Sabato 22 e domenica 23 ottobre 2011, dalle ore 9.30 alle 18, il Parco del Castello di Masino, a Caravino (TO), ospiterà la settima edizione della “Due giorni per l’autunno”, mostra e mercato di piante e prodotti insoliti e speciali in uno straordinario spettacolo di colori e di sapori autunnali, organizzata dal FAI – Fondo Ambiente Italiano sotto l’accurata regia dell’Architetto Paolo Pejrone, fondatore e Presidente dell’Accademia Piemontese del Giardino.

Anche quest’anno la manifestazione offrirà a tutti gli esperti o semplici appassionati di giardinaggio l’opportunità unica di ritrovarsi con oltre 130 tra i migliori vivaisti italiani ed europei, presenti a Masino con le loro collezioni di punta e interessanti novità. In questa stagione di rinnovi e preparazione per l’anno successivo, i visitatori potranno, quindi, documentarsi sulle piante e i fiori per il “giardino che verrà”, e acquistare rari e antichi prodotti dell’orto e del frutteto, abitualmente difficili da reperire.

Espositori altamente qualificati e specializzati proporranno piante a fioritura autunnale con bacche ornamentali; alberi e arbusti a colorazione autunnale; piante aromatiche e officinali, da frutta e da orto; bulbi, tuberi e rizomi a fioritura primaverile; sementi rare e rose a fioritura invernale, rose cinesi. E ancora: piante per giardini ombrosi, collezioni di lavanda, iris palustri; flora autoctona, piante di bambù e strutture in bambù per giardini; zucche ornamentali e commestibili; attrezzature per la cura del giardino, dell’orto e del frutteto; cesterie e vasi decorati; editoria specializzata e quadri con fiori pressati.

Saranno anche messi in vendita prodotti tipici dell’orto e del frutteto d’autunno, la maggior parte dei quali sono “presidi Slow Food” per via della loro eccezionale qualità e perché rispondono a criteri di stagionalità, tipicità territoriale e filiera corta. Tra questi fagioli e legumi, peperoni Cuore di bue di Carmagnola e peperone quadro di Cuneo; porri e rape bianche di Cervere; cardo gobbo di Nizza Monferrato; cardo bianco e cipolle gialle piatte di Andezeno; cavoli verza di Montalto Dora e cavolfiori di Moncalieri; ravanelli di Torino; patate blu e marroni della Val Susa e patate di montagna; mele Annurca di Benevento; noci di Sorrento e nocciole del Piemonte.

Tra le novità di quest’anno: Rose Barni presenterà una speciale varietà di rosa dedicata al FAI – appartenente al gruppo delle Ecorose® – con fiori doppi e ricchi di una tonalità giallo crema in boccio che poi si aprono in un delicato bianco avorio. Inoltre verranno esposte a Masino varietà profumatissime di Peonia Erbacea, antiche varietà e nuove cultivar di Chrysanthenum rustici, salvie al profumo di frutta, nuove collezioni di Orchidee e Aster, zafferano fiorito e inedite specie di erbacee ornamentali. In più sarà possibile acquistare oggettistica in legno, terracotte tradizionali in terra rossa di Castellamonte, arredamenti da giardino in ceramica, serre da terrazzo, tessitura artigiana del Casentino.

Nei due giorni di manifestazione sono inoltre in programma interessanti incontri e presentazioni di libri sul tema dei giardini e della cura del verde, secondo il seguente calendario:
– sabato 22 ottobre alle ore 11.00 Paolo Pejrone presenta il libro “All’ombra delle farfalle” di Francesca Marzotto Caotorta (Ed. Mondadori) e alle ore 12.00 presentazione della rosa dedicata al FAI da Rose Barni di Pistoia. A seguire alle ore 14.30 Paolo Pejrone presenta il libro “Peonie” di Dario Fusaro e Sandra Migliavacca (Ed. Elisabetta Carutti Gosi) mentre alle ore 15.30 Francesca

