “Tanto è ancora acerba!”
Età di lettura: da 4 anni.

La prima vendemmia. Margherita. Favole fra gnomi e folletti
Tra grappoli dorati dal sole, una bambina magica, Margherita, fa amicizia con le piccole creature che lavorano, invisibili, alla fertilità della terra… un libro rilegato a mano in rafia e giunco.
Da 3 a 8 anni.