Sabato 2 giugno l’Alta Val Tanaro celebra la sua vocazione di terra di confine: a cavallo tra Piemonte e Liguria, punto di passaggio di un’antica “via del sale”, è da sempre luogo ideale, per posizione geografica e tradizione, per l’incontro fra le culture delle due regioni: con “Terra di nessuno, terra di tutti”, è l’enogastronomia a farsi trait d’union fra i due territori.

Terra “di nessuno” perché immersa nelle Alpi Liguri, ma anche terra “di tutti” perché città dinamica e di frontiera, ricca di scambi culturali, Ormea racchiude in sé – e nella sua tradizione enogastronomica – la fusione fra terra e mare, con i sapori forti e intensi della cucina locale.

Lungo i suggestivi “trevi” (piccole stradine acciottolate) di Ormea si dispiega un itinerario enogastronomico chiamato a unire profumi e sapori di terre tanto vicine quanto diverse: il Piemonte con la sua smania d’altitudine, la Liguria con il suo impaziente degradare verso il mare. L’Alta Val Tanaro, però, ne unisce i caratteri simili, rispecchiati in un patrimonio enogastronomico scaturito da secoli di scambi commerciali.

La manifestazione enogastronomica prende il via alle 17,00 con la degustazione dei prodotti e delle ricette tipici di Piemonte e Liguria: il percorso di degustazione – accompagnato dai canti e dalle danze occitane degli “Aboi” – toccherà tredici corti del centro, in ognuna delle quali si potranno gustare vini liguri e piemontesi di importanti produttori abbinati a un piatto della tradizione.

Venti i piatti della tradizione a disposizione dei turisti, con una segnalazione di riguardo per la presenza dei prodotti dei Presidi Slow Food della Rapa di Caprauna, dei Ceci di Nocetto e dei Fagioli di Bagnasco, oltre che per l’incontro “enoico” tra i produttori di Barolo e Fermentino, due tra le tredici “corti” – la quattordicesima è dedicata all’acqua – che ospiteranno altrettanti produttori vinicoli dei due territori.

Spazio anche alla cultura: alle ore 22, nella Società Operaia, concerto di Federico Siriani “Dal Basso dei Cieli” (ingresso gratuito), mentre alle 15,00 (nell’edificio delle Ex Scuole di Via Bassi) il convegno “Sistema dei castelli e delle fortificazioni in Alta Val Tanaro”, suggerirà idee per iniziative di recupero dei danni causati dal tempo e dall’abbandono.

Per informazioni è possibile chiamare il numero 348.6701878. Per altre informazioni sul territorio è attivo l’Ufficio turistico di Ormea, in via Teco 1 (Tel 0174.392157).

2 Giugno 2007