Marzotto Caotorta e Gaia Chaillet presentano “Un giardino ancora” di Oliva di Collobiano (Ed.
L.E.F. Libreria Editrice Fiorentina).
– sabato 22 e domenica 23 ottobre alle ore 16.30 presso il tendone “Incontri” verrà proposto un interessante laboratorio di lavorazione della terracotta a cura di Vasco Venturi e alle ore 17.30 appuntamento con l’Ingegner Julius Höh, Amministratore Delegato Andreas Stihl, che parlerà di “Salute e sicurezza nell’utilizzo delle piccole attrezzature a motore da giardinaggio”.
Il programma degli incontri può subire variazioni.

Per i più piccoli: domenica verranno organizzati – alle ore 10.30, 12.00 e 14.30 – laboratori all’aria aperta a cura di Nadia Nicoletti intitolati “Con le mani nella terra, i piccoli giardinieri crescono”, durante i quali i bambini potranno svolgere divertenti attività per imparare a piantare e curare i bulbi, a preparare un saporito sale alle erbe e costruire mangiatoie per uccelli in vista dell’inverno.

In più, sarà possibile effettuare visite guidate agli interni del Castello di Masino a cura degli studenti e dei docenti dell’Istituto di Istruzione Superiore “Piero Martinetti” di Caluso.

Royal Canin, per la prima volta insieme al FAI nella “Due giorni per l’autunno”, organizzerà speciali esibizioni di Agility Dog – uno sport cinofilo dove il conduttore affronta, insieme al proprio cane, un percorso a ostacoli nel minor tempo possibile, oltre a una serie di performance sempre legate al rapporto cane-proprietario, come l’Obidience e il Flyball. Royal Canin, azienda francese specializzata nella produzione di alimenti secchi e umidi di alta gamma per cani e gatti, ha iniziato a collaborare quest’anno con il FAI, con il quale condivide l’amore per il patrimonio ambientale italiano. A tutti coloro che interverranno insieme al proprio cane, Royal Canin metterà a disposizione una serie di utili gadget per rendere la visita piacevole sia per il proprietario che per l’animale.

Inoltre, nella giornata di domenica gli amanti del vino di qualità potranno incontrare presso il Palazzo delle Carrozze del Castello di Masino i produttori dell’Erbaluce di Caluso e degustare il vino in tutte le sue interpretazioni – fermo, Spumante e Passito – in occasione dell’evento “Erbaluce: la Favola di un Vino” organizzato dal Consorzio per la Tutela e Valorizzazione del Caluso, Carema e Canavese.

Con il Patrocinio di Regione Piemonte, Provincia di Torino e Comune di Caravino e il contributo di Royal Canin. Grazie a Prelios e a Andreas Stihl e Viking.

Orario:
Sabato 22 e domenica 23 ottobre dalle ore 9.30 alle 18 (ultimo ingresso ore 17).

Ingresso alla manifestazione:
Adulti: € 7,00; Ragazzi (4-12 anni): € 4,50; Iscritti FAI: € 3,00; Residenti: gratuito.
Ingresso cumulativo manifestazione + visita al Castello:
Adulti: € 10,00; Ragazzi (4-12 anni): € 5,50; Iscritti FAI: € 3,00; Residenti: gratuito.

Aree di ristoro:
– Area attrezzata per ristorazione, adiacente alla mostra, con piatti caldi, menu tipici della locale tradizione canavesana.
– “Ristorante del Castello” presso il Salone Marchesa Vittoria, con menu stagionale (informazioni e prenotazioni 335 5204114 ).

Come arrivare:
Uscita consigliata per i visitatori provenienti dalla A4: Borgo d’Ale.
Uscita consigliata per i visitatori provenienti dalla A5: Albiano d’Ivrea.

Parcheggi:
Disponibilità di ampi parcheggi gratuiti nelle vicinanze della mostra.

Per informazioni: FAI – Castello di Masino tel. 0125.778100

Per maggiori informazioni sul FAI consultare il sito www.fondoambiente.it

22 Ottobre 2011